Tre “nuove” Classic Boat tra i 13 e i 14,5 metri che aumenteranno di valore

IL REGALO PERFETTO!

Regala o regalati un abbonamento al Giornale della Vela cartaceo + digitale e a soli 69 euro l’anno hai la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi.

Classic Boat
X-442

Le Classic Boat di valore storico by Giornale della Vela non smettono mai di aggiornarsi! Sono arrivate 20 nuove barche, uno step più vicino alla quota delle 300 Classic Boat, che presto raggiungeremo anche grazie ai vostri commenti e suggerimenti.  Siamo infatti arrivati a 280 barche (duecentottanta Classic Boats!) che, giustamente, stanno e potranno aumentare in valore, ricevendo finalmente il riconoscimento che meritano, così come la cura ed il rispetto loro necessari. Ovviamente, altre si aggiungeranno all’elenco. Insomma, avere una Classic Boat sta finalmente pagando, e non solo in termini di passione e soddisfazioni.

Alla scoperta di 3 nuove Classic Boat da 13,4 a 14,4 metri

Insomma, ci sono ormai 280 barche per tutte le tasche e di tutte le dimensioni (6-30 metri) che aumentano di valore e che possono rivelarsi veri affari, sia per chi le ha già, sia per chi vuole comprarne una. Perché, sì, le Classic Boat aumentano di valore. Ma un valore non solo affettivo. Un reale incremento del valore che meritano grazie alle loro caratteristiche di innovazione, bellezza, qualità, prestazioni. Barche che valgono e varranno più di altre e che nel tempo verranno ancora più celebrate. Se volete scoprirle tutte, esplorate le nostre sezioni Classic Boat Storiche e Classic Boat News. Qui di seguito, invece vi porteremo alla scoperta di 3 nuove Classic Boat tra i 13,4 e i 14,4 metri


BAVARIA 42

Bavaria; 13,4 x 3,95 m; 1998: J&J

A fine anni ‘90 Bavaria si affida alle sapienti matite di J&J per il progetto di un nuovo 40 piedi. Nel 1998 vede la luce il Bavaria 42, un cruiser dalle linee morbide, forte di una tughetta appena rialzata, a tutto vantaggio degli interni, ariosi e confortevoli. Disponibile in versioni a 2 o 3 cabine, sarà apprezzato da molti crocieristi.

Bavaria 42

X-442

X-Yachts; 13,5 x 4,13 m; 1993; Niels Jeppesen

In produzione dal 1993 al 2003, l’X-442 è uno dei Classici anni ’90 di Jeppesen. Prodotto in 127 esemplari, fu il terzo performance-cruiser del cantiere, una barca lussuosa e non dimentica del comfort, ma profondamente sportiva e forte sul piano della performance. Rigida, qualitativamente al top e forte di spazi ben pensati, divenne presto un modello di riferimento per i molti 40 piedi di fine secolo.

X-442

SUN ODYSSEY 47

Jeanneau; 14,4 x 4,45 m; 1991; Philippe Briand

Briand prosegue la sua collaborazione con la francese Jeanneau e firma un cruiser destinato a superare la quarantina di esemplari. È il Sun Odyssey 47, uno scafo pensato per accomodare i bisogni della crociera, una barca comoda, stabile e forte di un ampio pozzetto e di specchio di poppa a gradoni. Ne verranno prodotte due versioni, una standard e una CC, a pozzetto centrale.

Sun Odyssey 47

I tre step per valorizzare la tua Classic Boat

Bene, la vostra barca è una Classic Boat? Ora vi spieghiamo come dare dignità alle Classic Boat by Giornale della Vela e aumentarne il valore. Abbiamo creato una rete di professionisti dedicata proprio a questa valorizzazione.

  • Il primo step obbligatorio per valorizzare una Classic Boat storica by Giornale della Vela è la perizia. Abbiamo individuato due periti “top” (Davide Zerbinati e Danilo Fabbroni) in grado di stilare una reale certificazione di Classic Boat e vedere riconosciuto il valore storico della barca. Solo con un’attenta analisi dello stato del bene e della sua manutenzione negli anni, oltre a controllare che non sia stato stravolto il progetto originario, si può certificare il suo valore.
  •  L’assicurazione è il secondo passo indispensabile, dopo la perizia. Oggi è difficile che una compagnia assicurativa valuti una barca con almeno 25 anni di vita per il suo reale valore. Con la nostra iniziativa e con una perizia adeguata fornita dal nostro broker riconosciuto, il valore intrinseco del bene viene riconosciuto anche dall’assicurazione (David Assicurazioni). E se la perizia ha certificato l’ottimo stato della barca… il premio potrebbe anche essere sorprendente. QUI puoi scoprire di più sull’assicurazione!
  • La compravendita è il terzo step che richiedeva professionisti dedicati: abbiamo coinvolto uno dei maggiori broker italiani (Abayachting) in grado di recepire il reale valore di ognuna delle attuali 188 barche selezionate, sia nel caso di vendita che di acquisto. Vi aiuta a venderla o a comprarla al miglior prezzo, selezionando l’acquirente o il compratore migliore, eseguendo una valutazione dello stato della barca.
  • Il nostro “dream team” di periti, assicuratori e broker è contattabile con un click direttamente dalle schede delle barche (Qui il link).

BARCHE USATE Che affare essere una Classic Boat!

 

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri l’ultimo numero

Sei già abbonato?

Ultimi annunci
I nostri social

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ti facciamo un regalo

La vela, le sue storie, tutte le barche, gli accessori. Iscriviti ora alla nostra newsletter gratuita e ricevi ogni settimana le migliori news selezionate dalla redazione del Giornale della Vela. E in più ti regaliamo un mese di GdV in digitale su PC, Tablet, Smartphone. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “iscrivimi”. Riceverai un codice per attivare gratuitamente il tuo mese di GdV!

Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


In evidenza

Può interessarti anche

I migliori catamarani del 2024 per gli americani sono questi

Lo scorso 3 aprile durante l’International Multihull Boat Show allestito a La Grande Motte, in Francia, si è tenuta la cerimonia di premiazione del concorso “Multihull of the Year” organizzato in collaborazione con la rivista statunitense Multihulls World. Negli ultimi

Registrati



Accedi