ICE 66 RS (19 m), varata la “supercar” del mare made in Italy

IL REGALO PERFETTO!

Regala o regalati un abbonamento al Giornale della Vela cartaceo + digitale e a soli 69 euro l’anno hai la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi.

L’Ice 66 RS al varo

Il cantiere italiano Ice Yachts, specializzato nella costruzione in carbonio di performance cruiser semi custom, ha lanciato la sua ultima novità con il varo dell’ICE 66 RS. Si tratta di un progetto importante per ICE, nato da zero con un team progettuale differente rispetto agli altri modelli della gamma, dato che le linee d’acqua sono state affidate allo studio Farr e l’estetica e gli interni a Micheletti & Partners.

ICA 66 RS – Che barca è

Il varo dell’ICE 66 RS

La barca, nella sua prima versione, ha una costruzione in sandwich di vetro carbonio con coperta Full carbon che consente di coniugare la rigidezza del carbonio con le naturali doti di assorbimento delle vibrazioni (e quindi del rumore). È già in studio un modello full carbon per gli appassionati della velocità. L’albero, rigorosamente in carbonio, porta un piano velico generoso.

Il nuovo ICE 66 RS ha un dislocamento di 25.000 kg, davvero poco se consideriamo che si tratta di uno yacht di 20 metri con interni full optional. Scendendo sottocoperta troviamo il salone rialzato che consente di ricavare tanto spazio, sfruttato dal layout standard 3 cabine + 3 bagni o da quello 4 cabine + 4 bagni con una cabina doppia indipendente.

Per quanto riguarda la coperta, il pozzetto posto davanti al doppio timone ha due sedute molto ampie che si fronteggiano, mentre proseguendo verso prua troviamo la tuga quasi a sfioro (anche se il salone è rialzato e molto luminoso) con il resto del piano di coperta. Completano il piano tecnico della coperta quattro winch elettrici che permettono di tenere sotto controllo le manovre con semplicità.

Gli interni

Gli interni rappresentano un altro fiore all’occhiello nella realizzazione di questo nuovo progetto. La dinette ampia e spaziosa, risulta estremamente luminosa grazie alle generose dimensione dei vetri. La cucina è a vista con un’isola centrale ed è dotata di elettrodomestici di ultima generazione, ampi piani di lavoro in Corian, numerosi spazi di stivaggio e una cantinetta per i vini.

La luce naturale crea un’atmosfera accogliente, mentre il design moderno e funzionale della cucina si integra armoniosamente con gli altri ambienti, il tutto impreziosito da pannelli rivestiti in pelle chiara a contrasto con essenze in noce cannettate.
I posti letto sono 8, divisi tra cabina armatoriale con bagno e 3 cabine doppi, tutte quante dotate di bagno “en suite”,  più un ulteriore posto letto per la crew.

Scheda tecnica – ICE 66 RS

  • Lunghezza fuoritutto: 19,90 m
  • Lunghezza al galleggiamento: 18,50 m
  • Larghezza max: 5,70 m
  • Dislocamento: 25.000 kg
  • Pescaggio: 3,35 m
  • Superficie velica: 276 mq
  • Gennaker: 454 mq
  • Randa: 152 mq
  • Fiocco: 124 mq

www.iceyachts.it 

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

1 commento su “ICE 66 RS (19 m), varata la “supercar” del mare made in Italy”

  1. Il gigantismo mi fa felice perché vuol dire lavoro per progettisti, maestranze, fornitori, ecc ma mi stupisce perché dove cavolo vai con barche così grandi? E pescaggi impressionanti? Issare 245 mq di vele, 454 mq di gennaker…. Mah, ma chi glielo fa fare? . Sai poi che incubo i guasti a bordo? Comunque un plauso all ‘armatore e ai realizzatori di questa meraviglia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri l’ultimo numero

Sei già abbonato?

Ultimi annunci
I nostri social

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ti facciamo un regalo

La vela, le sue storie, tutte le barche, gli accessori. Iscriviti ora alla nostra newsletter gratuita e ricevi ogni settimana le migliori news selezionate dalla redazione del Giornale della Vela. E in più ti regaliamo un mese di GdV in digitale su PC, Tablet, Smartphone. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “iscrivimi”. Riceverai un codice per attivare gratuitamente il tuo mese di GdV!

Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


In evidenza

Può interessarti anche

Classic IOR iconiche: Aiutateci a trovarle e celebrarle

Tra il finire degli anni ‘60 e l’inizio degli anni ‘90 troviamo quella che fu, forse per nostalgia, forse per merito, la Golden Age della vela, quasi un trentennio di scoperte, regate eccezionali e di barche inimitabili. Fu il tempo

Registrati



Accedi