Dufour 41 è il nuovo cruiser francese (12 m) dal tocco italiano

Dufour 41
Il nuovo Dufour 41 (12,75 x 4,30 m) presentato al Boot di Dusseldorf

Dufour, forte della crescita degli ultimi anni, coglie il Boot di Düsseldorf 2023 (21-29 gennaio) come occasione ideale per il lancio di un nuovo modello in gamma, il Dufour 41 (12,75 x 4,30 m). Degno successore del Dufour 390 e del 412, il nuovo dodici metri della casa francese porta avanti il DNA dei due precedenti, ibridandolo con le innovazioni già viste e ampiamente apprezzate del recentissimo Dufour 37.

Dai volumi abbondanti, cabine spaziose (3/4) e pozzetto ergonomico, il nuovo Dufour 41 promette uno spirito comfy, senza però tralasciare la propria attitudine marina e performante, venendo anzi incontro ai differenti gusti con tre varianti di gamma: Adventure, Ocean e Performance.


Dufour 41 – Il concept

Concepito e progettato in stretta collaborazione tra il team Dufour, Ardizio Design (interni) e Felci Yacht Design (architettura navale), il nuovo arrivato si presenta come un 12.75 metri sensibile e divertente, ideale per le nuove e crescenti richieste di mercato, indirizzate verso barche sia comode che performanti.

Dufour 41 - 3

L’intero progetto è così studiato per unire e far conversare interni ed esterni, agevolando la vivibilità di ambedue gli spazi grazie a volumi maggiorati sottocoperta e ad un pozzetto di dimensioni degne di lunghezze ben maggiori. Inoltre, di paro passo con la crescente consapevolezza ambientale, future varianti prevederanno anche sistemi di propulsione elettrica anziché a combustione interna.

Sebbene il release ufficiale sia in programma per Cannes 2023, sveliamo di seguito alcune delle notizie emerse in quest’anteprima tedesca.


Dufour 41 – Progetto e Coperta

Con questo 41 piedi Dufour mira a creare un’imbarcazione poliedrica, valida in differenti contesti e capace di soddisfare anche diverse tipologie di fruizione. In favore di ciò, le linee d’acqua sono state studiate per garantire un buon passaggio sull’acqua, mantenendo la barca fluida e veloce senza però sacrificarne la comodità, che rimane un punto cardine del progetto. In quest’ottica, a ridurre le resistenze idrodinamiche e favorendo la sensibilità, il team di progettazione ha optato per una singola pala, comunque connessa a doppie timonerie in pozzetto.

Dufour 41 - 4

Passando ai volumi emersi, i 4.3 metri di baglio regalano ampio spazio in coperta, garantendo un pozzetto che risulta particolarmente confortevole e di dimensioni maggiori rispetto allo standard su pari lunghezza. In termini di layout, il progetto mantiene soluzioni tradizionali, però indubbiamente curate e ben studiate nelle ergonomie.

Oltre la plancetta abbattibile, il pozzetto ospita infatti una panca continua affacciata sullo specchio di poppa, soluzione che non solo offre ampio spazio di seduta ma anche sicurezza. Su due consolle complete della strumentazione necessaria, troviamo installate le due ruote del timone, mentre in pozzetto una configurazione a doppio divano crea una zona conviviale affacciata su tavolo centrale.

Le manovre correnti, sebbene possano variare di versione in versione, appaiono in generale ben distribuite, con un trasto randa molto avanzato e due coppie di winch per bordo, di cui due a murata e due in tuga. Drizze e relative risultano tutte passanti e ricondotte ai winch in tuga, posizione da cui sono tutte idealmente ben gestibili rimanendo al riparo in pozzetto.

Per quanto riguarda le linee, lo scafo risulta piacevole e slanciato, nonostante i suoi volumi comunque importanti, una soluzione che trova risposta nelle ampie finestrature a murata, che alleggeriscono i pesi insieme con gli spigoli semi-vivi che caratteristica invece le linee emerse appena sopra il galleggiamento.


Dufour 41 – Varianti

Per adattare il progetto alle differenti esigenze armatoriali, il cantiere propone il Dufour 41 in tre distinte varianti. Partendo dalla versione Adventure, abbiamo un progetto mirato a soddisfare armatori e charter alla ricerca di semplicità e comfort. Il 41 Adventure offrirà quindi maggiore ‘calore’ e comfort, facilitando ogni esperienza attraverso i più recenti ritrovati tecnologici.

Dufour 41 vela

Nel caso del 41 Ocean l’idea di fondo è invece quella di soddisfare gli armatori più tradizionali, offrendo in questo caso un piano velico più ‘classico’, completo di carrelli per il genoa e per un fiocco autovirante, come anche del necessario per utilizzare un asimmetrico o un code zero.

Infine, la versione Performance, mira a soddisfare tutti quei velisti che, nonostante tutto, siano sempre e comunque alla ricerca di maggiore adrenalina. Viene proposta così un’impostazione più corsaiola, a partire dai posizionamenti di alcune manovre e da differenze nell’albero.


Dufour 41 – Interni

Spostando l’attenzione sottocoperta, il nuovo Dufour 41 offre complessivamente 4 differenti layout, distinti innanzitutto in opzioni a 3 o 4 cuccette e a 2 o 3 toilette, per extra storage o più servizi.

A prescindere dall’opzione, il layout si presenta comunque tradizionale, offrendo una due doppie cuccette poppiere, salone centrale con lounge area e cucina e servizi/storage tra le due. A prua invece troviamo la grande opzione, con varianti a singola matrimoniale con bagno privato o a doppia matrimoniale, a discapito però del bagno di prua.


Dufour 41 – Scheda tecnica*

Lunghezza fuori tutto 12,75 m
Lunghezza scafo 11,99 m
Lunghezza al galleggiamento 11,20 m
Baglio massimo 4,30 m
Pescaggio 2,10 m
Zavorra 2.600 kg
Motorizzazione (max) 50 cv
Serbatoi acqua 250 L
Serbatoio carburante 250 L
Progetto Felci Yacht Design
Interior design Ardizio Design

*dati preliminari

Dal nostro inviato al Boot di Dusseldorf Doi De Luise

 

 

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

2 commenti su “Dufour 41 è il nuovo cruiser francese (12 m) dal tocco italiano”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Scopri l’ultimo numero

Sei già abbonato?

Ultimi annunci
I nostri social
In evidenza

Può interessarti anche

Allures 51.9

Tutti i segreti di Allures Yachting e il suo 51.9 (16 m)

Ve l’avevamo presentata qualche anno fa allo stand virtuale della Milano Yachting Week, Allures 51.9 è l’ammiraglia bluewater cruiser del cantiere capostipite del gruppo Grand Large Yachting, quarto costruttore francese di yacht. Nel corso degli anni, il gruppo ha acquisito

RemigoOne, il primo 1kW fuoribordo elettrico completamente integrato al mondo.

Patente nautica e motori elettrici. Facciamo chiarezza

Con l’avvento dei motori elettrici, la cui potenza commerciale è espressa in watt (il cui multiplo è il kW ovvero 1000 W) anziché cavalli vapore, potrebbe sorgerci il dubbio se, e oltre che potenza, la patente nautica sia necessaria. Abituati

Torna su