Bona e Beccaria, i Coppi e Bartali della vela tornano a sfidarsi per il Defi Atlantique

IL REGALO PERFETTO!

Regala o regalati un abbonamento al Giornale della Vela cartaceo + digitale e a soli 69 euro l’anno hai la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi.

Bona e Beccaria fanno festa sui pontili di Point a Pitre dopo la Route du Rhum 2022.

Ancora loro, ancora Ambrogio Beccaria e Alberto Bona, i Coppi e Bartali della vela moderna, a portare l’Italia in Oceano sui Class 40. Questa volta il teatro della sfida sarà il Defi Atlantique, la traversata atlantica di ritorno dopo la Route du Rhum, in equipaggio questa volta, sul percorso Guadalupa-Horta-La Rochelle per un totale di 3500 miglia divise tra 2200 nella prima tappa e 1300 nella seconda. 

Beccaria e Bona in equipaggio

Girato Nevis AllaGrande Pirelli di Ambrogio Beccaria inizia ad incalzare IBSA di Alberto Bona © RORC/Tim Wright
Allagrande Pirelli

Sono 13 i Class 40 sulla linea di partenza, e anche se mancano molti big della classe la regata si annuncia avvincente. Oltre ai due italiani ci saranno anche Axel Tréhin (“Project Rescue Ocean”), vincitore della Normandy Channel  Race 2021; Ian Lipinski (“Crédit Mutuel”), vincitore tra le altre della Transat Jacques Vabre nel 2019 e detentore del record di velocità nelle 24 ore a bordo di un Class40 (realizzato in equipaggio con Beccaria); Brian Thompson (“Tquila”), vincitore della Volvo Ocean Race nel 2006 a bordo di “ABN AMRO One”.

Nel 2019 il podio della prima edizione è stato conquistato da Aymeric Chappellier su “Aïna Enfance et avenir” con un tempo di 15 giorni e 3 ore.

A bordo con Ambrogio Beccaria ci saranno Alberto Riva e Gianluca Guelfi, quest’ultimo è uno dei due progettisti, insieme a Fabio D’Angeli, del Class 40 di Ambrogio, Allagrande Pirelli.

IBSA di Alberto Bona © RORC/Tim Wright
IBSA di Alberto Bona © RORC/Tim Wright

In equipaggio con Alberto Bona ci sarà nuovamente lo spagnolo Pablo Santurde del Arco e salirà a bordo Pietro Luciani, vice presidente della Class40 e secondo classificato alla Défi Atlantique 2019 insieme a Catherine Pourre a bordo del Class40 Eärendil.

Sarà la prova che aprirà la stagione dei Class 40 che si annuncia intensa e culminerà il prossimo novembre con la Transat Jacques Vabre, la transatlantica in doppio. In mezzo ci saranno la  CIC Normandy Channel, la Les Sables-Horta e il Fastnet.

Il Defi Atlantique rappresenta quindi un test utile per Allagrande Pirelli e IBSA, che probabilmente si ritroveranno a battagliare vicine come già visto in occasione della RORC Caribbean 600, dopo a prevalere alla fine fu Alberto Bona.

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri l’ultimo numero

Sei già abbonato?

Ultimi annunci
I nostri social

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ti facciamo un regalo

La vela, le sue storie, tutte le barche, gli accessori. Iscriviti ora alla nostra newsletter gratuita e ricevi ogni settimana le migliori news selezionate dalla redazione del Giornale della Vela. E in più ti regaliamo un mese di GdV in digitale su PC, Tablet, Smartphone. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “iscrivimi”. Riceverai un codice per attivare gratuitamente il tuo mese di GdV!

Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


In evidenza

Può interessarti anche

Registrati



Accedi