Coppa America, si fa sul serio: gli AC 40 pronti a sfidarsi a Vilanova

IL REGALO PERFETTO!

Regala o regalati un abbonamento al Giornale della Vela cartaceo + digitale e a soli 69 euro l’anno hai la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi.

Gli AC 40 in allenamento a Barcellona in preparazione delle Regate Preliminari

Dove eravamo rimasti? Ci siamo lasciati il 17 marzo 2021, con quei 46 secondi di vantaggio in race 10 con cui Team New Zealand chiudeva la pratica Luna Rossa con il 7-3 conclusivo. Fu il miglior risultato di un team italiano in una finale di Coppa America, dato che prima solo il Moro di Venezia, nel 1992 contro America Cube, era riuscito a portare a casa con successo una regata durante l’AC match.

Un risultato che lasciava un po’ di amaro in bocca perché, al netto di una prestazione da parte dell’equipaggio italiano di grande livello durante tutta la scorsa edizione, la barca, come nella finale del 2000 e in quella sfidanti del 2007 (Due 5-0 a favore dei kiwi), è risultata essere inferiore a quella dei neozelandesi.

Coppa America – si riparte dalle Regate Preliminari

Il calendario della Coppa America 2023-2024

Per questo Luna Rossa ci riprova in quest’edizione numero 37 dell’America’s Cup che sta per iniziare con le regate preliminari di Vilanova, in Catalogna, da venerdì 15 settembre. Per le prime regate i convocati di Luna Rossa sono Francesco Bruni, James Spithill, Marco Gradoni, Ruggero Tita, Andrea Tesei, Umberto Molineris e Vittorio Bissaro. Sugli AC 40 vanno solo 4 persone di equipaggio, due timonieri e due trimmer.

È la sesta sfida di Patrizio Bertelli (la settima considerando il ritiro del 2017), e insieme a Luna Rossa ci saranno altri 4 sfidanti con l’obiettivo di spodestare i neozelandesi: American Magic, Alinghi Red Bull Racing, Ineos Britannia, Orient Express Team France. Un’edizione che quindi avrà due challenger in più rispetto alla scorsa e che vede per la prima volta i kiwi difendere la Vecchia Brocca lontano dalle acque di casa.

Gli skipper della Coppa America 2023-2024 alla conferenza stampa di apertura delle Regate Preliminari di Vilanova: da sinistra Peter Burling (Team New Zealand), Ben Ainslie (Ineos Britannia), Arnaud Psarofaghis (Alinghi Red Bull Racing), Francesco Bruni (Luna Rossa), Tom Slingsby (American Magic), Quentin Delapierre (Orient Express Racing Team).

Ci sono diverse novità in questa Coppa numero 37, la seconda che si svolga in Spagna dopo il 2007 a Valencia, a partire dalle barche. Quelle ufficiali per la selezione sfidanti e la finale sono gli AC 75 già visti in azione nella scorsa edizione (ma arriverà la nuova generazione di 75 n.d.r.), con il monotipo AC 40 che sarà invece protagonista nelle prime due regate preliminari, e poi nella Youth e Women America’s Cup.

Le regate preliminari di Vilanova saranno trasmesse, a partire dal 15 settembre alle 15,30, in chiaro da Mediaset sul canale 20, in streaming web sul canale YouTube dell’America’s Cup, e saranno disponibili anche per gli abbonati Sky. 

Non hanno valenza ai fini della Coppa America ufficiale, ma saranno molto importanti per iniziare a vedere l’intesa all’interno degli equipaggi e anche la loro tenuta sotto pressione in regate vere. Si correrà sia in flotta che nel classico match race.

Torna Il Giornale della Coppa

Con le prime regate ufficiali torna anche il format web più seguito della scorsa edizione dell’America’s CupIl Giornale della Coppa per commentare tutto quanto è accaduto a Vilanova e scoprire i segreti dei vari team. L’appuntamento è per lunedì 18 alle ore 18, in diretta sul canale Youtube del Giornale della Vela.

Sotto la conduzione del nostro Mauro Giuffrè , e con la partecipazione del Vice Direttore del Giornale della Vela Eugenio Ruocco, i primi ospiti del nostro talk saranno: Francesco Bertone dal DryLaps Team, tattico del Ker 46 Lisa R e Campione Europeo Waszp 2022; Lamberto Cesari, velista e regatante con una grande esperienza tra Formula 18 (a prua di Vittorio Bissaro), Classe A e molto altro; Luca Bassani, guru della nautica moderna, fondatore visionario del marchio Wally, velista e regatante.

 

Le barche della nuova Coppa America

L’AC 75 Te Rehutai con cui Team New Zealand ha vinto la scorsa Coppa America.

