Torna dopo due anni il Boot Düsseldorf, le novità in arrivo da 8 a 22 m

Il Boot di Düsseldorf

Il più importante salone europeo dedicato al mondo della nautica è ormai alle porte e, se pur con qualche spazio in meno, anche per il settore vela il Boot di Düsseldorf resta un appuntamento cruciale della stagione fieristica. La rassegna, che torna dopo due anni di assenza a causa della pandemia, si apre il 21 gennaio e termina il 29, e come sempre offrire spunti interessanti con molti modelli “caldi” da seguire.

Boot di Düsseldorf, le novità più interessanti

Forse è un Boot Düsseldorf con meno novità assolute che in passato, e in tal senso fa “rumore” l’assenza di X-Yachts che non sarà in fiera con lo stand ufficiale del cantiere, ma comunque interessante per tastare il polso del mercato dopo le euforie post Covid. Ci sarà, come sempre, anche un po’ d’Italia, andiamo a vedere quindi i modelli più di tendenza del prossimo Boot e cosa fanno i vari cantieri in questo riassunto sulle proposte più “gustose” della fiera tedesca.


Neo Yachts, il 570 e i nuovi cat

Il Neo 570

Il cantiere pugliese guidato da Paolo Semeraro si presenta a Dusseldorf con il Neo 570 e presenterà al pubblico anche i progetti dei nuovi catamarani in arrivo, il Neo 410 e il 560. Espressioni diverse dello stesso concetto, il fast cruising interpretato con materiali all’avanguardia, costruzioni leggere e interni moderni. Il Neo 570, 17,50 x 5,30 mt, che sarà visibile in fiera, è lo scafo disegnato da Shaun Carkeek, uno dei più recenti della produzione Neo, fiore all’occhiello del cantiere e al momento ammiraglia della produzione. www.neoyachts.com


Grand Soleil 40 e nuovi progetti in arrivo

Il Grand Soleil 40

L’abbiamo già vista e raccontata a Cannes e a Genova, il Grand Soleil 40 ,12,90 x 4,07 mt, adesso va al battesimo con il mercato del Nord Europa, sempre molto esigente in tema di performace cruiser. Il progetto di Matteo polli ha riscosso ampi successi già in Mediterraneo, per la capacità di sintetizzare i numeri di una barca che può partecipare anche a delle regate con gli spazi di quello che può essere definito un cruiser. Il Boot di Dusseldorf sarà anche l’occasione per il Cantiere del Pardo per raccontare al pubblico cosa arriverà nel prossimo futuro.  www.grandsoleil.net


Solaris, dal 50 al futuro 74 RS

Solaris 74 RS

Per il cantiere italiano il Solaris 50, progetto Soto Acebal, è una delle barche più recenti, e sarà presente al Boot, ma non c’è dubbio che la curiosità del pubblico sarà anche verso un’altra barca sulla quale il cantiere sta concentrando lo sforzo della sua produzione, il Solaris 74 RS, barca di cui in fiera si parlerà già di certo.

Un bluewater semi-custom (22,00 x 6,10 m) perfetto per girare il mondo, facile da condurre, con tutti i vantaggi di un “raised saloon” (ovvero con il quadrato rialzato) ma senza rinunciare alle linee e all’eleganza tipiche di un “flush deck”. www.solarisyachts.com

I piccoli Saffier elettrici

La vista laterale del Saffier SE 24

Nata da un’idea dei fratelli Hennevanger, Dean e Dennis, che con il padre Richard sono i fondatori del cantiere, il Saffier SE 24, 8 x 2,40 mt, è un piccolo day sailer totalmente eco, dato che sarà alimentato solo dalla propulsione elettrica.

Verrà presentato per la prima volta al Boot di Dusseldorf, appuntamenti che il cantiere olandese non manca mai. I pannelli solari sono realizzati su misura e integrati per essere un tutt’uno con il design della barca, creando un layout pulito del ponte e generando energia sufficiente per caricare costantemente la batteria del Torqeedo da 3,5 kW per la propulsione. www.settemariyacht.it


Hallberg-Rassy, aspettando la nuova ammiraglia

Primo scafo dell'Hallberg-Rassy 69
Primo scafo dell’Hallberg-Rassy 69

Il cantiere svedese sarà presente al Boot con il 340, il 400, il 44 e il 50, ma oltre a vedere i modelli più recenti del cantiere la fiera sarà l’occasione per diffondere ulteriori dettagli circa la nuova ammiraglia in arrivo, l’Hallberg-Rassy 69. Progettato da Germán Frers, il nuovo modello è il più grande yacht mai costruito da Hallberg-Rassy.

