Sail-pod 25 kW: elettrico, italiano, ecologico. Per barche a vela da 12 m!

IL REGALO PERFETTO!

Regala o regalati un abbonamento al Giornale della Vela cartaceo + digitale e a soli 69 euro l’anno hai la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi.

Sail-pod 25 kW
Sail-pod 25 kW con le pale in carbonio chiuse

L’azienda italiana Velettrica ha ideato Sail-pod 25 kW, un innovativo sistema di propulsione elettrico con un’elica hi-tech che funziona come un normale propulsore, ma consente nello stesso tempo di recuperare energia quando la barca è spinta solo dalle vele. Leggerissimo, con materiali di derivazione aerospaziale, è studiato per barche a vela da 40 a 60 piedi: si parte dai 12 metri, quindi.

Sail-pod 25 kW

Navigare lasciando dietro di sé una scia pulita, a zero emissioni, nel pieno rispetto dell’ambiente marino e soprattutto risparmiando l’energia di bordo è il sogno di ogni diportista responsabile. Oggi anche grazie alla tecnologia quel sogno è sempre più a portata di mano. Tra i nuovi dispositivi del mercato nautico che interpretano questo modo di andare per mare in chiave “green” c’è il Sail-pod, un innovativo sistema di propulsione elettrico ad alta efficienza che trasforma la barca a vela in un mezzo che navigando produce energia per caricare le batterie e alimentare i sistemi di bordo senza l’utilizzo di combustibili fossili. Lo scoprite al Mets di Amsterdam dal fino al 17 novembre presso lo Stand 301 Hall 7.

A idearlo e svilupparlo è l’azienda Velettrica, una startup italiana, nata nel 2021 per mano dell’imprenditore e velista Roberto Baffigo che ha iniziato a sperimentare come andare per mare in modo totalmente sostenibile nel corso di numerose crociere con la famiglia.

Sail-pod

Il “cuore” del sistema è un’elica a doppia funzione

Il Sail-pod 25 kW si installa facilmente e in modo veloce, non occupa spazio eccetto le batterie e si adatta a tutte le imbarcazioni a vela tra i 40 e i 60 piedi. Il sistema è sempre attivo e non produce nessun rumore, né vibrazioni e né emissioni. E mentre noi veleggiamo anche a pochi nodi, Sail-pod 25 kW ricarica le batterie e ci consente di avere sempre gli strumenti efficienti.

La tecnologia innovativa del Sail-pod 25 kW di Velettrica è costituita da un’elica multifunzione con relativo sistema di comando e controllo elettronico. L’elica funziona come un normale propulsore, ma consente nello stesso tempo di recuperare energia quando la barca è mossa dalla sola forza del vento. In questo caso si chiude come un fiore e minimizza l’attrito nell’acqua.

Componenti derivati dalla tecnologia aerospaziale

Tutti i componenti del Sail-pod sono studiati e realizzati per ottenere il maggior rendimento e la massima durata, in particolare la costruzione dei componenti più critici è stata affidata ad Avio Spa: le pale dell’elica e la pinna sono in carbonio pre-preg e gli ingranaggi che permettono l’apertura e la regolazione dell’elica sono in Inconel, tutti materiali di grado aerospaziale, questo ha permesso di ottenere il sistema elettrico più leggero della categoria, solo 110 kg.

La validità scientifica del Sail-pod 25 kW di Velettrica è attestata da accurati test condotti presso la vasca navale dell’INM (Institute of Marine Engineering, CNR) e nei laboratori del Center for Power Electronics and Drives (C-PED) del Dipartimento di Ingegneria Civile, Informatica e Tecnologie Aeronautiche dell’Università degli Studi ROMA TRE, che hanno permesso di massimizzare l’efficienza dell’elica e del power-train in tutte le condizioni operative.

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

2 commenti su “Sail-pod 25 kW: elettrico, italiano, ecologico. Per barche a vela da 12 m!”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri l’ultimo numero

Sei già abbonato?

Ultimi annunci
I nostri social

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ti facciamo un regalo

La vela, le sue storie, tutte le barche, gli accessori. Iscriviti ora alla nostra newsletter gratuita e ricevi ogni settimana le migliori news selezionate dalla redazione del Giornale della Vela. E in più ti regaliamo un mese di GdV in digitale su PC, Tablet, Smartphone. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “iscrivimi”. Riceverai un codice per attivare gratuitamente il tuo mese di GdV!

Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


In evidenza

Può interessarti anche

Adesso hai l’incentivo se compri un motore elettrico

  Arrivano gli incentivi per l’acquisto di un motore elettrico marino. Dopo anni di vane attese, lungaggini burocratiche e la sensazione di essere praticamente “invisibili” agli occhi del Governo in quella tanto sbandierata corsa alla “transizione ecologica”, finalmente anche per

Come mettere a riposo l’entrobordo. Ecco cosa fare

Per il disarmo invernale dell’entrobordo della vostra barca potete affidarvi a un’officina specializzata o, se siete degli smanettoni, provare a eseguire voi stessi le operazioni di messa a riposo: c’è più soddisfazione, no? Senza contare il risparmio! Invernaggio entrobordo –

Torna su

Registrati



Accedi