Gli AC 75, lunghi poco più di 20 metri, sono la classe di barche ufficiali della Coppa America, introdotta a partire dall’edizione 2021 di Auckland. Grande attesa per la prossima generazione, che promette performance di punta ampiamente superiori ai 50 nodi.

 

 

Luna Rossa Prada Pirelli Team in allenamento con l’AC 40 a Barcellona.

Gli AC 40, 11 metri di scafo, sono invece una nuova classe monotipo, barche tutte uguali, introdotte in quest’edizione per le Regate Preliminari e la Youth e Women America’s Cup. I 40 sono modificabili solo in allenamento, nelle regate ufficiali dovranno essere in modalità strettamente One Design. Gli AC 75 verranno impiegati solo nelle regate match race, i 40 anche nelle regate di flotta previste dal formato dell’evento.

Coppa America – I team

Team New Zealand

I kiwi ripartono dallo zoccolo duro della vincente generazione di trentenni: Peter Burling (classe 1991), Blair Tuke (1990), Josh Junior (1990), Andy Maloney (1991), a cui si aggiunge come altro timoniere Nathan Outteridge con la sua esperienza. Se dal design team uscirà un’altra volta un”coniglio” velocissimo saranno loro i favoriti a rivincere la Coppa America.

OE Team France

Iscrizione last minute per il  sindacato guidato da Stephan Kandler e Bruno Dubois. In acqua però lo skipper sarà Quentin De Lapierre, già timoniere di Team France al SailGp. Del team, come responsabile delle performance, fa parte anche la stella Franck Cammas. I francesi pare abbiano comprato una “piattaforma” del progetto dell’AC 75 dai kiwi, dato il poco tempo a disposizione.

Ineos Britannia

Il deficit del team inglese nelle ultime due campagne di Coppa America, Bermuda ed Auckland, è stato sempre da un punto di vista progettuale, con mezzi che si sono rivelati non all’altezza. Se risolvono questo problema il sailing team è di primo piano e ruota sempre intorno a Ben Ainslie, con Giles Scott e Dylan Fletcher tra i leader tecnici, e di esperienza, dell’equipaggio.

American Magic

Non c’è più Dean Barker e Therry Hutchinson avrà un ruolo più da manager che da velista. La new entry importante è quella di Tom Slingsby, che vanta giù una Coppa America vinta con Oracle e diversi successi nel Sail Gp, oltre a quelli Olimpici. L’altro leader indiscusso dell’equipaggio darà Paul Goodison, già a bordo nella scorsa edizione, e sicuro di essere uno dei timonieri.

Alinghi Red Bull Racing

Quello svizzero è l’equipaggio più indecifrabile, possibili outsider della Coppa. Lo skipper sarà Arnaud  Psarofaghis, uomo di lungo corso dentro Alinghi, specialista dei Moth. Spicca il dato sull’età, la media complessiva d’età dell’equipaggio è intorno ai 30 anni, tra i più giovani. A rinforzare le fila elvetiche anche l’Italiano Pietro Sibello, ex Luna Rossa, nel ruolo di coach.

LUNA ROSSA

Il team italiano ha inserito nuove pedine (Tita, Bissaro, Gradoni, Camboni) nel sailing team ma il vero salto di qualità per provare a spingersi oltre il risultato del 2021 dovrà farlo sotto il profilo del progetto della barca. Horacio Carabelli è il Design Coordinator, toccherà a lui tirare fuori il meglio da un dipartimento progettuale che non ha più Fisher e Caponnetto ma qualche giovane in più.

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

1 commento su “Coppa America, si fa sul serio: gli AC 40 pronti a sfidarsi a Vilanova”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri l’ultimo numero

Sei già abbonato?

Ultimi annunci
I nostri social

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ti facciamo un regalo

La vela, le sue storie, tutte le barche, gli accessori. Iscriviti ora alla nostra newsletter gratuita e ricevi ogni settimana le migliori news selezionate dalla redazione del Giornale della Vela. E in più ti regaliamo un mese di GdV in digitale su PC, Tablet, Smartphone. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “iscrivimi”. Riceverai un codice per attivare gratuitamente il tuo mese di GdV!

Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


In evidenza

Può interessarti anche

69esima Regata dei Tre Golfi. Ecco come sta andando

È partita da Napoli ieri pomeriggio la 69esima edizione della Regata dei Tre Golfi. 150 miglia tra le isole dei tre golfi, passando per Ischia, Procida, Zannone, Ponza e Capri. Oltre 100 le imbarcazioni iscritte. A 15 miglia dall’arrivo, Magic

Trionfo Tita. E adesso Olimpiadi e Coppa America

Ha fatto bene a Ruggero Tita, l’allenamento invernale con Luna Rossa e giocare al simulatore assieme a Marco Gradoni. Il poker di Ruggi il Freddo Ha stravinto con venti punti di vantaggio il suo quarto campionato mondiale Nacra 17 (e

Registrati



Accedi