3 Classic Boat Cult che aumenteranno di valore. Ecco perché sono un affare

IL REGALO PERFETTO!

Regala o regalati un abbonamento al Giornale della Vela cartaceo + digitale e a soli 69 euro l’anno hai la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi.

Swan 43, esempio di Classic Boat Cult che analizzeremo nelle prossime righe

È davvero reale che una Classic Boat possa valere di più di un qualsiasi usato? E, se sì, di quanto si rivaluta? Quanto influisce lo stato di conservazione sulla quotazione? Tutte domande legittime, a cui risponderemo in questo articolo. Infatti, abbiamo selezionato dieci prestigiosi modelli da 11 a 13 metri di “Classic Boat di valore Storico by Giornale della Vela” mettendo a confronto il loro valore attuale dell’usato con l’incremento storico.Il risultato? Una Classic Boat “cult” è sempre un affare.

Classic Boat Cult: 3 barche classiche che sono un vero affare

Esattamente come accade nei settori dell’automotive e degli immobili, può capitare che un usato valga più del nuovo. Altrettanto, proprio negli stessi ambiti, anche un acquisto da restaurare può essere il vero affare. E così è per le Classic Boat. Per esemplificare, abbiamo scelto 10 modelli Cult tra i 300 modelli “Classic Boats di valore storico by Giornale della Vela” e, per ognuno di questi, abbiamo sviluppato un modello grafico per sovrapporre i valori, esemplificando il tutto. La risposta è quindi semplice: una Classic Boat vale di più! E, più nello specifico, vede il suo valore incrementare del 10/15%, in base allo stato di conservazione. Ma, se in condizioni eccellenti, anche di più, fino al +40%! Insomma, manutenere e refittare si trasforma davvero in un affare.

Cantiere del Pardo
Grand Soleil 42, Classic Boat Cult analizzata nel precedente episodio (QUI)

Classic Boat Cult: Quando l’usato è un affare

Come funziona il sistema di ri-valutazione? Ogni barca ha una storia a sé. A grandi linee, però, possiamo identificare due frangenti. Da una parte ci sono barche che hanno già recepito sul mercato dell’usato un incremento di valore, caratteristica per cui l’aumento di valutazione storica influisce di meno. Dall’altra parte, però, ci sono invece casi in cui un modello ha ancora una bassa valutazione sul fronte dell’usato, contesto in cui l’aumento sarà quindi più alto. Insomma, se si è alla ricerca di un acquisto, bisogna fiutare l’affare!

C’è, però, un altro parametro importante di cui tenere conto: alcune barche sono rimaste in produzione per più anni di altre. Conseguenza vuole quindi che ci siano oscillazioni di prezzo più marcate a favore di modelli specifici o, talvolta, più recenti. Un esempio, l’Hallberg Rassy 382 è rimasto in produzione dal 1984 al 1995 ed è stato costruito in oltre 100 esemplari. Visti gli upgrade, l’usura e le migliorie intercorse negli anni, logico che i modelli più recenti risultino anche più costosi. Vediamo però in pratica il processo: ecco 3 Classic Boat cult d’esempio.


OCEANIS 430

Beneteau; 12,96 x 4,22 m; Philippe Briand | Produzione: 430 unità; 1986-1992

L’Oceanis 430 è uno dei capisaldi della crociera e del diporto della Beneteau anni ‘80. Progettato da Philippe Briand è forse il miglior cruiser Beneteau del periodo, forte di una coperta pulita, semi-flush, e di interni progettati così bene da farlo apparire molto più grande dei suoi 13 metri. Spopolò.

Oceanis 430

Oggi, la sua quotazione aumenta con il valore storico Classic Boat. Un modello in perfetto stato di efficienza e conservazione può valere oggi sino a 91.000 euro. Uno in discreto/buono stato di conservazione guadagna 9.000 euro rispetto alla quotazione ante valore storico, 84 contro 75.000 euro.

Classic Boat Cult
Oceanis 430

SWAN 43

Nautor Swan; 13,04 x 3,56 m; Sparkman & Stephens | Produzione: 67 Unità; 1969-1972

Lo Swan 43 può facilmente essere additato come una tra le barche più belle ed eleganti di sempre. È semplicemente un capolavoro. Impeccabile sia che si guardino le linee d’acqua, la breve tuga corta o lo specchio di poppa, incredibile. E naviga da dio. È uno dei migliori progetti Sparkman & Stephens.

