Rosetti da sogno alla Mini Transat, Beccaria e Bona inseguono alla Jacques Vabre

IL REGALO PERFETTO!

Regala o regalati un abbonamento al Giornale della Vela cartaceo + digitale e a soli 69 euro l’anno hai la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi.

Luca Rosetti con la sua Race=Care

Prepariamoci a giornate molto calde dal punto di vista velico perché la vela italiana in Oceano sembra intenzionata a pensare in grande. La Mini Transat sta arrivando alle sue battute finali, mentre la Transat Jacques Vabre sta per entrare ormai nel vivo, ed in entrambe c’è chi ci fa sognare. Luca Rosetti è ancora in testa alla seconda tappa della Mini Transat, gli italiani alla Jacques Vabre continuano invece a lottare nel gruppo di testa.

Mini Transat – Rosetti ci crede!

Copertina meritatissima oggi per Luca Rosetti che con la sua Race=Care sta cercando di portare a termine quella che sarebbe un’indiscussa impresa sportiva. Lo skipper romagnolo infatti è ormai da diversi giorni al comando della seconda tappa della Mini Transat, serissimo candidato alla vittoria di tappa e non solo. Ha chiuso ottavo la leg 1 staccato di 15 ore dal belga Gendebien, che però adesso si trova addirittura a 148 miglia dall’italiano, realisticamente già staccato di almeno 15 ore o più. Gli altri skipper finiti sul podio, Quiviger e Lemunier, sono altrettanto staccati.

La vittoria generale della Mini Transat 2023 è quindi qualcosa a cui Rosetti può pensare seriamente, ma prima ci saranno da affrontare le ultime 300 miglia che non si annunciano banali. In avvicinamento ai Caraibi e all’arrivo di Saint François c’è sempre il rischio temporali, oltre che di un Aliseo più instabile. Da vedere come Rosetti approccerà queste battute finali della regata, se restando all’attacco o rimanendo prudente.

Transat Jacques Vabre – La quiete dopo la tempesta

Ambrogio Beccaria su Alla Grande Pirelli in una foto di LorenzoSironi.jpg

Dopo un inizio contraddistinto da vento forte e onda, la Jacques Vabre sta attraversando una fase di calma. Al largo del Portogallo si è formata una grande zona senza vento che i Class 40 stanno attraversando e che tra poco riguarderà anche gli Imoca 60.

Non è un momento facile per gli italiani nei Class 40: Beccaria, in coppia con Andrieu, è scivolato in sesta posizione seguito da Alberto Bona in coppia con Pablo Santurde. I due Class italiani hanno sofferto la loro posizione più orientale in questa fase di vento leggero, mentre chi si trovava a ovest ha sfruttato un po’ di vento in più. Tra poco però la flotta entrerà nell’Aliseo, e la posizione potenzialmente più a sud di Allagrande Pirelli e IBSA potrebbe essere vantaggiosa. Andrea Fornaro su Influence 2 è in 14ma posizione a 60 miglia dal gruppo di testa.

Giancarlo Pedote invece, sull’Imoca 60 Prysmian Group, è in 17ma posizione a circa 130 miglia dal leader Charal, di Jérémie Beyou, che in questo momento sembra potere dominare la corsa.

Tracking

Mauro Giuffrè

 

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri l’ultimo numero

Sei già abbonato?

Ultimi annunci
I nostri social

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ti facciamo un regalo

La vela, le sue storie, tutte le barche, gli accessori. Iscriviti ora alla nostra newsletter gratuita e ricevi ogni settimana le migliori news selezionate dalla redazione del Giornale della Vela. E in più ti regaliamo un mese di GdV in digitale su PC, Tablet, Smartphone. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “iscrivimi”. Riceverai un codice per attivare gratuitamente il tuo mese di GdV!

Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


In evidenza

Può interessarti anche

L’imbianchino che rubò la Coppa America agli americani

Chissà se gli americani avrebbero mai immaginato che a interrompere il loro dominio sulla Coppa America, con un record durato 132 anni e 24 edizioni, sarebbe stato un nativo Inglese, emigrato in Australia dove aveva cominciato la sua carriera professionale

vacanza in barca

Noleggiare la barca con le garanzie delle agenzie di viaggio

Nel nostro articolo “Noleggiare la barca online, ecco 6 imprevisti” abbiamo sottolineato i rischi di una prenotazione online fai-da-te di una vacanza in barca senza garanzie. Un nostro lettore, Gianni Costetti, di Navalia SRL,  specialista del settore dal 1996 ci

Torna su

Registrati



Accedi