J/70, il più forte team non professionista è italiano

IL REGALO PERFETTO!

Regala o regalati un abbonamento al Giornale della Vela cartaceo + digitale e a soli 69 euro l’anno hai la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi.

White Hawk di Gianfranco Noè vince la prima J/70 Corinthian World Cup della storia. L’evento, che si è tenuto dall’1 al 4 giugno a Riva del Garda, prevedeva 4 giorni di regate per equipaggi solo Corinthian, ma, a causa di condizioni di vento davvero insolite per il Lago di Garda, si sono disputate solamente 6 prove su 2 giorni di regate, con altrettanti giorni di no-race per mancanza di vento.

L'equipaggio di White Hawk, vincitore della prima J/70 Corinthian World Cup a Riva del Garda
L’equipaggio di White Hawk, vincitore della prima J/70 Corinthian World Cup a Riva del Garda

Oro per Noè alla J/70 Corinthian World Cup

L’equipaggio dell’armatore triestino, già Campione iridato Corinthian a Porto Cervo 2017 e da anni protagonista delle regate J/70, ha messo il sigillo sul titolo grazie a due vittorie, un secondo e un terzo posto.

Vincere una regata in cui ti confronti con altri settantacinque equipaggi è sempre una grandissima emozione, riuscire a farlo poi nella prima edizione di un evento di questa portata è un doppio motivo di orgoglio. La J/70 Corinthian World Cup era l’appuntamento più ambito di questa stagione per White Hawk, siamo arrivati con aspettative alte e, regata dopo regata, abbiamo conquistato questa vittoria. […] Andremo a difendere la Corinthian World Cup l’anno prossimo in Danimarca? Chissà, probabile!” ha commentato l’armatore di White Hawk, Gianfranco Noè.

Tutti i vincitori

Sale sul podio, al secondo posto, Irrational Exhuberance dall’Estonia di Tonu Toniste, con 11 punti di distacco da White Hawk, mentre la medaglia di bronzo va all’equipaggio Australiano di Celestial, guidato da Sam Haynes.

Sofia Giondi vince il titolo assegnato alla prima donna al timone
Sofia Giondi vince il titolo assegnato alla prima donna al timone

A Sofia Giondi il trofeo “First Women Helm”, assegnato alla prima donna al timone, a Moore DRN quello per il miglior equipaggio Under 25.

Giacomo Barbaro

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri l’ultimo numero

Sei già abbonato?

Ultimi annunci
I nostri social

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ti facciamo un regalo

La vela, le sue storie, tutte le barche, gli accessori. Iscriviti ora alla nostra newsletter gratuita e ricevi ogni settimana le migliori news selezionate dalla redazione del Giornale della Vela. E in più ti regaliamo un mese di GdV in digitale su PC, Tablet, Smartphone. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “iscrivimi”. Riceverai un codice per attivare gratuitamente il tuo mese di GdV!

Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


In evidenza

Può interessarti anche

69esima Regata dei Tre Golfi. Ecco come sta andando

È partita da Napoli ieri pomeriggio la 69esima edizione della Regata dei Tre Golfi. 150 miglia tra le isole dei tre golfi, passando per Ischia, Procida, Zannone, Ponza e Capri. Oltre 100 le imbarcazioni iscritte. A 15 miglia dall’arrivo, Magic

Trionfo Tita. E adesso Olimpiadi e Coppa America

Ha fatto bene a Ruggero Tita, l’allenamento invernale con Luna Rossa e giocare al simulatore assieme a Marco Gradoni. Il poker di Ruggi il Freddo Ha stravinto con venti punti di vantaggio il suo quarto campionato mondiale Nacra 17 (e

Registrati



Accedi