Beneteau Oceanis Yacht 60

Beneteau Oceanis Yacht 60: l’ammiraglia “Made in Italy”

C’è lo zampino italiano nel nuovo Oceanis Yacht 60 che Beneteau sta per lanciare, con il ritorno della coppia Biscontini-Argento già protagonista con il First Yacht 53 e l’Oceanis Yacht 54. E sul nuovo 60, già dalla silhouette esterna, si rivede il loro stile, che è in continuità con gli ultimi modelli da loro progettati, segno di come i due designer italiani stiano plasmando la nuova gamma di Beneteau.

Guarda la nostra prova:

Esterni

Il nuovo Oceanis Yacht 60 ha infatti la tuga che richiama quella inaugurata con il First 53, bassa e con una linea dolce e ben integrata sulla coperta, caratterizzata dalle lunghe finestre laterali. La poppa è quella dalle forme morbide e col ginocchio rialzato sull’acqua, che andrà in immersione a barca sbandata aumentandone il galleggiamento. E poi c’è l’organizzazione del pozzetto, con le coperture (bimini e sprayhood) che rendono la zona un’area all’aperto sempre utilizzabile. Il rollbarr fa da punto di scotta per la randa, per chi non ama avere ingombri in pozzetto durante la crociera. Una barca che diventa quindi la nuova ammiraglia della linea Yach per vela di lusso. E l’attenzione ai dettagli che contraddistingue questa linea, come per esempio la cabina armatoriale a prua con letto con teste verso poppa, o l’immancabile garage di poppa che ospiterà il tender. Un superyacht però con uno stile italiano, elegante con il design di Lorenzo Argento e, con le linee d’acqua sono di Roberto Biscontini, promette di avere prestazioni interessanti pur essendo una barca da crociera pura.

Oceanis Yacht 60
Oceanis Yacht 60

 

Interni

 

A influire ulteriormente sul fronte sicurezza – comfort, il roll-bar strutturale, che non solo supporta il trasto della randa, togliendolo così da zone di passaggio, ma supporta anche due diverse tipologie di bimini in diverse configurazioni,offrendo così protezione contro qualsiasi situazione atmosferica.

Infine, peculiare l’inserimento di un gradino in coperta, come avviene del resto anche sul 54, soluzione che però consente un notevole innalzamento delle volte nella cabina prodiera, risultando così più confortevole e di ampio respiro…

Scheda tecnica

Lunghezza fuori tutto: 18,80 metri
Lunghezza scafo: 17,40 metri
Baglio scafo e baglio max: 5,30 metri
Dislocamento: 21.500 kg
Capacità carburante: 500 litri
Capacità acqua dolce: 800 litri
Potenza motore: 150 CV

RICHIEDI INFORMAZIONI SUL PRODOTTO

Può interessarti anche

Richiedi informazioni sul prodotto

Registrati



Accedi