Nuovo Dufour 37: cosa eredita dal Dufour 460 (e dal 470)

IL REGALO PERFETTO!

Regala o regalati un abbonamento al Giornale della Vela cartaceo + digitale e a soli 69 euro l’anno hai la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi.

Dufour 37 - In navigazione
Dufour 37 – In navigazione

Il Dufour 37 è l’ultima barca presentata dal cantiere agli ultimi saloni nautici di Cannes e di Genova. Il progetto del Felci Yacht Design è stato apprezzato dai visitatori ma anche dagli addetti ai lavori, e la barca è stata nominata all’European Yacht of the Year 2022

Dufour 37 – Come cambia rispetto al Dufour 360

Per l’ultima barca lanciata da Dufour il cantiere ha affidato ancora il progetto allo studio Felci Yacht Design di Umberto Felci, che ha cercato di realizzare una barca comoda ma piacevole in navigazione. Il Dufour 37 è una barca da crociera comoda con ottimi volumi interni ed esterni, sopratutto a poppa nel pozzetto. Si tratta di fatto di un’evoluzione del Dufour 360, che è stato ripensato per avere interni più comodi,  anche grazie ai 20 centimetri che guadagna in larghezza, e una superficie velica maggiore. La scheda tecnica dichiara 10,77 metri di lunghezza fuori tutto (9,99 m la lunghezza dello scafo) e un baglio massimo di 3,80 metri, per conoscere la scheda tecnica completa clicca qui per visitarla nello stand di Race Nautica alla Milano Yachting Week.

Dufour 37 – Quali sono le sue caratteristiche

Anche alcune caratteristiche del Dufour 470 si rivedono sul Dufour 37. Un esempio è la lunghissima finestratura sulla murata, ripresa anche sulla tuga, che permette di illuminare gli interni di luce naturale. La plancetta di poppa permette di ampliare ulteriormente lo spazio vivibile in pozzetto, che è già piuttosto grande, e anche a prua c’è tanto spazio nell’area prendisole. Guarda il nostro video qui sotto per capire meglio come sono organizzati gli spazi sul Dufour 37.

Per quanto riguarda gli interni il cantiere ha pensato a due diversi layout. La prima configurazione prevede due cabine doppie gemelle a poppa e una cabina armatoriale a prua, mentre la seconda prevede una cabina a prua e una a poppa, con un bagno più spazioso. La cucina è sempre a L, completa di tutto, e gli spazi comuni intorno al tavolo sono ampi.

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri l’ultimo numero

Sei già abbonato?

Ultimi annunci
I nostri social

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ti facciamo un regalo

La vela, le sue storie, tutte le barche, gli accessori. Iscriviti ora alla nostra newsletter gratuita e ricevi ogni settimana le migliori news selezionate dalla redazione del Giornale della Vela. E in più ti regaliamo un mese di GdV in digitale su PC, Tablet, Smartphone. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “iscrivimi”. Riceverai un codice per attivare gratuitamente il tuo mese di GdV!

Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


In evidenza

Può interessarti anche

Quattro “nuove” mitiche Classic Boat da 13.6 a 16 metri

Le Classic Boat di valore storico by Giornale della Vela non smettono mai di aggiornarsi! In quest’ottica, anche grazie ai vostri suggerimenti, sono arrivate 19 nuove barche, 19 nuove Classic Boat da celebrare e valorizzare.  Abbiamo ormai superato la quota

Le Isole Spalmadori in Croazia (foto di Boris Kacan)

Natanti all’estero, ora si può. Come fare, cosa serve

Natanti all’estero, ora si può! Con la nuova legge,  gli armatori di natanti (unità sotto i 10metri non immatricolate) potranno esibire un nuovo documento riconosciuto dallo stato Italiano, che attesta la proprietà e la nazionalità italiana della barca senza bisogno

Registrati



Accedi