Coppa America: tutto quello che c’è da sapere sulle Preliminari di Jeddah

IL REGALO PERFETTO!

Regala o regalati un abbonamento al Giornale della Vela cartaceo + digitale e a soli 69 euro l’anno hai la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi.

November 28, 2023. America’s Cup Preliminary Regatta Jeddah presented by NEOM, 29th Nov – 2nd Dec 2023. EMIRATES TEAM NEW ZEALAND.

Con la practice race in programma il 29 novembre si aprono ufficialmente le Regate Preliminari di Jeddah, secondo antipasto della Coppa America 2024 dopo la tappa di Vilanova. Si regaterà ancora con gli AC 40, e come abbiamo ormai imparato queste regate non hanno valore ai fini della Coppa vera e propria. Accendono però l’interesse del pubblico, che può godersi un po’ di azione in acqua, e portano i sailing team in modalità regata, sempre utile dopo lunghi mesi di allenamenti in solitaria.

November 26, 2023. America’s Cup Preliminary Regatta Jeddah presented by NEOM, 29th Nov – 2nd Dec 2023. Jeddah Yacht Club Academy. Free training, LUNA ROSSA PRADA PIRELLI TEAM.

La Regate Preliminari di Jeddah saranno trasmesse in diretta YouTube sul canale ufficiale dellìAmerica’s Cup, e in diretta TV per l’Italia in chiaro sul canale 20, a pagamento su Sky. Le dirette sono in programma dal 30 novembre alle ore 11,30. La formula delle regate prevede regate di flotta per tutta la serie a parte la finale, che sarà in match race.

Regate Preliminari – Che vento c’è a Jeddah

November 27, 2023. America’s Cup Preliminary Regatta Jeddah presented by NEOM, 29th Nov – 2nd Dec 2023. Free training.

La Coppa America sbarca per la prima volta sul Mar Rosso, a Jeddah, e si correrà su un campo di regata che promette condizioni più brillanti rispetto a quelle viste a Vilanova. Mare piatto e sea breeze intorno ai 10 nodi sono le condizioni attese in acqua, che dovrebbero garantire regate regolari, come si è già visto nei giorni di allenamento precedenti all’evento.

Con un meteo simile è lecito aspettarsi dagli AC 40 uno spettacolo avvincente, e vedremo se le regate saranno un po’ più aperte e imprevedibili di quelle viste nel primo atto delle Preliminari.

Regate Preliminari – La novità di luna Rossa

Marco Gradoni

I membri di Luna Rossa Prada Pirelli convocati per la Preliminary Regatta di Jeddah (l’equipaggio definitivo sarà selezionato su base giornaliera) sono: Ruggero Tita (timoniere), Marco Gradoni (timoniere), Umberto Molineris (trimmer), Vittorio Bissaro (trimmer), Federico Colaninno(trimmer). Rispetto alla trasferta di Vilanova il team italiano cambia quasi tutti gli elementi, il solo che è stato riproposto è Umberto Molineris, e adesso gli occhi sono puntati tutti sui timonieri.

Per la prima volta dopo 4 anni al timone di Luna rossa non ci saranno James Spithill e Francesco Bruni, bensì Marco Gradoni e Ruggero Tita. Il tre volte campione del mondo optmist Gradoni e l’oro olimpico Nacra 17 Tita regateranno per la prima volta insieme e, se il primo è certamente destinato all’equipaggio Youth, il secondo è a caccia di un posto sull’AC 75. Le altre novità sono quelle di Vittorio Bissaro, che conclusa la campagna olimpica si dedicherà totalmente a Luna Rossa, e Federico Colaninno, anche lui molto probabilmente destinato poi all’equipaggio Youth.

«È la prima volta che l’America’s Cup naviga nelle acque del Mar Rosso», ha detto Max Sirena, Skipper e Team Director di Luna Rossa Prada Pirelli, «e siamo quindi felici e curiosi di confrontarci su un campo di gara che è una novità assoluta per tutti. Nel rispetto del nostro approccio sportivo, che mira a ruotare i membri del sailing team al fine di trovare il mix perfetto per la 37^ America’s Cup, a Jeddah avremo un equipaggio diverso da quello di Vilanova, con diversi volti nuovi».

