PaperOtto, la deriva pieghevole italiana (3m) che piace ai tedeschi

IL REGALO PERFETTO!

Regala o regalati un abbonamento al Giornale della Vela cartaceo + digitale e a soli 69 euro l’anno hai la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi.

PaperOtto - 4
PaperOtto (3,05 x 1,41 m) è la deriva pieghevole progettata da Marco Oliveto

C’è una barca che piace tantissimo ai tedeschi. E’ venduta in Germania. Ma è italiana. Si chiama PaperOtto ed è una deriva pieghevole “prêt-à-porter” lunga 3,05 metri e larga 1,41 in grado di ospitare a bordo 4 persone e, soprattutto, perfetta da portare con sé in vacanza, magari sul portapacchi. La armi in quattro e quattr’otto e la puoi utilizzare in diverse configurazioni a seconda che tu scelga di montare le riserve di galleggiamento all’interno o all’esterno dello scafo!

A sinistra la barca con le riserve di galleggiamento all’esterno

Il PaperOtto amato in Germania

Il tedesco Robert Heine, appassionato campeggiatore, stava cercando una piccola barca a vela da portarsi in vacanza con la famiglia e si è imbattuto, su internet, nel PaperOtto, progettata dall’italiano Marco Oliveto. “Fu amore a prima vista”, svela Robert.

A bordo del PaperOtto, a destra Robert Heine e a sinistra Marco Oliveto

“Dopo aver tradotto il sito italiano di PaperOtto con l’aiuto di google-translate, ho subito contattato Marco. Sfortunatamente, non poteva consegnare la barca in Germania… Ero disperato. Una barca così fantastica e non posso comprarla, mi sono detto. Sono rimasto in contatto con il produttore ed è maturata in me l’idea di portare PaperOtto in Germania. Dopo un breve viaggio in Italia e tre giorni meravigliosi con la famiglia Oliveto, la mia decisione è stata presa. Commercializzerò PaperOtto in Germania!”.


I segreti di PaperOtto

Come funziona PaperOtto, nel dettaglio, ce lo svela Oliveto. “Con la certificazione del RINA fino a 400 kg di portata e 41 kg di ingombro, facilmente gestibile grazie al sistema esclusivo di piegatura, il PaperOtto è la barca perfetta per la vacanza: è possibile trasportare la barca comodamente sul portapacchi dell’auto richiusa nella sua sacca di trasporto e, grazie alla sua forma aerodinamica, viaggiare a normale velocità autostradale senza attriti o turbolenze, senza pagamenti di pedaggi per autostrade e traghetti.

Il peso ridotto, la carena piatta planante e la rigidità della struttura, gli consentono di muoversi agilmente a vela, remi, motore”.

Prosegue Oliveto: “E’ una barca dalle sorprendenti qualità marine, sviluppata attraverso l’esperienza di oltre 50 prototipi testati anche in condizioni meteomarine molto severe, in collaborazione con un joblab composto da competenti marinai”.

E dopo l’uso come si gestisce? “Zero costi di rimessaggio e manutenzione. Riposta in un angolino della casa resterà sempre pronta all’utilizzo”.

Oliveto racconta anche le “reference” del progetto PaperOtto: “Il nostro progetto, basato sulla reingegnerizzazione in chiave pieghevole del Dinghy Mirror (barca considerata da sempre la migliore dalle Scuole di Vela anglosassoni), è l’unica pieghevole al mondo nata per la vela e concepita per navigare in sicurezza anche in mare aperto.

Costruita utilizzando esclusivamente legno pregiato di diverse essenze certificato RINA e FSC, fa uso di armo portoghese (soluzione che riduce l’altezza dell’albero alla stessa lunghezza della barca) integrabile da un gennaker triradiale avvolgibile su bompresso. Per una efficiente propulsione anche a voga la barca è dotata di remi tecnici.

