Euro Sail Yacht – Fountaine Pajot Thira 80

Quando il catamarano si trasforma in un vero superyacht

Comodo e lussuoso, il Thira 80 è il primo esemplare della nuova gamma di multiscafi Fountaine Pajot

Dopo circa mezzo secolo di storia il cantiere fondato nel 1976 da Jean-François Fountaine – nel quale la maggioranza della proprietà, il controllo e la direzione dell’azienda sono rimasti in mano alla famiglia Fountaine – Fountaine Pajot realizza sempre catamarani che lasciano il segno. Fountaine Pajot infatti sa benissimo che ogni armatore è unico e quindi progetta le sue barche per soddisfare le esigenze individuali di ognuno. Sia che abbia intenzione di fare una traversata oceanica che una crociera con la famiglia a ogni cliente Fountaine Pajot assicura che nella progettazione e realizzazione dei suoi catamarani ha preso in considerazione ogni dettaglio, dalla fase di ideazione alla produzione finale, per fornire soluzioni che in mare fanno davvero la differenza. Senza dimenticare poi che ogni anno il cantiere aggiorna la sua gamma per garantire che i suoi catamarani rappresentino l’apice del design moderno e incorporino le ultime tecnologie del settore. Dai catamarani entry-level alla prestigiosa gamma Flagship, la proposta Fountaine Pajot rappresenta un punto di riferimento in termini di stile, comfort, sicurezza e prestazioni. I catamarani non per nulla infatti sono creati in collaborazione con i più famosi designer del mondo e rappresentano l’apice della raffinatezza e dell’eleganza senza tempo nell’andare per mare. Lo stile nautico francese si fonde con la meticolosa attenzione ai dettagli e ai rigorosi processi di costruzione, creando un’esperienza a bordo che evoca tutti i piaceri di un hotel a cinque stelle.

ELEGANZA CHE CONQUISTA IN MARE

Come si scopre subito salendo a bordo, il Thira 80 di Fountaine Pajot è il primo esemplare della nuova generazione dei superyacht catamarani, i multiscafi del futuro che il mercato stava già aspettando con ansia. Una flagship varata proprio quest’anno, che è grande davvero in tutto tranne che in un piccolo ma non insignificante dettaglio: ha infatti una lunghezza fuoritutto di 23,98 metri, ovvero appena due centimetri in meno dei fatidici 24 metri che sono lo spartiacque tra un “semplice” natante da diporto e la nave, con tutte le conseguenze positive derivanti in termini di documenti, burocrazia, vincoli. E ancora, due centimetri in meno che non cambiano la sostanza, ma anzi permettono al nuovissimo Thira 80 di entrare assolutamente in competizione con i monoscafi da 24 metri, però con il vantaggio di avere il 50% di spazi in più rispetto ai loro concorrenti. Il calcolo è semplice: basta prendere il dato della larghezza di 11,09 metri del Thira 80 e raffrontarlo con quello di un monoscafo di 80 piedi, che ha di norma una larghezza media di 6 – 6,50 metri, per rendersi conto che un catamarano vale in termini di spazi calpestabili almeno quanto un monoscafo lungo 40 metri. Ma la scommessa vinta da Fountaine Pajot è quella di rendere un catamarano un vero superyacht anche per quanto riguarda il lusso. Perché se fino ad oggi il multiscafo ha vinto la partita sugli spazi e la funzionalità, non ancora conquistato quella del design. Rendere bello, ricco, accattivante anche il lato estetico del catamarano è l’altra sfida che ha stimolato il cantiere. Che per adeguarsi ai canoni dello yacht di lusso ha scelto per il Thira soluzioni top, prese più che dalle barche a vela, da quelle a motore. Ad esempio nella zona poppiera con due piattaforme laterali con balcone o con la presenza di una vasca idromassaggio a prua. Sempre nei suoi spazi esterni, il nuovo Thira 80, progettato dallo studio Berrett Racoupeau, presenta due “pozzetti laterali” con divani rivolti verso l’acqua e balconi a ribalta. Il beach club invece è dotato di un grande divano rivolto verso poppa – sotto il quale c’è il garage per la moto d’acqua varata dalla piattaforma stessa -, due divani angolari e di una piattaforma idraulica centrale che può essere abbassata per collegare i due traversi e creare un’ampia area sull’acqua. La barca può essere equipaggiata con 45 kw di batterie al litio, alimentate da 8 kw di pannelli solari per garantire una navigazione ecologica e sostenibile. Per questo modello la falegnameria interna è stata affidata alle sapienti mani dell’artigianato italiano per raggiungere quelle finiture imposte da questo segmento. Il layout prevede una versione a 4 o 5 cabine doppie a seconda che l’armatore voglia avere una suite armatoriale o una cabina VIP. Entrambe le versioni includono la possibilità di avere fino a 4 cabine per l’equipaggio. Ultima caratteristica ma sempre importante lo scafo del Thira 80 sottovela dà grandissime soddisfazioni per velocità ed agilità come da DNA Fountaine Pajot.


IL CATAMARANO DEL FUTURO CHE TUTTI STAVANO ASPETTANDO

 

PER OGNI ESIGENZA

Euro Sail Yacht - Fountainer Pajot Thira 80 - Poppa
Euro Sail Yacht – Fountainer Pajot Thira 80 – Poppa

La plancia poppiera del Fountaine Pajot Thira 80 si abbassa creando una terrazza sul mare, mentre il grande divano di poppa si apre e il suo gavone può ospitare anche una moto d’acqua.


A TUTTO COMFORT

Euro Sail Yacht - Fountainer Pajot Thira 80 - Interni
Euro Sail Yacht – Fountainer Pajot Thira 80 – Interni

Questa la grande suite della versione VIP che ha anche due cabine ospiti nello scafo di dritta: nella versione Maestro c’è invece una cabina VIP a poppa e di una suite armatoriale a prua.


Euro Sail Yacht
Via Monte Ortigara 3d Lignano Sabbiadoro / Varazze – Loano – Ravenna
sales@eurosailyacht.comwww.eurosailyacht.com Tel +39.3463788888
Può interessarti anche

In esposizione

Contatta l'espositore

Registrati



Accedi