EnergyMatic è l’elica che ricarica le batterie quando si naviga a vela

Ewol EnergyMatic vista frontale
Ewol EnergyMatic vista frontale

C’è una nuova elica nata in casa Ewol, si chiama EnergyMatic e funziona come un idrogeneratore quando il motore è spento. L’elica, presentata al Salone di Cannes, sarà visibile anche nello stand di Ewol al prossimo Salone Nautico Internazionale di Genova, e all’interno della Milano Yachting Week. Ecco le sue caratteristiche principali.

Elica EnergyMatic Ewol

Questo nuovo prodotto di Ewol nasce per le imbarcazioni a vela dotate di motore elettrico, quelle di oggi ma soprattutto quelle di domani. Una delle sfide da affrontare per i motori elettrici, infatti, rimane quella delle batterie, in particolare la questione legata alla loro durata e alla ricarica. Grazie alla posizione di ricarica su cui si può impostare l’elica, EnergyMatic si trasforma in un idrogeneratore in grado di ricaricare le batterie delle imbarcazioni a propulsione elettrica o ibrida, ma anche con un alternatore collegato all’asse. Navigando a vela con l’elica in posizione di ricarica, EnergyMatic funziona come una turbina elettrica che genera energia. ricaricando le batterie.

Ewol EnergyMatic
Ewol EnergyMatic

Altra caratteristica fondamentale di EnergyMatic è il ritorno automatico. Questo meccanismo permette all’elica di posizionarsi a bandiera senza la necessità di fermare l’asse, quindi non bisogna spegnere il motore e ingranare la marcia indietro. EnergyMatic si posiziona con la minima resistenza e consente di aumentare la velocità di navigazione anche di 1,5 nodi.


ENTRA NEL CLUB DEL GIORNALE DELLA VELA
Ti piace il nostro punto di vista sul mondo della vela? Allora non devi far altro che entrare nel club e iscriverti alla nostra newsletter gratuita, per ricevere ogni settimana le migliori news di vela selezionate dalla nostra redazione. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “Iscrivimi”.


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


C’è di più! Sul nostro canale YouTube ti aspetta tutta la vela, minuto per minuto. Ma in video!

ISCRIVITI GRATIS

ABBONATI E SOSTIENICI

Hai visto quanta carne al fuoco? Se apprezzi il nostro lavoro abbonati al Giornale della Vela. Non solo ricevi a casa la rivista ma ti facciamo un regalo unico: accedi all’archivio storico digitale del Giornale della Vela e leggi centinaia e centinaia tra i migliori articoli apparsi sulle pagine del GdV dal 1975 ai giorni nostri!

ABBONATI SUBITO


 

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Continua a leggere

Millevele

Affonda una barca sotto il temporale durante la Millevele

Lazy, una barca di 8,55 metri, è affondata sotto la pioggia durante la storica veleggiata che si svolge ogni anno nel Mar Ligure, la Millevele. Stamattina, sabato 24 settembre, la pioggia ha travolto la città di Genova e i dintorni. Seguendo

TECNICA Come e dove montare un secondo strallo a bordo

Se con un genoa parzialmente avvolto, con pochi metri quadri di tela esposti, si può sostenere un’andatura portante con 50 nodi di vento, con la stessa vela ridotta non è ipotizzabile bolinare, sia pur con angoli larghi. Occorre dunque armare

Torna su