Cassetta dei ferri in barca: cosa metterci dentro per stare sicuri?

cassetta dei ferri
La cassetta dei ferri

La cassetta dei ferri è un equipaggiamento che in barca non può mai mancare e che è importante anche per la sicurezza. Spesso però diventa una specie di “Mostro” dal peso ingestibile, finiamo per metterci dentro qualsiasi attrezzo che magari non è necessario per la vita di bordo. Come andare allora a comporre una cassetta dei ferri che non sia troppo pesante e difficile da spostare in barca e al tempo stesso dotarla del necessario per ogni emergenza?

Cassetta dei ferri – serve l’essenziale

Per capire cosa mettere dentro la cassetta dei ferri poniamoci delle domande: quali sono le parti più sensibili di una barca a vela? La prima è senza dubbio l’albero con le sue sartie, poi c’è sicuramente il motore. Preoccupiamoci prima di tutto degli strumenti necessari per lavorare su questi due elementi. Servirà un set di chiavi della dimensione adatta agli arridatoi delle nostre sartie, o eventuali brugole che potrebbero servire per lavorare sui componenti dell’avvolgitore.

Sempre in tema di albero, una potente tronchesina potrà aiutarci in caso di malaugurato disalberamento per tagliare le sartie. Brugole, pinze, 4-5 cacciavite di varie misure, perni e dadi in acciaio inossidabile, saranno anche un buon equipaggiamento per eventuali lavori sul motore. Su questo capitolo mai dimenticare un pezzo fondamentale: meglio mettere nella cassettina 1-2 giranti di riserva. Cercare un rivenditore in pieno agosto durante la crociera potrebbe essere qualcosa di molto spiacevole. Infine non scordiamo i classici turafalle, i cunei da utilizzare in caso di via d’acqua, altro tassello importante della nostra cassetta dei ferri.

Cassetta dei ferri – cosa non dimenticare

Oltre ad albero e motore un altro elemento della barca importante sono ovviamente le vele. Dentro la cassetta dei ferri troverà posto allora un buon kit da velaio, con ago e filo, dacron adesivo, tessuto adesivo per spinnaker e del keval o cuben fiber, sempre adesivi, per eseguire eventuali rinforzi. Non trascuriamo questi utensili dato che le vele sono a tutti gli effetti il motore principale delle nostre barche e anche in crociera dobbiamo prendercene cura in caso di necessità.

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Continua a leggere

Swan 55

VIDEO Swan 55 (16m): il bluewater che sa cambiare pelle

Il Cannes Yachting Festival e il Salone Nautico di Genova sono due appuntamenti da non perdere per i cantieri del settore e tutti gli appassionati. La nostra redazione è andata a bordo delle ultime novità, una di queste è il nuovo Swan 55,

sostenibilità

L’abuso della parola sostenibilità nel mondo della nautica

Siamo usciti dai saloni nautici di Cannes e Genova ubriachi di sostenibilità. Sembra, quest’anno, la parola magica da inserire nella comunicazione di ogni cantiere. Va bene, è il tema del momento complice la situazione mondiale. Ma andiamoci piano a sbandierare

Torna su