Gli avversari di Luna Rossa verso la Coppa America

Team New Zealand – Il Defender

L’AC 75 Te Rehutai con cui Team New Zealand ha vinto la scorsa Coppa America è uno dei punti di riferimento progettuali per la prossima generazione di 75. Si notano alcune somiglianze con il Leq 12 di Luna Rossa, in particolare sulla carena “scavata” che aiuta la barca a rimanere alta e consente di usare foil meno voluminosi.

I kiwi ripartono dallo zoccolo duro della vincente generazione di trentenni: Peter Burling (classe 1991), Blair Tuke (1990), Josh Junior (1990), Andy Maloney (1991), a cui si aggiunge come altro timoniere Nathan Outteridge con la sua esperienza. Se dal design team uscirà un’altra volta un”coniglio” velocissimo, come spesso successo nella storia del team, saranno loro i favoriti per la difesa della Coppa America.

OE Team France

OE Team France

Iscrizione last minute per il  sindacato guidato da Stephan Kandler e Bruno Dubois. In acqua però lo skipper sarà Quentin De Lapierre, già timoniere di Team France al SailGp. Del team, come responsabile delle performance, fa parte anche la stella Franck Cammas. I francesi pare abbiano comprato una “piattaforma” del progetto dell’AC 75 dai kiwi, dato il poco tempo a disposizione.

INEOS Britannia

L’AC 40 Ineos in allenamento a Palma di Maiorca.

Il deficit del team inglese nelle ultime due campagne di Coppa America, Bermuda ed Auckland, è stato sempre da un punto di vista progettuale, con mezzi che si sono rivelati non all’altezza. Se risolvono questo problema il sailing team è di primo piano e ruota sempre intorno a Ben Ainslie, con Giles Scott e Dylan Fletcher tra i leader tecnici, e di esperienza, dell’equipaggio.

American magic

America’s Cup Recon Tuesday the 22nd of November 2022.
American Magic boat Patriot (B2) (AC75 Class) Sailing all day in a cold North breeze with blue sky.
©Paul Todd/AMERICA’S CUP

Non c’è più Dean Barker e Therry Hutchinson avrà un ruolo più da manager che da velista. La new entry importante è quella di Tom Slingsby, che vanta giù una Coppa America vinta con Oracle e diversi successi nel Sail Gp, oltre a quelli Olimpici. L’altro leader indiscusso dell’equipaggio sarà Paul Goodison, già a bordo nella scorsa edizione, e sicuro di essere uno dei timonieri.

Alinghi Red Bull Racing

Alinghi Red Bull Racing performs during the practice in Barcelona, Spain on 12 of October, 2022. // Samo Vidic / Red Bull Content Pool

Quello svizzero è l’equipaggio più indecifrabile, possibili outsider della Coppa. Lo skipper sarà Arnaud  Psarofaghis, uomo di lungo corso dentro Alinghi, specialista dei Moth. Spicca il dato sull’età, la media complessiva d’età dell’equipaggio è intorno ai 30 anni, tra i più giovani. A rinforzare le fila elvetiche anche l’Italiano Pietro Sibello, ex Luna Rossa, nel ruolo di coach.

Mauro Giuffrè

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri l’ultimo numero

Sei già abbonato?

Ultimi annunci
I nostri social

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ti facciamo un regalo

La vela, le sue storie, tutte le barche, gli accessori. Iscriviti ora alla nostra newsletter gratuita e ricevi ogni settimana le migliori news selezionate dalla redazione del Giornale della Vela. E in più ti regaliamo un mese di GdV in digitale su PC, Tablet, Smartphone. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “iscrivimi”. Riceverai un codice per attivare gratuitamente il tuo mese di GdV!

Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


In evidenza

Può interessarti anche

INEOS Britannia, a fuoco la barca di Sir Ben Ainslie

INEOS Britannia, a fuoco la barca di Sir Ben Ainslie

Il team di America’s Cup INEOS Britannia sta attraversando un periodo burrascoso, e non solo sul mare. Dopo un po’ di delusione nelle regate preliminari di America’s Cup, con un ultimo e penultimo posto alle tappe di Vilanova e Jeddah,

Torna su

Registrati



Accedi