Se sei un velista disabile puoi scordarti le Olimpiadi

IL REGALO PERFETTO!

Regala o regalati un abbonamento al Giornale della Vela cartaceo + digitale e a soli 69 euro l’anno hai la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi.

paralimpiadi
Fabrizio Olmi e Davide Di Maria, atleti paralimpici che hanno vinto nel 2019 il Mondiale RS Venture. Il sogno del giovanissimo Di Maria: “Partecipare alla Paralimpiadi”

Fumata nera. Il Comitato Paralimpico Internazionale (IPC) ha respinto la richiesta, presentata da World Sailing (la Federvela mondiale), di riammettere la vela come disciplina ai giochi Paralimpici di Los Angeles 2028.

La vela ancora esclusa dalle paralimpiadi 2028

Già esclusi dalle paralimpiadi di Tokyo 2020 e di Parigi 2024 (a seguito di una decisione maturata nel 2018), gli atleti con disabilità non potranno concorrere alle medaglie. Partecipare alle Olimpiadi è il sogno di ogni sportivo. Ai para velisti per adesso questo sogno, rappresentato appunto dalle Paralimpiadi, è negato.

Cosa è successo? La vela si è “persa” tra tantissime nuove discipline che hanno fatto richiesta di ammissione (ben 33 le novità presentate, tutte respinte perché le 22 disclipine ammesse sono le stesse di Parigi 2024), e le motivazioni del “no” andrebbero ricercate, secondo l’IPC, nella scarsa innovazione delle classi veliche paralimpiche e in una presenza modesta di para atlete di sesso femminile.

Cosa ne sarà di tutti i – bravissimi – atleti italiani che hanno regatato in tutti questi anni sulle classi paralimpiche, come il singolo 2.4 mR (con gli eccellenti risultati del nostro Antonio Squizzato), lo Skud 18, monotipo per equipaggio doppio e Sonar, per regate in equipaggio? In un intervista il ventenne Davide Di Maria, che nel 2019 aveva vinto assieme a Fabrizio Olmi il Mondiale della classe paralimpica RS Venture (e che noi avevamo premiato nel 2020 al Velista dell’Anno), ha dichiarato che le Paralimpiadi sono il suo sogno. Come quello di tantissimi para atleti italiani che si stanno facendo le ossa sulle classi succitate (e sull’Hansa 303).

I numeri ci sono

Di certo, in questi anni la vela mondiale non è stata con le mani in mano. World Sailing ha lanciato, dopo l’esclusione a seguito di Rio 2016, il programma di sviluppo per la vela paralimpica (Para Sailing Development Program, PDP), che ha coinvolto centinaia e centinaia di para atleti da tantissime nazioni, dalla Cambogia all’Iran, dall’Italia a Malta.

Dopo la campagna “backthebid” per accendere i riflettori sulla vela paralimpica del 2021, adesso sono ben 41 le nazioni attive in cinque continenti nelle classi paralimpiche e 630 para atleti attivi registrati con World Sailing.

Alla faccia della tanto decantata inclusione. 

Paralimpiadi, le 22 discipline ammesse

Per la cronaca, al momento sono 22 le discipline in calendario per Los Angeles 2028:

1. Badminton
2. Boccia
3. Blind football
4. Goalball
5. Judo
6. Canoa
7. Equitazione
8. Tennistavolo
9. Tennis in carrozzina
10. Scherma
11. Pallacanestro
12. Tiro con l’arco
13. Atletica
14. Pesistica
15. Sitting volley
16. Nuoto
17. Canottaggio
18. Tiro a Segno
19. Taekwondo
20. Triathlon
21. Rugby in carrozzina
22. Ciclismo/Handbike

Speriamo le acque si muovano in vista di Brisbane 2032…

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri l’ultimo numero

Sei già abbonato?

Ultimi annunci
I nostri social

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ti facciamo un regalo

La vela, le sue storie, tutte le barche, gli accessori. Iscriviti ora alla nostra newsletter gratuita e ricevi ogni settimana le migliori news selezionate dalla redazione del Giornale della Vela. E in più ti regaliamo un mese di GdV in digitale su PC, Tablet, Smartphone. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “iscrivimi”. Riceverai un codice per attivare gratuitamente il tuo mese di GdV!

Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


In evidenza

Può interessarti anche

Registrati



Accedi