Ti serve più energia a bordo? Passa a un generatore a giri variabili

generatore a giri variabili - 1
SOLUZIONE TOP. Il generatore a giri variabili Dynamica Mini 120 Variable Speed sviluppato da Saim genera fino a 12 kW ed è la soluzione consigliata per le barche da crociera di dimensioni oltre ai 15 metri.

Sono più compatti, in grado di fornire potenza modulabile e, quindi, consumano meno poiché generano solo l’energia richiesta. I generatori a giri variabili sono l’ultima tendenza sulle barche da crociera. Ve lo raccontiamo con una “case history”. 

I vantaggi del generatore a giri variabili

Può accadere che le esigenze di un armatore, a bordo cambino. Nuovi fuochi, forno, impianto di aria condizionata: e l’energia fornita da il vecchio generatore a giri fissi di bordo non basta più, com quest’ultimo che è continuamente in allarme e si spegne lasciando le utenze in panne.

In questi casi, la strada giusta è ovviamente quella di affidarsi a un prodotto di maggiore potenza, ma c’è il problema dello spazio. All’aumento dei kW, aumentano anche i volumi e in barca, si sa, le dimensioni contano. La soluzione c’è e si chiama generatore a giri variabili. La gestione del sistema generatore è affidata a un inverter, hanno motori più piccoli, minore scambio termico con l’ambiente circostante ma soprattutto sono in grado di fornire potenza modulabile e presentano emissioni e consumi più bassi poiché generano solo l’energia richiesta.

Generatore a giri variabili. Un caso concreto

L’armatore di un Solaris 58 (17,45 x 5,05 m) che si è rivolto a Saim (produttore italiano dei generatori Dynamica, che ha nella sua gamma i modelli Mini a giri variabili) aveva necessità di avere maggiore energia a bordo. Il suo vecchio Kohler 7EFKOZD, che lavorava a giri fissi (1.500 rpm a 50Hz),  un’ottima macchina, non bastava più per le utenze di bordo con i suoi 7 kW.

Così i tecnici di Saim, di concerto con il centro assistenza autorizzato di Eclisse Elettronautica di San Pantaleo, hanno installato sull’imbarcazione un nuovo Dynamica Mini 120V Variable Speed, in grado di erogare fino a 12 kW e lavorare da 2.100 fino a 3.000 giri a seconda dell’energia necessaria: il cuore del gruppo elettrogeno è un motore diesel Kubota Z902 a tre cilindri e 18 cavalli.

Generatore a giri variabili? Armatore soddisfatto

L’armatore, ci racconta Pasquale Azara di Eclisse, è rimasto soddisfatto. Intanto, perché il Dynamica occupa meno spazio e pesa meno: 73×46,8×55.5 cm (e 185 kg di peso) contro gli 86×52,8×55,9 del vecchio modello (che arrivava a 249 kg).

generatore a giri variabili - 2
Il generatore Dynamica Mini 120 a giri variabili è stato installato a poppa nel vano motore del Solaris 58. Il rumore? Trascurabile, se la sala macchine
è coibentata bene!

Poi, per l’effettivo risparmio energetico derivante dai giri variabili. La rumorosità della macchina è di poco superiore rispetto a un giri fissi (54 decibel a 7m) ma se hai un vano motore ben coibentato, come quello dei Solaris, una delle eccellenze della cantieristica italiana, non ci sono problemi. Il Dynamica Mini è stato installato nella sala macchine, a poppa. E ora l’armatore non ci pensa più!


ENTRA NEL CLUB DEL GIORNALE DELLA VELA
Ti piace il nostro punto di vista sul mondo della vela? Allora non devi far altro che entrare nel club e iscriverti alla nostra newsletter gratuita, per ricevere ogni settimana le migliori news di vela selezionate dalla nostra redazione. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “Iscrivimi”.


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


C’è di più! Sul nostro canale YouTube ti aspetta tutta la vela, minuto per minuto. Ma in video!

ISCRIVITI GRATIS

ABBONATI E SOSTIENICI

Hai visto quanta carne al fuoco? Se apprezzi il nostro lavoro abbonati al Giornale della Vela. Non solo ricevi a casa la rivista ma ti facciamo un regalo unico: accedi all’archivio storico digitale del Giornale della Vela e leggi centinaia e centinaia tra i migliori articoli apparsi sulle pagine del GdV dal 1975 ai giorni nostri!

ABBONATI SUBITO


 

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

1 commento su “Ti serve più energia a bordo? Passa a un generatore a giri variabili”

  1. Il diesel è morto, gli SCR aggiungono complessità e costi. Già oggi, se fossi un armatore che deve ordinare nuovo o refittare una barca con più di 10 anni di vita residua, passerei a un ibrido chiavi in mano BMW i3- Torqeedo deep blue. Entro 10 anni la faranno da padrone rotax e range extender ciclo Otto a gnl o metanolo. I motoristi abbandoneranno il diesel di piccola taglia, la nicchia del diporto non sarà più remunerativo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Continua a leggere

invernaggio barca

Invernaggio barca, cosa devi fare se la tiri in secca

Finisce la stagione, è il momento dell’invernaggio se non utilizzate la vostra barca nei mesi più freddi. Sono molte sono le operazioni da svolgere per mettere a riposo la nostra barca e proteggere al meglio gli interni, le batterie, i

jeanneau open days

Jeanneau Open Days, vieni a scoprire tutta la gamma Sun Odyssey!

Arrivano gli Open Days di Jeanneau sabato 8 e domenica 9 ottobre all’interno del Marina di Nettuno (Roma).  8-9 ottobre, perché partecipare ai Jeanneau Open Days Un weekend, finalmente lontani dal “caos” dei Saloni nautici (che quest’anno sono stati letteralmente

Torna su