RS Sailing “si mangia” Laser e allarga la sua flotta

IL REGALO PERFETTO!

Regala o regalati un abbonamento al Giornale della Vela cartaceo + digitale e a soli 69 euro l’anno hai la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi.

Il gruppo inglese RS Sailing ha di recente acquisito il cantiere Ocean Play con il quale costruirà le derive Pico, Bug, Bahia e Vago. Tutti progetti di Jo Richards e in precedenza costruiti da Laser Performance.

RS Sailing produrrà le derive scuola “ex Laser”

La flotta di RS Sailing, il più grande costruttore di derive al mondo, si arricchisce di nuovi modelli. Il gruppo britannico ha infatti di recente assorbito la nuova società Ocean Play che produce in una versione rinnovata i Pico, i Bug, i Bahia e i Vago. Tutti ricordano queste quattro simpatiche derive che hanno fatto già divertire migliaia di giovani velisti in tutto il mondo. Sono tutte uscite dalla matita del progettista Jo Richards, autore anche di molti modelli RS, e in precedenza erano costruite da Laser Performance.

Poi lo stesso Richards, dopo avere vinto una causa contro Laser Performance, ha deciso di affidarne la produzione al cantiere Ocean Play che lavorerà sotto l’egida del gruppo RS Sailing. A capo di Ocean Play ci sarà Neil Coxon, ex direttore di Oman Sail ed ex responsabile dell’operazione SailLaser. “Sono lieto di far parte di Ocean Play à dichiarato il manager – queste barche hanno permesso a tante persone in tutto il mondo di scoprire l’amore per la vela e la loro domanda è ancora molto viva”.

RS Sailing

Ecco le novità rispetto ai progetti originali

Le quattro barche saranno prodotte presso il cantiere specializzato in plastiche Roto, in Slovenia e le consegne dei primi esemplari sono previste per fine gennaio 2023. Tuttavia rispetto ai modelli originali, in accordo con Jo Richards, alcuni elementi del Pico, del Bug, Bahia e Vago sono stati aggiornati per i clienti nel Regno Unito e all’estero che desiderano sostituire i loro classici preferiti. Tra le novità ci sono i disegni di tutte le vele e le rande dei Pico e dei Bug sono ora dotate di stecche verticali. Componenti che conferiscono una forma più stabile alle vele e le rende molto più facili da avvolgere.

La stessa Ocean Play gestirà anche il settore dei ricambi per le circa 50.000 imbarcazioni già in uso che hanno bisogno di manutenzione. Ocean Play continuerà inizialmente a sviluppare i mercati consolidati dei marchi in Europa, per poi nel 2023 guardare ad altri territori.

L’acquisizione di Ocean Play è un bel colpo anche per RS Sailing. Ricordiamo che il gruppo inglese fondato nel 1957 nel distretto londinese Brockley dalla società H.Taylor & So vanta oltre 20 modelli di derive in catalogo, 60 distributori internazionali (in Italia è Negrinautica) e un team di 254 dipendenti. Il fatturato annuo della società sfiora i 30 milioni di euro.

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri l’ultimo numero

Sei già abbonato?

Ultimi annunci
I nostri social

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ti facciamo un regalo

La vela, le sue storie, tutte le barche, gli accessori. Iscriviti ora alla nostra newsletter gratuita e ricevi ogni settimana le migliori news selezionate dalla redazione del Giornale della Vela. E in più ti regaliamo un mese di GdV in digitale su PC, Tablet, Smartphone. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “iscrivimi”. Riceverai un codice per attivare gratuitamente il tuo mese di GdV!

Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


In evidenza

Può interessarti anche

69esima Regata dei Tre Golfi. Ecco come sta andando

È partita da Napoli ieri pomeriggio la 69esima edizione della Regata dei Tre Golfi. 150 miglia tra le isole dei tre golfi, passando per Ischia, Procida, Zannone, Ponza e Capri. Oltre 100 le imbarcazioni iscritte. A 15 miglia dall’arrivo, Magic

Trionfo Tita. E adesso Olimpiadi e Coppa America

Ha fatto bene a Ruggero Tita, l’allenamento invernale con Luna Rossa e giocare al simulatore assieme a Marco Gradoni. Il poker di Ruggi il Freddo Ha stravinto con venti punti di vantaggio il suo quarto campionato mondiale Nacra 17 (e

Registrati



Accedi