Coppa America: alla scoperta dei timonieri di luna Rossa, a chi la ruota?

IL REGALO PERFETTO!

Regala o regalati un abbonamento al Giornale della Vela cartaceo + digitale e a soli 69 euro l’anno hai la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi.

Il prototipo di luna rossa

Esperienza o freschezza, nuove o “vecchie” leve? O meglio: Bruni-Spithill o Tita-Gradoni? La curiosità riguardante l’equipaggio di Luna Rossa, sia per le prossime Regate preliminari che in ottica Coppa America 2024, è tanta.

Luna Rossa attingendo alla nazionale di classi olimpiche italiana, da quella del Nacra 17 in particolare ma non solo, si è assicurata talenti certi come Ruggero Tita e Vittorio Bissaro (che ha il ruolo di trimmer), o una grande promessa in attesa di “esplodere” come Marco Gradoni.

I nuovi ingressi hanno portato “skills” differenti nell’organico di Luna Rossa: l’attitudine al foiling e alla velocità di Tita e Bissaro, e la capacità di adattarsi subito al simulatore e al timone del giovane Gradoni.

Il gruppo giovani inevitabilmente incalza le nuove leve ma alla fine, chi timonerà su Luna Rossa?

Il rooster dei timonieri, ecco chi sono

Checco Bruni intervistaFrancesco Bruni: tre olimpiadi alle spalle (Laser, 49er e Star) per il cinquantenne palermitano che ha una lunga militanza anche in Coppa America tra Luna Rossa e Artemis. Bruni è uno dei professionisti italiani più completi: ha spaziato dalle classi olimpiche ai monotipi, alla classe box rules dei Tp 52, fino ad approdare alle barche foil con una lunga attività in Moth.

In Italia può essere considerato come il velista più esperto dal punto di vista della varietà di classi in cui è stato impegnato ormai in 30 anni di attività sui campi di regata.

Jimmy bacia la Coppa America vinta nel 2013 a San Francisco.

James Spithill: nato nel 1979 a Sydney, Spithill ha legato la sua intera carriera alla Coppa America. Esordisce come timoniere di Young Australia quando aveva appena 20 anni, alla Coppa America 99-2000 di Auckland. Si afferma nel tempo come uno dei match racer più aggressivi della scena, e approda una prima volta in Luna Rossa per la Coppa del 2007.

La Brocca poi la vince due volte con Oracle, una delle quali con la pazzesca rimonta del 2012. Da quando è sorto l’astro del kiwi Peter Burling, sembra soffrirne la concorrenza dato che nelle sfide dirette è uscito battuto sia alla Coppa di Bermuda del 2017 che nel 6-3 della sconfitta su Luna Rossa alla scorsa edizione.

Ruggero Tita

Ruggero Tita: 31 anni da Rovereto, il trentino ha svoltato la sua carriera dopo l’Olimpiade di Rio 2016, quando ha deciso di cambiare classe passando dal 49er al Nacra 17. Il suo primo quadriennio è stato di livello siderale, tanto da culminare con l’oro olimpico.

In coppia con Caterina Banti hanno vinto tutto: non solo le Olimpiadi ma Mondiali ed Europei a ripetizione, nonché tante tappe di Coppa del Mondo. Approda in Luna Rossa per ampliare le competenze in tema foiling, e per mettere a disposizione del team le sue skills da timoniere di barche veloci.

Marco Gradoni: romano, 19 anni, è la grande promessa della vela azzurra. Il primo al mondo a vincere tre Mondiali Optimist di fila, risultati che gli sono valsi il Rolex Sailor of the Year. Poi la sua carriera è stata più travagliata al momento del passaggio alle classi olimpiche: un titolo mondiale e uno Europeo, entrambi juniores, sul 470 misto con Alessandra Dubbini nel 2021, poi un po’ di risultati altalenanti.

Fino ad abbandonare il 470 dopo la chiamata di Luna Rossa, per dedicarsi solo alla campagna di Coppa.

Il timoniere di Luna Rossa – Un occhio al calendario

In ottica AC 40 il prossimo appuntamento sarà dal 29 novembre al 2 di dicembre a Jeddah. Il calendario questa volta gioca a favore di Ruggero Tita, impegnato sul doppio fronte con il Nacra 17 olimpico insieme a Caterina Banti.

Dall’8 al 13 novembre si svolgeranno a Vilamoura in Portogallo gli Europei Nacra, poi la stagione del cat olimpico riprenderà a marzo, con il Trofeo Princesa Sofia che farà partire l’avvicinamento alle Olimpiadi di agosto.

L’occasione per vedere al timone Ruggero Tita, sia pure solo con gli AC 40, potrebbe essere a Jeddah, ed è verosimile che il timoniere trentino venga inserito tra i convocati. E in tal senso ci sono buone chance di vedere anche Marco Gradoni: le Regate Preliminari non valgono ai fini della Coppa America, e sarebbe un modo per fargli testare la modalità regata anche nell’ottima di andare poi a timonare il 40 dell’equipaggio Youth.

Timonieri di Luna Rossa – In Coppa America cambia tutto

Ruggero Tita è l’oro olimpico in carica, in coppia con Caterina Banti, nei Nacra 17, e ha tutte le intenzioni di provare a difendere la medaglia, al netto di una selezione interna alla squadra azzurra da decidere.

Le Olimpiadi saranno dal 26 luglio all’11 agosto 2024, il 22 di agosto è prevista a Barcellona la cerimonia inaugurale dell’America’s Cup 2023, seguiranno le prime regate della selezione sfidanti: tempi strettissimi per competere al top su due fronti. Se Ruggero Tita e Caterina Banti, come plausibile, resteranno in corsa per la selezione Nacra 17, una parte importante del lavoro nei mesi che precedono l’Olimpiade dovranno verosimilmente dedicarli al catamarano.

Il che non metterebe Tita nelle condizioni ideali per prepararsi al meglio anche alla Coppa.

Fuori causa Gradoni, la cui ruota dell’AC 75 verrà data presumibilmente in allenamento, o al massimo in una comparsata nell’ultima Regata Preliminare di Barcellona (sarà con i 75 n.d.r.).

Scenario quindi che, a rigor di logica ma sempre incline a riservare sorprese, sembrerebbe definito. Bruni e Spithill restano ancora piuttosto “solidi”, e soprattutto il siciliano è stato impiegato spesso al timone durante i mesi di allenamento a Cagliari, stando ai report ufficiali dei Recon. Alla fine però non dimentichiamo una cosa: a timonare saranno quelli che hanno dimostrato le performance migliori durante gli allenamenti, e non è escluso che Tita sia completamente fuori dai giochi.

Mauro Giuffrè

 

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri l’ultimo numero

Sei già abbonato?

Ultimi annunci
I nostri social

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ti facciamo un regalo

La vela, le sue storie, tutte le barche, gli accessori. Iscriviti ora alla nostra newsletter gratuita e ricevi ogni settimana le migliori news selezionate dalla redazione del Giornale della Vela. E in più ti regaliamo un mese di GdV in digitale su PC, Tablet, Smartphone. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “iscrivimi”. Riceverai un codice per attivare gratuitamente il tuo mese di GdV!

Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


In evidenza

Può interessarti anche

Cino Ricci

Cino Ricci premiato dall’America’s Cup Hall of Fame

Vincenzo “Cino” Ricci, per tutti rigorosamente Cino, il mitico skipper di Azzurra e promotore della prima sfida italiana alla Coppa nel 1983, è stato premiato con un riconoscimento dall’America’s Cup Hall of Fame. Il romagnolo, che quest’anno spegnerà le 90

Registrati



Accedi