Altre isole delle Seychelles

Anche isole più piccole e remote sono degne di essere scoperte in barca a vela, come ad esempio Bird, Cerf, Chauve Souris, Cousine, Denis, Desroches, Frégate, North, Silhouette, Round Island Praslin e Sainte Anne. Degna di nota l’isola di St. Anne, situata a soli 20 minuti di barca da Mahé: qui nel 1770 sorse il primo insediamento delle Seychelles, poi col tempo si trasformò in un porto per baleniere e in una base militare durante la seconda guerra mondiale. A St. Anne si trova il Parco Marino Nazionale (a 4 km dalla costa orientale di Mahé) che ha una delle più vaste aree coralline, popolata dalle tartarughe marine e dai delfini, ideale per ammirare la vita marina sia con snorkeling che con imbarcazioni semisommergibili. Include le isole Sainte Anne, Cerf, Moyenne e Round. Su Sainte Anne si può ammirare un sito di deposizione uova di tartarughe Hawksbill, mentre su Moyenne si trovano 100 tartarughe giganti di Aldabra. Denis Island invece, a 85 km nord di Mahé, ospita 50 ettari di foresta, tartarughe giganti, varie colonie di uccelli di mare e di terra ed offre programmi di conservazione con un team di biologi dedicato.

Cousin Island

Poco distante da Praslin si trova invece Cousin Island, un magnifico esempio di sito eco-turistico ed una delle prime isole granitiche al mondo ad essere dichiarata interamente riserva naturale. Cousin è diventata nel 2010 la prima riserva al mondo neutra di carbonio dopo anni di misurazione e di analisi riguardanti l’insieme delle emissioni associate all’isola ed esaminando le possibilità di riduzione (in sodalizio con Carbon Clear). La riserva di Cousin è un vero tesoro della natura ed è divenuto il primo IBA, Important Bird Area, sito di rilievo nelle Seychelles e l’ovest dell’Oceano Indiano dove 250.000 volatili nidificano. Fra loro, si trovano il Pigliamosche, la Tortora con la testa grigia e la Gallinella d’acqua. L’isola accoglie ugualmente numerose Sterne, “Noddi”, Fregate (o Aquile di mare) e Puffini (o Procellarie). Cousin costituisce un posto in cui alcune specie in via d’estinzione, come la Capinera delle Seychelles e la Gazza Canterina delle Seychelles, hanno potuto essere salvate. Esiste sull’isola una colonia di gechi, di tartarughe giganti importate da Aldabra e numerosi siti prescelti dalle tartarughe Hawksbill nel periodo di deposizione delle uova. È anche il luogo privilegiato di 12 Sasha delle Seychelles (gazza-pettirosso) su solo 70 esemplari al mondo. Possiede una spiaggia bellissima di sabbia bianca, di 1 km di lunghezza, che orna la costa orientale.

Aride Island

L’isola di Aride è stata invece classificata Riserva Naturale nel 1967. A partire dal 1973, epoca in cui Christopher Cadbury, uomo di affari britannico, l’ha riscattata e l’ha posta sotto la protezione dell’attuale Royal Society of Wildlife Trusts, il numero dei volatili marini è aumentato al punto da renderla la più grande colonia al mondo e un luogo di riproduzione per 18 specie. D’altronde, 5 specie di volatili endemiche sono tornate a viverci. Aride è celebre per la sua popolazione di Sterne rosa, di piccoli Fetonti o Fetonte dal becco giallo, di Noddi marianna, di Sterne di Dougall e di Puffini d’Audubon. Si possono scorgere più di 1,25 milioni di volatili marini nel periodo di nidificazione. I suoi 70 ettari di superficie ospitano la più densa popolazione di lucertole sulla Terra con, in particolare, 3 specie di scinchi, 3 specie di geco, 3 specie di serpenti inoffensivi. Due specie di tartarughe marine, le tartarughe verdi e le tartarughe Hawsbill, occupano regolarmente le spiagge: l’isola è diventata un luogo di deposizione di uova per queste tartarughe. È un habitat unico per alcune tra le piante più rare delle Seychelles come la rara e preziosa Gardenia di Wright (Rothmannia annae) o chiamata localmente “Bois citron” ed una varietà endemica di Peponium (della famiglia dei cetrioli) recentemente identificata. Aride offre numerosi siti di immersione impressionanti. Si possono scorgere più di 400 varietà di pesci, squali balena e pesci volanti ai bordi della scogliera.

