Come avere sempre l’acqua potabile pronta da bere (anche gasata) in barca

IL REGALO PERFETTO!

Regala o regalati un abbonamento al Giornale della Vela cartaceo + digitale e a soli 69 euro l’anno hai la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi.

Sistema Omega (a sinistra) e Alfa (a destra) di Nautical Water Italy
Sistema Omega (a sinistra) e Alfa (a destra) di Nautical Water Italy

Nel mare galleggiano più di 170 milioni di particelle di plastica, un numero incredibile e destinato – purtroppo – a crescere nei prossimi anni, anche se si stanno iniziando a prendere finalmente dei provvedimenti seri. In questo senso, la rimozione delle particelle già nell’ambiente non basta: va affrontato il problema alla fonte. Uno dei metodi che si possono utilizzare per risolvere questo problema è il sistema di Nautical Water Italy, un nuovo marchio di Ecoplus Group che si occupa di purificazione delle acque. Ecco come funziona.

Come avere l’acqua pronta da bere in barca

Il sistema di Nautical Water Italy purifica e filtra l’acqua utilizzando il processo dell’osmosi inversa e contemporaneamente operando una disinfezione dei serbatoi. I metodi di trattamento delle acque utilizzati da Nautical Water Italy sono testati e collaudati da oltre vent’anni, poiché il marchio fa parte di Ecoplus Group, che si occupa dal 2003 di purificazione delle acque in ambito odontoiatrico medicale e alimentare.

Nautical Water Italy
Nautical Water Italy

Il valore aggiunto dei prodotti Nautical Water Italy è il brevetto di Ecoplus Group che nei suoi prodotti combina l’azione dell’osmosi inversa con quella del biossido di cloro. I macchinari di questo marchio permettono di eliminare completamente l’ingombro, il peso e i rifiuti che sono conseguenza dell’utilizzo delle bottiglie e bottigliette di plastica. Con una semplice installazione è possibile avere un sistema autonomo, semplice e sostenibile in grado di erogare acqua pronta da bere fredda / a temperatura ambiente e anche gasata.

I prodotti di Nautical Water Italy pescano direttamente l’acqua dai serbatoi che si trovano a bordo della barca, dopodiché procedono con trattamento e purificazione per avere acqua pronta da bere. Utilizzano agenti chimici (come il biossido di cloro) che hanno le più alte proprietà di abbattimento di cariche batteriche, con il vantaggio di non compromettere il sistema idrico e le tubature. Il sistema base si chiama Alfa, mentre quello più avanzato – l’Omega – è in grado anche di distribuire acqua osmotizzata fredda, a temperatura ambiente, naturale o frizzante, con una capacità di produzione di 90 litri all’ora.

Per aggiungere un ulteriore livello di sicurezza, visto che anche all’interno di serbatoi ed impianti ci sono le condizioni ideali per il proliferare dei batteri, è possibile installare il sistema per la sanificazione dei serbatoi.

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

1 commento su “Come avere sempre l’acqua potabile pronta da bere (anche gasata) in barca”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri l’ultimo numero

Sei già abbonato?

Ultimi annunci
I nostri social

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ti facciamo un regalo

La vela, le sue storie, tutte le barche, gli accessori. Iscriviti ora alla nostra newsletter gratuita e ricevi ogni settimana le migliori news selezionate dalla redazione del Giornale della Vela. E in più ti regaliamo un mese di GdV in digitale su PC, Tablet, Smartphone. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “iscrivimi”. Riceverai un codice per attivare gratuitamente il tuo mese di GdV!

Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


In evidenza

Può interessarti anche

Come stare in rada sicuri e comodi come in porto

Ancoraggio in baia sereni come in porto. Passare una notte all’ancora in tranquillità è più facile con le app meteo e le recensioni online che ci aiutano a individuare i luoghi giusti in anticipo, e gli allarmi ancora ci permettono

L’autopilota che timona come gli skipper più forti del mondo

Le barche a vela di ultima generazione sono sempre più veloci, tecnologiche e performanti. È un’evoluzione che vediamo certamente sulle superbarche della Coppa America, ma anche sugli scafi che affrontano regate d’altura come gli Ultim, gli Imoca o i Class40,

Registrati



Accedi