Swan 43

Il valore storico Classic Boat ne incrementa poi la quotazione odierna. Un modello in perfetto stato di efficienza e conservazione può valere oggi sino a 129.000 euro. Uno in discreto/buono stato di conservazione guadagna 14.000 euro rispetto alla quotazione ante valore storico, 104 contro 90.000 euro.

Classic Boat Cult
Swan 43

GENESI 43

Comar; 13,10 x 4,02 m; Andrea vallicelli | Produzione: 1990-2001

Prima del Genesi 43 in pochi avevano osato così tanto in termini di innovazione. È stata, quasi per definizione, la barca che ha rotto gli schemi con il passato, una barca fuori dal coro, forte di linee d’acqua potenti e di un design estremamente innovativo, caratteristico nella sezione vetrata fumè che taglia la tuga in perpendicolare.

GENESI 43
Genesi 43

E il valore storico Classic Boat incrementa in modo importante la sua quotazione. Un modello in perfetto stato di efficienza e conservazione può valere oggi sino a 110.000 euro. Uno in discreto/buono stato di conservazione guadagna 10.000 rispetto alla quotazione ante valore storico, 95 contro 85.000 euro.


I tre step per valorizzare la tua Classic Boat

Bene, la vostra barca è una Classic Boat? Ora vi spieghiamo come dare dignità alle Classic Boat by Giornale della Vela e aumentarne il valore. Abbiamo creato una rete di professionisti dedicata proprio a questa valorizzazione.

  • Il primo step obbligatorio per valorizzare una Classic Boat storica by Giornale della Vela è la perizia. Abbiamo individuato due periti “top” (Davide Zerbinati e Danilo Fabbroni) in grado di stilare una reale certificazione di Classic Boat e vedere riconosciuto il valore storico della barca. Solo con un’attenta analisi dello stato del bene e della sua manutenzione negli anni, oltre a controllare che non sia stato stravolto il progetto originario, si può certificare il suo valore.
  •  L’assicurazione è il secondo passo indispensabile, dopo la perizia. Oggi è difficile che una compagnia assicurativa valuti una barca con almeno 25 anni di vita per il suo reale valore. Con la nostra iniziativa e con una perizia adeguata fornita dal nostro broker riconosciuto (David Assicurazioni), il valore intrinseco del bene viene riconosciuto anche dall’assicurazione. E se la perizia ha certificato l’ottimo stato della barca… il premio potrebbe anche essere
  • La compravendita è il terzo step che richiedeva professionisti dedicati: abbiamo coinvolto uno dei maggiori broker italiani (Abayachting) in grado di recepire il reale valore di ognuna delle attuali 188 barche selezionate, sia nel caso di vendita che di acquisto. Vi aiuta a venderla o a comprarla al miglior prezzo, selezionando l’acquirente o il compratore migliore, eseguendo una valutazione dello stato della barca.
  • Il nostro “dream team” di periti, assicuratori e broker è contattabile con un click direttamente dalle schede delle barche (Qui il link).

BARCHE USATE Che affare essere una Classic Boat!

 

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri l’ultimo numero

Sei già abbonato?

Ultimi annunci
I nostri social

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ti facciamo un regalo

La vela, le sue storie, tutte le barche, gli accessori. Iscriviti ora alla nostra newsletter gratuita e ricevi ogni settimana le migliori news selezionate dalla redazione del Giornale della Vela. E in più ti regaliamo un mese di GdV in digitale su PC, Tablet, Smartphone. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “iscrivimi”. Riceverai un codice per attivare gratuitamente il tuo mese di GdV!

Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


In evidenza

Può interessarti anche

I migliori catamarani del 2024 per gli americani sono questi

Lo scorso 3 aprile durante l’International Multihull Boat Show allestito a La Grande Motte, in Francia, si è tenuta la cerimonia di premiazione del concorso “Multihull of the Year” organizzato in collaborazione con la rivista statunitense Multihulls World. Negli ultimi

Registrati



Accedi