I componenti che abbiamo selezionato, ad iniziare del tessuto tanbark con cui sono cucite le vele color mattone, si fondono al design a doghe delle panche in legno. E nel gioco delle gradazioni delle diverse essenze, trattate da un ciclo di verniciatura di prim’ordine che esalta la naturalezza delle venature e le preserva intatte nel tempo, questa barca riesce ad emozionare il suo equipaggio durante ogni esperienza di navigazione”.

Jpeg

I tubolari: puoi metterli interni o esterni!

Continua Oliveto: “La versatilità della barca si esprime compiutamente attraverso la possibilità di utilizzare le riserve tubolari gonfiabili ad alta pressione in dotazione secondo due diverse modalità.

1. Riserve interne, al fine di mantenere intatte le sue linee d’acqua e godere di una buona risposta al timone e agli effetti del vento;

2. Riserve esterne, al fine di incrementare la stabilità di forma. Tale configurazione sterilizza il rischio della scuffia ed offre vantaggi nei diversi scenari d’uso”. Elenchiamoli, questi scenari:

  1. offrire l’utilizzo di una deriva a quanti sono spinti a seguire corsi di vela d’iniziazione su barche a chiglia, consentendo loro di migliorare il risultato del loro percorso di apprendimento; tale vantaggio si traduce anche in una drastica riduzione dei costi di formazione, considerando che un solo istruttore potrà seguire contemporaneamente 5 barche e dunque un elevato numero di allievi;
  2. consentire vantaggi gestionali durante l’organizzazione di grandi eventi, come ad esempio corsi scolastici, colonie estive, centri vacanza, noleggi, manifestazioni fieristiche, ecc…
  3. consentire ai portatori di handicap di navigare a vela senza la necessità di accedere in barca dalla banchina mediante l’ausilio di complesse strutture portuali (gru e altre attrezzature), sfruttando il comodo accesso diretto dalla spiaggia;
  4. assicurare grande stabilità durante sessioni di lavoro in cui avviene carico/scarico di attrezzature pesanti, come nel caso di utilizzo della barca per subacquea o altri scopi professionali;
  5. dotare la barca di efficaci respingenti laterali, evitando contatti rigidi con altre barche, soluzione ideale nell’uso come tender;
  6. assicurare un comodo rientro a bordo durante le gite per fare il
    bagno;
  7. aggiungere idrosostegno durante la navigazione a motore;
  8. proteggere il motore fuoribordo dal rischio della scuffia nella
    navigazione a vela con motore ausiliario.

PaperOtto – Scheda Tecnica

Lunghezza fuori tutto 3,05 m
Baglio max 1,41 m
Misure della barca smontata: 3,19 x 0,55 x 0,18 m
Peso scafo a vuoto 41 kg
Peso scafo base allestito: 48 kg
Peso scafo attrezzato a vela 58 kg
Certificazione RINA CE
Classe D
Portata 400 kg
Persone 4
Prezzo base: 7.900 euro
Tempi di montaggio e smontaggio
Montaggio scafo 2 min.
Armo barca a vela 8 min.
Armo bompresso e gennaker 3 min.
Gonfiaggio tubolari 3 min.
Spostamento tubolari interno/esterno 4 min.
Disarmo barca 8 min.

Sito web: www.paper8.de
Per info in italiano: marco@paper8.it


Video – Come si monta (e naviga) PaperOtto

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri l’ultimo numero

Sei già abbonato?

Ultimi annunci
I nostri social

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ti facciamo un regalo

La vela, le sue storie, tutte le barche, gli accessori. Iscriviti ora alla nostra newsletter gratuita e ricevi ogni settimana le migliori news selezionate dalla redazione del Giornale della Vela. E in più ti regaliamo un mese di GdV in digitale su PC, Tablet, Smartphone. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “iscrivimi”. Riceverai un codice per attivare gratuitamente il tuo mese di GdV!

Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


In evidenza

Può interessarti anche

Registrati



Accedi