Curieuse Island

Mentre sul versante nord ovest di Praslin si trova invece Curieuse Island, un’altra riserva naturale conosciuta un tempo col nome di “Ile Rouge” per via della sua terra rossa. L’isola fu probabilmente ribattezzata così in onore dell’esploratore Marion Dufresne che visitò Praslin nel 1768 sulla nave “Curieuse”. Un tempo le sue coste ospitarono una colonia di lebbrosi, mentre oggi è la sede di un allevamento di tartarughe giganti che vagano libere e luogo di nidificazione per le tartarughe marine. Curieuse è l’unica altra isola, oltre a Praslin, dove il Coco de mer cresce allo stato naturale. Saint-Pierre invece fa parte delle isole della baia della Côte d’Or a Praslin e si presenta sotto forma di un minuscolo isolotto con un profilo di granito frammisto di palme da cocco che è divenuto la rappresentazione della quintessenza delle Seychelles. Saint-Pierre si trova circa a 1,5 km dalla Pointe delle Zanguilles sulla favolosa spiaggia di Côte d’Or di Praslin. Un tempo alcuni coco de mer vi crescevano allo stato naturale. L’isolotto è un posto ideale per i nuotatori, gli amanti delle immersioni con pinne, maschera e boccaglio e i diportisti che vi trovano una cornice idilliaca per ammirare magnifici tramonti.

Isole intorno a La Digue

La Digue infine è circondata da una varietà di isole i cui fondali eccezionali meritano di essere esplorati durante un’escursione oppure in navigazione, durante tuffi sott’acqua o immersioni nel mondo sottomarino con pinne, maschera e boccaglio. Tra queste ci sono le isole di Petite e Grande Soeurs, la seconda è particolarmente famosa per i suoi panorami unici e le sue eccellenti possibilità di passeggiate, immersioni sottomarine grazie alle sue magnifiche acque trasparenti e alla sua vita marina prolifica. Protetti da una barriera corallina, i fondali sottomarini sono eccezionali qui. Lungo gli scogli, incontrerete le tartarughe di mare e pesci tropicali dai colori cangianti in un’acqua cristallina e luminosa. L’isola ha la forma del numero 8 e possiede due superbe spiagge da ogni parte dei suoi fianchi. L’Isola Cocos si trova a 7 km a nord di La Digue, in prossimità immediata delle sue vicine Félicité e le isole di Petite e Grande Soeurs. Di formazione granitica, è composta da alcuni scogli e palmizi, le sue acque traslucide consentono di ammirare la variopinta fauna sottomarina locale: razze, tartarughe marine o, per i più fortunati, piccoli squali corallo. Possiede una spiaggia molto piccola di sabbia bianca ed è classificata Parco Marino Nazionale dal 1996. L’isola Marianne un tempo piantagione di noci di cocco negli anni ’40, appartiene ormai al gruppo di birrai “Seybrew”. È uno dei migliori siti di immersione sottomarina, riconosciuta a livello mondiale per il suo scenario sottomarino soprannaturale con immense scogliere ripide in posizione verticale che misurano 10, 20 o 30 metri di altezza e che attirano pesci di grandi dimensioni, specialmente alcuni squali degli scogli grigi, tutte femmine, il che resta un enigma, ma ugualmente razze aquila, barracuda, tartarughe marine, ecc. La profondità di questo sito appassionante è di 27 metri e si rivolge a immersioni garantite esclusivamente. L’isola Félicité è un’isola granitica pittoresca dal rilievo contorto: era una piantagione di noci di cocco fino agli anni ’70, contando una piccola popolazione di circa 50 persone. L’isola ospita oggi un lussuoso resort con prestigiose ville, Spa e un’ampia offerta di esperienze uniche per il viaggiatore moderno. La superba spiaggia di Félicité, La Penice, permette una meravigliosa balneazione o un’eccellente immersione.

Può interessarti anche

Richiedi informazioni sul prodotto

Registrati



Accedi