Ecco come saranno gli AC 75 per la Coppa America del 2024 a Barcellona

IL REGALO PERFETTO!

Regala o regalati un abbonamento al Giornale della Vela cartaceo + digitale e a soli 69 euro l’anno hai la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi.

A sinistra Te Rehutai, la barca vincitrice della scorsa Coppa America. A destra due possibili varianti delle forme di carena dei futuri AC 75. Entrambe le soluzioni servono a ricreare un cuscino d’aria sotto lo scafo, ma la versione con un tunnel accentuato (la mezza barca all’estrema destra evidenziata in giallo), è la scommessa più rischiosa. Si tratta di una soluzione ispirata al mondo delle Formula 1, dove però viene utilizzata per creare deportanza (spinta dall’alto verso il basso) e non portanza (spinta dal basso verso l’alto) come servirebbe agli AC 75. Tuttavia è una soluzione che, in una versione di compromesso, probabilmente è stata vagliata dai progettisti.

L’attesa è finita, la nuova generazione di AC 75 ha preso forma e mancano ormai pochi giorni per vederli in acqua con i primi bordi a vela. Le aspettative verso quella che è considerata come la terza generazione di AC 75 (contando le due versioni della scorsa Coppa) sono molto alte, sia in termini di incremento delle performance sia per lo sviluppo di nuove soluzioni progettuali per foil e scafi.  

Abbiamo giocato quindi a “progettare” alcuni dettagli dei futuri AC 75, provando a immaginare l’evoluzione delle forme e prendendo spunto da alcune immagini dei nuovi tipi di foil che iniziano a circolare grazie anche al lavoro dei team di spie della Coppa. 

La base di partenza dei futuri AC 75 a nostro avviso è la barca numero 2 di Team New Zealand che ha vinto la scorsa Coppa America, Te Rehutai, ma siamo pronti a scommettere che anche alcune soluzioni di Luna Rossa, in particolare nella zona della coperta e dell’innesto tra il ponte e la randa, con forme particolarmente aerodinamiche, saranno fonte d’ispirazione. 

Luna Rossa infatti fu la prima nella scorsa Coppa ad eliminare il boma, o meglio a nasconderlo, e a realizzare una sorta di monosuperficie tra coperta e randa per migliorare la propulsione e gli effetti aerodinamici. 

C’è tanto anche del mondo della Formula 1 in questi AC 75 che promettono di potere superare con costanza il muro dei 50 nodi, con soluzioni progettuali che si ispirano al mondo delle corse automobilistiche più famose che ci siano. 

Come saranno i nuovi AC 75

Una cosa è certa: in quest’edizione non sono concessi errori progettuali perché sarà difficile rimediare dato che è concesso, da Protocollo, costruire un solo scafo e non due come nella scorsa edizione. I design team dovranno osare nella progettazione, perché senza rischi la Coppa non si vince, ma questa volta non avranno una seconda barca per rimediare a eventuali errori. 

Come cambieranno quindi le barche dell’edizione 2024 di Barcellona, in programma dal 22 agosto al 21 ottobre prossimi? Performance, forme, foil, coperta e vele: il servizio integrale lo troverete nel numero di aprile del Giornale della Vela in edicola tra pochissimo e disponibile in versione digitale dal 23 marzo e poi in pillole anche sul nostro sito web.

A cura di Mauro Giuffrè e Federico Albano

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri l’ultimo numero

Sei già abbonato?

Ultimi annunci
I nostri social

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ti facciamo un regalo

La vela, le sue storie, tutte le barche, gli accessori. Iscriviti ora alla nostra newsletter gratuita e ricevi ogni settimana le migliori news selezionate dalla redazione del Giornale della Vela. E in più ti regaliamo un mese di GdV in digitale su PC, Tablet, Smartphone. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “iscrivimi”. Riceverai un codice per attivare gratuitamente il tuo mese di GdV!

Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


In evidenza

Può interessarti anche

FOTO Tutti i segreti di Luna Rossa appena varata

Bella, proprio bella la nuova Luna Rossa. Un oggetto spettacolare. Ma la bellezza, negli AC75, non è tutto. Se sarà veloce lo sapremo tra un bel po’ di tempo, a Barcellona dal 22 al 25 agosto. Solo allora le sei

Registrati



Accedi