Crociera pagata, anzi no. E salta la vacanza. Il caso Zizoo

IL REGALO PERFETTO!

Regala o regalati un abbonamento al Giornale della Vela cartaceo + digitale e a soli 69 euro l’anno hai la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi.

Da alcuni mesi si stanno accumulando lamentele da parte di diportisti che prenotano una crociera a vela con il broker on line Zizoo. In pratica gli equipaggi sono costretti a pagare due volte o addirittura saltare le proprie vacanze.

L’incubo peggiore per chi decide di regalarsi una bella crociera a vela prendendo la barca a noleggio. A ridosso della partenza, o addirittura durante il check in sulla banchina, si scopre che l’importo pagato regolarmente in anticipo non risulta da nessuna parte e si è costretti a sborsare nuovamente l’intera somma per salvare la tanto attesa vacanza.

È quanto sta accadendo da alcuni mesi a decine di diportisti che prenotano un charter sulla piattaforma del broker online Zizoo. Il copione di questo vero e proprio incubo è sempre lo stesso. L’equipaggio sceglie la destinazione, prenota la barca con cui effettuare la crociera, quindi paga in anticipo il deposito previsto. Poco prima della partenza, tuttavia, apprende dalla società armatrice della barca noleggiata che i depositi versati a Zizoo non sono stati ricevuti. Risultato: contratto di noleggio annullato e due opzioni, pagare nuovamente l’intero importo per portare a termine la vacanza oppure restare a casa a piangere sui danni e la beffa. Anzi la truffa.

Compagnia rinomata, come è possibile?

La vicenda è alquanto clamorosa visto che Zizoo è una delle più importanti agenzie online di charter al mondo. La compagnia è stata fondata nel 2015 dalla croata Anna Benicevic e negli ultimi anni ha raccolto circa 30 milioni di dollari di capitale grazie a finanziamenti di gruppi internazionali come Axel Springel, Revo Capital, Aws Founders Fund e Liquidity Group. Essendo un broker Zizoo aggrega offerte di charter in tutte le destinazioni e permette ai clienti di prenotare la crociera, un po’ come fa la piattaforma “Booking” per hotel e strutture alloggiative.

Quindi incassa i vari depositi cauzionali e corrispettivi dei contratti di charter stipulati per poi versarli alle varie agenzie di noleggio locali che materialmente mettono a disposizione la barca prenotata. Non può in alcun modo trattenere per sé quelle somme, come invece sembra avere fatto in questi mesi.

Zizoo

Clienti infuriati e pessime recensioni on line

Nei casi peggiori i clienti hanno scoperto l’inghippo soltanto una volta giunti alla base nautica di partenza e in procinto di iniziare la vacanza. Con conseguenti attese snervanti, telefonate, discussioni con il personale locale e minacce di adire le vie legali. C’è chi ha deciso di pagare l’importo del noleggio una seconda volta pur di salvare la vacanza e chi invece si è rifiutato di sottostare a un simile sopruso chiedendo la restituzione immediata dei depositi versati. In molti hanno riportato le proprie disavventure tra le recensioni del sito ufficiale di Zizoo, sui canali Social oppure su piattaforme di valutazione online come “Trustpilot” e “Tripadvisor”.

Zizoo

Zizoo ammette problemi tecnici

La redazione della rivista tedesca Yacht ha anche interpellato i responsabili della agenzia austro-croata con sede a Berlino, in Germania.

Dopo diversi tentativi di contatto hanno finalmente ricevuto un’email di risposta dall’amministratore delegato Anna Benicevic in merito alle lamentele raccolte che ammette il problema: “La stagione estiva è stata eccezionalmente intensa per noi, con una domanda elevata di vacanze in barca in Europa e nei Caraibi. A causa dell’aumento della domanda e di un cambiamento del sistema interno, purtroppo c’è stata una piccola percentuale di clienti che ha subito interruzioni nella qualità del nostro servizio, accanto a migliaia di esperienze positive. Prendiamo sul serio questo problema e stiamo lavorando per migliorare i nostri processi. Per quanto riguarda i clienti citati, le confermo che questi casi sono già stati trattati e non ci sono rimborsi in sospeso”.

In effetti alcuni dei clienti dopo la brutta esperienza hanno ricevuto i loro soldi indietro tramite la funzione cashback della loro carta di credito. Rimane tuttavia l’amaro in bocca e c’è chi chiede comunque il risarcimento dei danni per la vacanza rovinata o saltata. La vela e l’andare per mare devono essere un piacere, non un incubo.

D.I.

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

8 commenti su “Crociera pagata, anzi no. E salta la vacanza. Il caso Zizoo”

  1. per fare il ‘broker’ devi aver fatto un esame di stato da mediatore marittimo. Sicuri che Zizoo abbia l’abilitazione? se no sei una piattaforma di annunci, non un broker

    1. Zizoo, come molte altre piattaforme, ha sede fuori dall’italia e opera in Italia senza alcuna abilitazione, pur operando come broker (infatti incassa i soldi delle locazioni, cosa che una piattaforma di puri annunci non fa).

  2. Andrea Galasso

    In merito alla notizia da voi pubblicata: ho avuto la stessa esperienza per un charter organizzato a settembre 2023 che ho dovuto pagare due volte per l’ insolvenza di Zizoo. Attualmente non ho ancora ricevuto alcun rimborso a differenza di quanto affermato nel vostro articolo dal rappresentante di Zizoo

  3. Il meccanismo del chargeback (non “cashback”, che è un’altra cosa), dovrebbe essere l’ultima spiaggia: infatti, in questo caso non è la società di brokeraggio che decide di rimborsare il cliente, ma è la banca del cliente che apre una procedura di rimborso “forzato” nei confronti del broker, appurando a monte la fondatezza del reclamo aperto dal cliente.

  4. Fabio Bernardini

    Sto vivendo esattamente la situzione dell’articolo. Vacanza pagata due volte, in attesa del rimborso dalla prima settimana di settembre che viene continuamente rinviato. Adesso si parla di febbraio 2024…
    Peccato che si sia verificata questa situazione perchè gli operatori del portale sono stati rapidissimi a trovarmi un catamarano praticamente nuovo cle con tutti i confort con sole quattro settimane di anticipo rispetto alla partenza

  5. Attenzione: sono dei ladri e truffatori! Ad oggi non hanno ancora rimborsato i 9.000 euro pagati a luglio 2023 per la prenotazione di una barca mai avvenuta. Statene assolutamente alla larga per la mia esperienza!

  6. Truffatori aspettiamo il rimborso da 6 mesi dopo che abbiamo pagato nuovamente se volevamo imbarcarci continuano a dire che il rimborso arriverà ma solo parole ! TRUFFATORI

  7. Confermo Zizoo non paga le societa’ di charter ho avuto anche io la stessa esperienza e ho fatto ricorso al chargeback per richiedere l’acconto versato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri l’ultimo numero

Sei già abbonato?

Ultimi annunci
I nostri social

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ti facciamo un regalo

La vela, le sue storie, tutte le barche, gli accessori. Iscriviti ora alla nostra newsletter gratuita e ricevi ogni settimana le migliori news selezionate dalla redazione del Giornale della Vela. E in più ti regaliamo un mese di GdV in digitale su PC, Tablet, Smartphone. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “iscrivimi”. Riceverai un codice per attivare gratuitamente il tuo mese di GdV!

Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


In evidenza

Può interessarti anche

Torna su

Registrati



Accedi