Come è andata la grande festa del popolo della vela in Toscana

IL REGALO PERFETTO!

Regala o regalati un abbonamento al Giornale della Vela cartaceo + digitale e a soli 69 euro l’anno hai la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi.

Questa è la mia prima VELA Cup. Io sono un crocierista, ma ora che ho messo insieme l’equipaggio non me ne perderò una! Mi sono divertito tantissimo. Questo è Pietro Bernardini, l’armatore dell’X-56 Joya, dopo la VELA Cup Toscana. “Che bella regata. Noi non siamo riusciti ad arrivare, ma ce la siamo goduta al massimo. A bordo avevamo anche uno chef francese che in regata ci ha fatto le omelette. E anche se siamo arrivati fuori tempo massimo, alla premiazione mi è andata bene. Ho vinto la borsa stagna di HiNelson“, racconta Gianluca Nolletti, skipper dell’Irwin 52 SinSations, di Giorgio Pisani. Al Marina di Cala de’ Medici si sono ritrovate una cinquantina di barche per la seconda tappa del circuito di regate/festa più affollato di Italia: tra di loro, anche molti “aficionados” che hanno preso parte anche alla prima tappa, in Liguria.

VELA Cup Toscana, è qui la festa

Ci vengono in mente Bruno Veronesi con il suo Swan 78 Azzurro, Marco Laboccetta con il Grand Soleil 43 Zoe, Massimo Morandini a bordo del suo trimarano Corsair Adrenalina, Tommaso Oriani con il Rodman 42 Cheyenne, tanto per citarne alcuni.

Il vento, alla fine, non è mancato. Prima da sud-sud ovest, poi con rotazione a ovest, tra i 3 e i 9 nodi, con mare pressoché piatto. Percorso con partenza davanti a Rosignano, boa al largo delle secche di Vada, ritorno verso Castiglioncello. Condizioni “challenging” per tutti gli equipaggi impegnati in mare: gli scafi più leggeri sicuramente hanno dato il meglio, ma non sono mancate eccezioni. Pensiamo ad esempio al Grand Soleil Maxi One del 1992 di Alessandro Pini, autore di un’ottima regata. “Conosciamo la barca come le nostre tasche, dopo 10 anni che ce l’abbiamo. Anche con poco vento, sa dire il suo!”, racconta Giulio Pini, che di VELA Cup toscane non se ne perde una.

A sentire le voci di banchina, si sono divertiti veramente tutti. Racconta Riccardo Klinguely, Marine Manager di David Assicurazioni, partner tecnico della tappa, imbarcato sul già citato Cheyenne: “E’ stato molto divertente, soprattutto per noi della David, spesso sulle scartoffie delle offerte delle nostre polizze Corpi Imbarcazioni piuttosto che imbarcati piacevolmente a sorpresa come qui”.  

Tutti pazzi per i Velisti dell’Anno

Ma ormai lo sapete già. Alla VELA Cup, più che la (sana) competizione in mare, conta la voglia di stare insieme, divertirsi e, soprattutto la festa a terra. In questo caso, è stata veramente speciale perché prima della premiazione (con premi di regata e a sorteggio per quasi tutti i partecipanti, dopo vi sveliamo tutte le classifiche) si è tenuta, nella splendida piazzetta del Marina di Cala de’ Medici, la festa dei Campioni del Velista dell’Anno 2024, il premio più ambito della VELA che il GdV organizza fin dal 1991. Qui vi abbiamo raccontato come è andata.

Ma la cosa importante è che il popolo della VELA Cup ha avuto l’opportunità di conoscere i più grandi velisti del momento. C’era chi ne approfittava per farsi un selfie con la star dei social Beppe Veirana (che ha gli stessi followers di Luna Rossa) o per scambiare quattro chiacchiere con il mago dell’idraulica Gianni Cariboni o con il progettista delle superbarche Matteo Polli. Chi si è fatto raccontare di persona le avventure di Marco Trombetti, armatore di Translated9 fresco di giro del mondo, o si è fatto immortalare con Manuel Vlacich (nel Guinness dei primati con il suo Grand Tour Sailing) e Medea Falcioni, la stellina nascente delle tavole a vela volanti.

Tutti, poi, hanno voluto stringere la mano al Velista dell’Anno Luca Rosetti. Luca, vincitore della Mini Transat 2023 (traversata atlantica in solitario su minibarche di sei metri e mezzo), oggi sveste i panni del marinaio oceanico per partecipare alla Triton Cup. Eggià, si torna in mare oggi per la Triton Cup, la regata organizzata dal GdV in collaborazione con il progetto LIFE A-MAR NATURA 2000nome diverso, stesso spirito della VELA Cup. Tutti in mare per divertirsi e per godere del nostro Mediterraneo da proteggere e far conoscere meglio, uno degli obiettivi di Natura 2000.

Ed ecco le classifiche della VELA Cup Toscana della Marina di Cala de Medici. In attesa di conoscere classifiche, vincitori e foto della Triton Cup.