Il 69 piedi (20.96 metri) è progettato per essere gestito in famiglia, ma avrà tra i suoi focus anche quello delle lunghe navigazioni. www.hallberg-rassy.it


Beneteau a tutto elettrico col First 44 e l’Oceanis 30.1

First 44 E

Il cantiere francese porterà anche al Boot Dusseldorf i nuovi Beneteau elettrici, un progetto sul quale il colosso francese punta con convinzione. Massiccia la presenza del cantiere in fiera, dove saranno esposti ben 10 modelli, tra cui il First 44. Una barca che, sotto un certo aspetto, è cruciale per Beneteau. Il First 44 è dotato di un sistema propulsione Cruise pod Torqeedo 12.0e batteria 48-5000 e viene quindi offerto nella versione E, elettrica, così come l’Oceanis 30.1. Le due barche pilota, entrambe presenti al Boot, per traghettare in futuro il marchio francese verso la totale propulsione elettrica. www.beneteau.com


Elan, arriva la novità Impression 43

Il nuovo Impression 43

Rinnovamento totale della gamma per Elan, che adesso rilancia anche la gamma Impression e presenta a Dusseldorf il nuovo 43, 12,82 x 4,25 mt. Lo scafo e il piano velico siano stati progettati da Humphreys Yacht Design, mentre il design generale e quello degli interni è ancora una volta a firma dello Studio Pininfarina, per una collaborazione che ha dato vita al pluripremiato Elan E6 e ora continua con l’Elan Impression 43.

Il nuovo Impression sarà più omogeneo col resto della gamma rispetto ai modelli passati: si nota infatti una tuga che richiama quella dell’Elan E6, così come in parte anche le finestrature e il look generale, con uscite di prua grintose che ricordano l’E6. www.adriaship.it


Jeanneau cala il jolly con un nuovo 55′

Il nuovo Jeanneau Yachts 55
Il Jeanneau Yachts 55

Stiamo parlando del Jeanneau Yachts 55, il nuovo tassello nella gamma di lusso del cantiere, la Yachts, che presto andrà a sostituire il 54 e si andrà ad affiancare a 60 e 65.

Il nuovo Jeanneau Yachts 55 è stato progettato ancora una volta da Philippe Briand, in collaborazione con Andrew Winch per gli interni. Un team già rodato, che sta firmando tutta la nuova linea di barche a vela Jeanneau. Il nuovo 16 metri da crociera apporta alcune innovazioni, recependo delle soluzioni che erano state introdotte in parte per il Sun Loft 47.

Le due zone del timone sono state avanzate di molto, per ricavare a poppa una più ampia zona prendisole. Grazie alla copertura parziale del pozzetto, le timonerie sono piuttosto riparate, e sarà possibile installare un vero e proprio tavolo da carteggio esterno sotto lo sprayhood. Una scelta dettata dalla volontà espressa dal cantiere di fare godere le proprie barche, anche all’esterno, anche con meteo avverso. www.jeanneau.com


Il GdV al Boot di Düsseldorf

Saremo presenti al Boot di Düsseldorf con i nostri giornalisti e vi racconteremo tutte le novità in diretta dal Salone! Seguiteci sul nostro sito e sui nostri social!

 

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Scopri l’ultimo numero

Sei già abbonato?

Ultimi annunci
I nostri social
In evidenza

Può interessarti anche

Solaris 39

Solaris 39, uno IOR sempreverde (con costruzione al top)

Nei primi Anni ‘80, sull’onda delle introduzioni sorte con il finire del decennio precedente, iniziano a mutare linee e volumi, nascono imbarcazioni più ‘moderne’, con scafi più filanti e galleggiamenti più vicini al fuoritutto. Sono gli anni dello IOR (International

Neo 570c

Neo 570c, il fast cruiser (17 m) fuori dal coro

APPROFITTANE SUBITO! Abbonati al Giornale della Vela cartaceo + digitale e a soli 69 euro l’anno ricevi la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi. Scoprili qui >> Ci

Torna su