Acqua dolce anche in porto? Sì, con questa macchina nuovissima

Sea0Spot - Il nuovo sistema per addolcire l'acqua dei marina
Sea0Spot – Il nuovo sistema per addolcire l’acqua dei marina

Quando ci si trova in porto con la propria barca si sfruttano, solitamente, le connessioni e gli impianti che ci vengono messi a disposizione da terra: sia per l’energia che per l’acqua corrente. Sea0Spot è il dissalatore di HP Watermakers che oltre alle normali funzioni desalinizzanti, permette di trattare anche l’acqua dei marina, così da essere sicuri di utilizzare acqua filtrata e addolcita anche in porto.

Sea0Spot HP Watermakers – Il sistema 2 in 1

HP Kilo - Il dissalatore su cui è stato installato il nuovo Sea0Spot
HP Kilo – Il dissalatore su cui è stato installato il nuovo Sea0Spot

Si chiama Se0Spot ed è la soluzione che hanno progettato e realizzato quelli dell’italiana HP Watermakers per avere l’impianto definitivo per trattare l’acqua a bordo. Il sistema è l’evoluzione del dissalatore HP Kilo, al quale vengono incorporate le funzioni del prodotto MTW Basic, presentato lo scorso anno, che permette l’addolcimento e la nanofiltrazione dell’acqua dei marina. In sostanza Sea0Spot è il dissalatore HP Kilo ma con un nuovo ingresso per l’acqua dei marina, una nuova elettrovalvola e un software aggiornato. Per questo motivo Sea0Spot può essere installato anche in retrofit su qualsiasi dissalatore a marchio HP Watermakers.

Sea0Spot HP Watermakers – Come funziona

Il nuovo sistema di nanofiltrazione e addolcimento viene attivato su richiesta dell’armatore con un pulsante dedicato, che innesca un’elettrovalvola in grado di aprire la linea di arrivo dell’acqua di banchina. L’acqua viene filtrata attraverso le stesse membrane utilizzate per la dissalazione, ma il processo avviene a pressione minore. Una volta trattata, l’acqua ottenuta ha livelli bassissimi di mineralizzazione e durezza, quindi contiene poco calcare, ed è perfetta per essere utilizzata da tutti gli impianti ad acqua dolce e lavare la barca. L’utente può tranquillamente tornare alla funzione di dissalazione semplicemente premendo sul pulsante apposito.

  • Sea0Spot sarà in esposizione al Boot di Düsseldorf presso lo stand HP Watermakers (Hall 10, 10C55)

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

2 commenti su “Acqua dolce anche in porto? Sì, con questa macchina nuovissima”

  1. Vabbè ma il senso? A presiedere dall’impianto di dissalazione, qualsiasi barca ha la presa di banchina al serbatoio e uno o due (a seconda della portata richiesta) filtro/ antilegionella a valle della pompa e un filtro mineralizzatore che va al lavello della cambusa, quest’ultimo può essere anche sotto lavello e/o integrato in un erogatore Zerica o HP. Detto ciò, per portata e ampere consumate il dissalatore migliore resta la serie new 12 di Osmosea.

  2. Altra cosa che mi convince poco, consumo -inutile- di ampere a parte, facendo passare il flusso da banchina per il filtro a osmosi si riduce drasticamente la portata. Proprio mi sfugge il senso… penso proprio che si venderà male e qualcuno rischia il posto…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Scopri l’ultimo numero

Sei già abbonato?

Ultimi annunci
I nostri social
In evidenza

Può interessarti anche

Quanto costa il tagliando del motore entrobordo?

Quanto mi costa il tagliando del motore entrobordo? Conti alla mano, ecco le voci fatturate da una officina autorizzata per la  manutenzione periodica del motore di una barca a vela da crociera di 9-12 metri. Quanto costa il tagliando del

VIDEO – Manovrare in spazi ristretti

Manovrare in spazi ristretti è il tema del nono  video-episodio di Scuola di VELA, in cui scopriamo quali siano i trucchi per districarsi nei canali dei porti affollati, in cui apparentemente, non c’è abbastanza spazio per girare la propria barca

Torna su