Tutte le classifiche e i vincitori della VELA Cup Toscana

Totale barche iscritte: 44
Totale barche arrivate: 19

LEG WINNER
Premio speciale Veneziani Yachting con Antivegetativa Speedy Carbonium e primer Adherpox

Arya, Giovanni Laviosa, X-50

VINCITORE OVERALL CRUISING BOAT

Azzurro, Bruno Veronesi, Swan 78

VINCITORE OVERALL SPORT BOAT E
LINE HONOURS

Arya, Giovanni Laviosa, X-50


  • CLASSIFICHE CLASSIC BOAT

1 Clan, Iacopo Poli, Impala 36 del 1973; 2 Ely J, Alessandro Pini, GS Maxi One del 1972


  • CLASSIFICHE SPORT BOAT

CLASSE 1 (fino a 9 m)

1 Adrenalina, Massimo Morandini, Corsair F 27; DNF Bella del Sole, Renzo Razzi, Barberis Tequila 24; DNF Nuvola, Matteo Costagliola, First 27.7

CLASSE 2 (da 9,01 a 11 m)

1 America, Dario Treves, Solaris 36OD; 2 Sur, Enrico Dho, First 36.7; 3 Rincomincio da 3, Alessandro Bagnoli, First 34.7; 4 Black Swan, Marco Bianchi, First 30 JK; 5 Finisterrae, Massimo Pantani, Elan 340; DNF Bora Fast, Tommaso Bardazzi, Sunfast 3600; DNF Amici Miei, Giacomo Bufalini, First 36; DNS My Fist, Luciano Scaramella, First 31.7; DNS Balto, Simone Martini, Comet 1000

CLASSE 3 (da 11,01 a 12 m)

1 Cheyenne, Luca e Tommaso Oriani, Rodman 42 jv; 2 Superkalimera, Massimo Sabatini, Nah 12.50; 3 Padawan, Luca Di Guglielmo, First 40.7; DNF Lampo, Andrea Lertora, Oceanis 38.1; DNF Sand IV, Andrea Spagna, Hanse 418; DNS Brezza Tesa, Luca Novelli, Bavaria 38 Match; DNS El Tiburon, Rico Pucci, Elan 380; DNS Sventola, Massimo Salusti, Bavaria 38

CLASSE 4 (da 12,01 a 15 m)

1 Gioconda2, Roberto Puccetti, Dufour 44P; DNF Hanunia, Diego Marratta, More 40; DNF Oceanix, Dario Noseda, Sun Odyssey 439

CLASSE 5 (da 15,01 a 17 m)

1 Arya, Giovanni Laviosa, X-50; 2 Kito 1930, Carlo Ambro, Latini 52; 3 Ottimale, Antonio Lo Franco, Dufour 530

CLASSE 6 (oltre i 17,01 m)

1 Schorch, Alois Neukirchen, Mylius 66; 2 Joya, Pietro Bernardini, X-56; 3 Ely J, Alessandro Pini, GS Maxi One


  • CLASSIFICHE CRUISING BOAT

CLASSE 1 (fino a 10 m)

1 Gipsy, Riccardo Cesari, EM7; 2 Musonero, Moreno Burattini; DNS Tricky, Fulvio Empoldi, B&C4

CLASSE 2 (da 10,01 a 11 m)

1 Clan, Iacopo Poli, Impala 36; DNF Chipping Norton, Alessandro Iacoponi, Bavaria Cruise 36

CLASSE 3 (da 11,01 a 12 m)

1 Wing, Giulia Zanieri, First 40.7; 2 Seiche, Remigiusz Montwil, Delphia 40; 3 Vampa, Gabrio Maurizio Panzeri, Baltic 39 C&C

CLASSE 4 (da 12,01 a 16 m)

1  Zoe II, Marco Laboccetta, Gs 43 Bc; DNF Enigma, Valerio Cera, Oceanis 50; DNF Sin Sations, Gianluca Nolletti, Irwin 52

CLASSE MAXI (oltre ai 14 m)

1 Azzurro, Bruno Veronesi, Swan 78


I premi speciali

Joya, un X-56 del cantiere X-Yachts, vince il premio Elegant Boat riservato alla barca più bella ed elegante di ogni tappa, indipendentemente dal risultato.

Last but not least, Finisterrae di Massimo Pantani, un Elan 340, vince il premio speciale per l’ultimo classificato in tempo reale, dimostrando tenacia e determinazione nel completare il percorso fino alla fine.


VELA Cup Toscana – Premi a sorteggio

Chi conosce la VELA Cup lo sa: ci sono in palio un sacco di premi a sorteggio. Il GPS portatile Garmin GPSMAP® 86s è stato vinto dalla Riccardo Cesari mentre il coltello multiuso Leatherman Skeletool CX è stato vinto da Dario Noseda. Alessandro Bagnoli si porta a casa la giacca da vela YachtIngBond e Gianluca Nolletti lo zaino HiNelson. Il corso per istruttore di vela ACSI Vela è stato vinto da Valerio Cera, lo sconto del 40% su Moby A/R Livorno – Olbia da Pietro Bernardini, l’abbonamento per 3 anni “Cartaceo + Digitale” al Giornale della Vela da Moreno Burattini e il giubbotto di salvataggio Plastimo Pilot 165N da Roberto Puccetti. Per finire si aggiudicano la Box Benessere IBSA Sandro Vinci e il motore fuoribordo BF2.3 di Honda da Carlo Maria Ambrosini.

Le prossime tappe della VELA Cup 2024

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

1 commento su “Come è andata la grande festa del popolo della vela in Toscana”

  1. Era la prima volta che facevo la Vela Cup e ce ne torniamo a casa con due secondi posti nella categoria SPORT. Bellissimo evento, marina spettacolare … insomma due giorni fantastici di mare e vento in compagnia di amici !
    Complimenti a tutti i vincitori del Velista dell’Anno e grazie a Rosetti ! E’ stato un piacere fare due chiacchere assieme.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri l’ultimo numero

Sei già abbonato?

Ultimi annunci
I nostri social

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ti facciamo un regalo

La vela, le sue storie, tutte le barche, gli accessori. Iscriviti ora alla nostra newsletter gratuita e ricevi ogni settimana le migliori news selezionate dalla redazione del Giornale della Vela. E in più ti regaliamo un mese di GdV in digitale su PC, Tablet, Smartphone. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “iscrivimi”. Riceverai un codice per attivare gratuitamente il tuo mese di GdV!

Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


In evidenza

Può interessarti anche

Registrati



Accedi