Normandy Channel Race: dominio di Beccaria, arriva la prima vittoria di Allagrande

IL REGALO PERFETTO!

Regala o regalati un abbonamento al Giornale della Vela cartaceo + digitale e a soli 69 euro l’anno hai la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi.

Beccaria e bloch all’arrivo. © Jean-Marie LIOT Images #CICNC2023

Conoscendo un po’ la storia agonistica di Ambrogio Beccaria immaginavamo che una serie di secondi posti di fila (Route du Rhum, RORC Caribbean 600, Defi Atlantique), iniziasse a stargli stretta. Lo aveva detto alla vigilia: “vediamo se finalmente possiamo mettere un primo con Allagrande”, e così è stato. La vittoria alla Normandy Channel Race arriva quando la stagione di regate dei Class 40 entra nel vivo, nella prova probabilmente più tecnica in programma, quando mancano 4 mesi alla Transat Jacques Vabre, la regata più importante del 2023 in Oceano, che partirà il 29 ottobre.

Normandy Channel Race: dominio Beccaria

Ambrogio Beccaria per l’occasione correva in coppia con Kevin Bloch, giovane velista francese, ingegnere, ha già navigato con Allagrande Pirelli e collabora anche con alcuni team Imoca 60. I due hanno praticamente dominato la regata, dato che il Musa 40 italiano è rimasto in testa per la maggior parte del percorso di oltre 1000 miglia: partenza e arrivo a Caen, dopo avere doppiato l’Isola di Wight, per poi risalire verso l’Irlanda e doppiare prima Tuskar Rock e poi il Fastnet.

Allagrande Pirelli Mapei

In uscita dalla Cornovaglia un colpo di scena. Allagrande rimane in una zona senza vento, scivola in 18ma posizione, ma è posizionata più a est degli altri e aggancia prima il nuovo vento: da li in poi un assolo, sempre in testa praticamente fino all’arrivo. Sul podio al secondo posto l’inossidabile Ian Lipinski e Legallais con la coppia Delahaye Doguet.

Normandy Channel Race: Bona sesto

A proseguire il grande risultato italiano alla Normandy c’è il sesto posto di IBSA con Alberto Bona e Pablo Santurde. Ormai non è una sorpresa vedere Bona nel gruppo dei migliori Class 40, anzi è stato uno dei protagonisti della regata giocandosi sempre un posto per il podio.

IBSA si conferma come uno dei Class 40 più veloci della flotta e lo ha dimostrato anche in questa Normandy Channel Race. Il podio, magari con un altro duello contro l’amico e rivale Beccaria, sarebbe stato la ciliegina sulla torta, ma la sensazione è che ne vedremo delle belle anche in futuro. In arrivo a Caen anche Pietro Luciani, skipper di Dekuple, attualmente in 12ma posizione.

Mauro Giuffrè

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri l’ultimo numero

Sei già abbonato?

Ultimi annunci
I nostri social

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ti facciamo un regalo

La vela, le sue storie, tutte le barche, gli accessori. Iscriviti ora alla nostra newsletter gratuita e ricevi ogni settimana le migliori news selezionate dalla redazione del Giornale della Vela. E in più ti regaliamo un mese di GdV in digitale su PC, Tablet, Smartphone. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “iscrivimi”. Riceverai un codice per attivare gratuitamente il tuo mese di GdV!

Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


In evidenza

Può interessarti anche

69esima Regata dei Tre Golfi. Ecco come sta andando

È partita da Napoli ieri pomeriggio la 69esima edizione della Regata dei Tre Golfi. 150 miglia tra le isole dei tre golfi, passando per Ischia, Procida, Zannone, Ponza e Capri. Oltre 100 le imbarcazioni iscritte. A 15 miglia dall’arrivo, Magic

Trionfo Tita. E adesso Olimpiadi e Coppa America

Ha fatto bene a Ruggero Tita, l’allenamento invernale con Luna Rossa e giocare al simulatore assieme a Marco Gradoni. Il poker di Ruggi il Freddo Ha stravinto con venti punti di vantaggio il suo quarto campionato mondiale Nacra 17 (e

Registrati



Accedi