Coppa America: arrivano gli AC 40, a breve in acqua anche quello di Luna Rossa

IL REGALO PERFETTO!

Regala o regalati un abbonamento al Giornale della Vela cartaceo + digitale e a soli 69 euro l’anno hai la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi.

Prosegue senza sosta la preparazione dei team alla Coppa America 2024, con i sindacati che si allenano ormai a pieno regime. Luna Rossa è l’unico sfidante a non avere ancora ricevuto l’AC 40, ma l’attesa sembra ormai finita e dovrebbe essere questione di giorni. Sembra ci siano state delle tensioni su questo tema tra Luna Rossa e il Defender, con gli italiani che lamentavano, con tanto di richiesta ufficiale all’Arbitration Panel, di essere stati scavalcati dagli altri team, American Magic in particolare, nella consegna dello scafo. Sembrerebbe però che nelle maglie del Protocollo esista la possibilità per i team di “scambiare” gli slot costruttivi dei 40, e questo potrebbe spiegare il ritardo del team italiano con gli americani che avrebbero ricevuto uno degli slot originariamente destinati al defender.

L’AC 40 di American Magic in allenamento a Pensacola, Florida.
©Paul Todd/AMERICA’S CUP

Proprio i nuovi AC 40 sono i protagonisti di queste settimane, con il defender Team New Zealand che si allena ormai stabilmente con due barche e gli altri sindacati che hanno ricevuto il primo scafo.

AC 40 – La barca perfetta?

Emirates Team New Zealand in allenamento con i due AC 40, uno in versione One Design e l’altro modificato. Recon Photographer / America’s Cup

I nuovi AC 40 come noto verranno impiegati per la Woman e Youth America’s Cup, ma in queste settimane sono a disposizione anche dei team principali che possono modificarli e usarli in allenamento. Per le regate ufficiali dovranno invece essere riportati in versione strettamente One Design.

L’AC 40 di Alinghi. Recon Photographer / America’s Cup

Una cosa è certa però, questi AC 40 sembrano una barca decisamente azzeccata: i team fin dalla prima uscita riescono a condurli sui foil senza difficoltà, in virata e strambata anche con poco vento, mostrando capacità di manovra decisamente impressionanti e punte di velocità non lontane dalla prima generazione di AC 75.

L’AC 40 Ineos in allenamento a Palma di Maiorca. Recon Photographer / America’s Cup

Non saranno le barche ufficiali con cui si correrà la Coppa America 2024, che sarà sempre con gli AC 75, ma promettono di dare spettacolo nelle regate femminili e in quelle dedicate ai giovani, lasciando presagire una grande versatilità sia per le regate in match race che per quelle di flotta.

Luna Rossa sul prototipo in attesa dell’ AC 40

Il prototipo di Luna Rossa Prada Pirelli Team. Recon Photographer / America’s Cup

 I report delle uscite di Luna Rossa sul prototipo di 12 metri sono decisamente positivi, sicuramente migliori rispetto a quelli di Ineos, che  prima di varare l’AC 40 ha navigato con un suo prototipo. Luna Rossa ha mostrato nelle ultime settimane un controllo impressionante in tutte le condizioni in cui è stata vista in mare, con i timoni affidati negli ultimi giorni a Ruggero Tita e James Spithill, oltre che a Francesco Bruni, e Vittorio Bissaro visto spesso nel ruolo di flight controller.

Con l’arrivo dell’AC 40 vedremo presumibilmente il team italiano eseguire test a due barche, fondamentali per mettere a punto eventuali soluzioni da riprodurre poi sui futuri AC 75. Resta qualche alone d’ombra per quanto riguarda il design team di Luna Rossa: nessun annuncio ufficiale di nuovi nomi è stato fatto dopo le uscite di Martin Fisher e Mario Caponnetto. Quest’ultimo figura in questo momento ancora nella pagina web ufficiale del design team di Luna Rossa, e contemporaneamente in quella di American Magic, ma è noto ormai da tempo si sia trasferito al sindacato del New York Yacht Club. Stesso discorso per Davide Tagliapietra. Insomma Luna Rossa tiene, come spesso accaduto anche in passato, i fari spenti anche nella comunicazione, soprattutto per quanto riguarda il dipartimento design, al quale però in vista della prossima Coppa America sarà chiesto di fare quanto non riuscito nella scorsa: realizzare una barca vincente per giocarsela fino in fondo.

Mauro Giuffrè

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

1 commento su “Coppa America: arrivano gli AC 40, a breve in acqua anche quello di Luna Rossa”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri l’ultimo numero

Sei già abbonato?

Ultimi annunci
I nostri social

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ti facciamo un regalo

La vela, le sue storie, tutte le barche, gli accessori. Iscriviti ora alla nostra newsletter gratuita e ricevi ogni settimana le migliori news selezionate dalla redazione del Giornale della Vela. E in più ti regaliamo un mese di GdV in digitale su PC, Tablet, Smartphone. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “iscrivimi”. Riceverai un codice per attivare gratuitamente il tuo mese di GdV!

Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


In evidenza

Può interessarti anche

FOTO Tutti i segreti di Luna Rossa appena varata

Bella, proprio bella la nuova Luna Rossa. Un oggetto spettacolare. Ma la bellezza, negli AC75, non è tutto. Se sarà veloce lo sapremo tra un bel po’ di tempo, a Barcellona dal 22 al 25 agosto. Solo allora le sei

Registrati



Accedi