SSL Gold Cup, ovvero la Coppa del Mondo di vela con i campionissimi

IL REGALO PERFETTO!

Regala o regalati un abbonamento al Giornale della Vela cartaceo + digitale e a soli 69 euro l’anno hai la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi.

Nel mondo della vela, a differenza di quello del calcio, si fa più fatica a distinguere tra i vari eventi che si definiscono come “mondiali”. Esistono nel mondo delle regate molte classi, olimpiche e non, monotipo o a rating, e ognuna di esse ha il suo Mondiale. Come si può quindi eleggere il “Campione del Mondo” assoluto per nazioni? A questa domanda sta dando una risposta la Star Sailor League (SSL n.d.r.) Gold Cup.

SSL Gold Cup – Come funziona

I 56 migliori paesi del mondo, selezionati nella classifica SSL Nation (che tiene conto del prestigio velico della nazione e dei risultati ottenuti nelle varie classi internazionali), si danno battaglia per sollevare la Coppa del mondo di vela. La SSL Gold Cup è iniziata il 19 maggio con le Qualifying Series a Grandson, Lago di Neuchâtel (Svizzera). Tutte le squadre classificate dalla Top 25 alla 56 nella classifica SSL Nations di gennaio 2022 si sono incontrate in 8 gironi da 4 squadre ciascuno. Le prime prime due squadre di ogni girone hanno avuto accesso alla Final Series che si si sta svolgendo alle Isole Canarie in questi giorni, fino al 3 dicembre, a bordo degli RC 44 in regate di flotta con match race in finale.

Il tabellone dei quarti di finale

SSL Gold Cup – c’è anche l’Italia

Tra le nazioni che hanno sempre partecipato agli eventi della Star Sailor League c’è anche l’Italia, che in quest’edizione schiera un equipaggio di prim’ordine capitanato da Vasco Vascotto. Nel team che ha partecipato a questa stagione ci sono anche Matteo Aguardo, Vittorio Bissaro, Michele Ivaldi, Umberto Molineris, Enrico Voltolini, Michele Cannoni, Diego Negri, Francesco Bruni, Pierluigi De Felice e Federico Colaninno.

Il livello dei team e dei loro capitani è stellare, con velisti coinvolti del calibro di Paul Cayard, Robert Scheidt, Santiago Lange, Luis Doreste e molti altri, tutti profili che nelle loro classi hanno scritto pagine storiche della vela.

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri l’ultimo numero

Sei già abbonato?

Ultimi annunci
I nostri social

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ti facciamo un regalo

La vela, le sue storie, tutte le barche, gli accessori. Iscriviti ora alla nostra newsletter gratuita e ricevi ogni settimana le migliori news selezionate dalla redazione del Giornale della Vela. E in più ti regaliamo un mese di GdV in digitale su PC, Tablet, Smartphone. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “iscrivimi”. Riceverai un codice per attivare gratuitamente il tuo mese di GdV!

Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


In evidenza

Può interessarti anche

INEOS Britannia, a fuoco la barca di Sir Ben Ainslie

INEOS Britannia, a fuoco la barca di Sir Ben Ainslie

Il team di America’s Cup INEOS Britannia sta attraversando un periodo burrascoso, e non solo sul mare. Dopo un po’ di delusione nelle regate preliminari di America’s Cup, con un ultimo e penultimo posto alle tappe di Vilanova e Jeddah,

Torna su

Registrati



Accedi