Coppa America, nessuno vuole le World Series di Jeddah? American Magic non parteciperà

IL REGALO PERFETTO!

Regala o regalati un abbonamento al Giornale della Vela cartaceo + digitale e a soli 69 euro l’anno hai la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi.

America’s Cup Recon Tuesday the 22nd of November 2022.
American Magic boat Patriot (B2) (AC75 Class) Sailing all day in a cold North breeze with blue sky.
©Paul Todd/AMERICA’S CUP

Sembra proprio che queste World Series, le regate preliminari della prossima Coppa America, siano un argomento piuttosto indigesto. Dopo le vicende legate a Cagliari, con il capoluogo sardo prima scelto come sede di tappa, poi scartato a causa dei conflitti tra la Regione e gli organizzatori dell’evento, anche la tappa di Jeddah, in programma dal 30 novembre al 30 dicembre, accende delle polemiche.

World Series di Jeddah – American Magic dice no

A prendere posizione è stato il sindacato di American Magic, che ha deciso di non partecipare alle regate preliminari in Arabia Saudita. Il motivo? A detta del team del New York Yacht Club sarebbe concreto il rischio di terrorismo. Le tensioni internazionali non rendono certo il momento favorevole, e l’Arabia Saudita non ha rapporti troppo pacifici con alcuni stati confinanti come lo Yemen. Basta questo a spiegare la presa di posizione degli americani, o è in generale la tappa di Jeddah a risultare indigesta agli altri team?

American Magic ha chiesto all’Arbitration Panel un’esenzione per le regate di Jeddah, che si correranno con gli AC 40, dato che queste sarebbero obbligatorie da Protocollo. La sensazione è che qualunque cosa decida l’Arbitraion, American Magic non regaterà a Jeddah, ricevendo una probabile sanzione. Cosa faranno invece gli altri team?

Luna Rossa, si fanno avanti i giovani

Non si segnalano altre prese di posizione e al momento tutti lavorano in vista dell’esordio di settembre a Vilanova, prima tappa delle World Series in programma dal 14 al 17 settembre. Sul caso Jeddah però il rischio di un effetto domino c’è.

Luna Rossa a Cagliari sta proseguendo le uscite con il suo AC 40, mentre sotto gli occhi di coach Francesco Marrai i giovani del team, che prenderanno parte alla Youth America’s Cup, hanno partecipato a La Grand Motte a una tappa del circuito 69F. Guido Gallinaro, Alessandra Dubbini, Federico Colaninno, Margherita Porro, Andrea Spagnolli, sono alcuni degli Young selezionati da Luna Rossa, tutti provenienti dal mondo delle classi olimpiche.

Mauro Giuffrè

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri l’ultimo numero

Sei già abbonato?

Ultimi annunci
I nostri social

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ti facciamo un regalo

La vela, le sue storie, tutte le barche, gli accessori. Iscriviti ora alla nostra newsletter gratuita e ricevi ogni settimana le migliori news selezionate dalla redazione del Giornale della Vela. E in più ti regaliamo un mese di GdV in digitale su PC, Tablet, Smartphone. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “iscrivimi”. Riceverai un codice per attivare gratuitamente il tuo mese di GdV!

Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


In evidenza

Può interessarti anche

Piccoli ma comodi: i Maxus arrivano in Italia con Barcando

Un’interessante novità sta per arrivare sul mercato italiano, dedicata ai diportisti amanti delle piccole barche a vela e a chi le cerca con queste caratteristiche anche per il charter. In un modo della cantieristica dominato dalle barche sopra i 12

Trionfo Tita. E adesso Olimpiadi e Coppa America

Ha fatto bene a Ruggero Tita, l’allenamento invernale con Luna Rossa e giocare al simulatore assieme a Marco Gradoni. Il poker di Ruggi il Freddo Ha stravinto con venti punti di vantaggio il suo quarto campionato mondiale Nacra 17 (e

Registrati



Accedi