Anteprima Saloni MYW – Aura 51: il catamarano green di Fountaine Pajot

IL REGALO PERFETTO!

Regala o regalati un abbonamento al Giornale della Vela cartaceo + digitale e a soli 69 euro l’anno hai la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi.

Fountaine Pajot Aura 51 - Vista posteriore
Fountaine Pajot Aura 51 – Vista posteriore

Un 51 piedi così non si era mai visto. Oltre al tanto spazio – in coperta, sottocoperta e sul flybridge – i progettisti hanno pensato a delle soluzioni per rendere l’Aura 51 più sostenibile e green. Fountaine Pajot è al lavoro per il lancio di catamarani a propulsione full electric, e nel frattempo cerca di far dipendere sempre meno dal carburante le sue barche. Sull’Aura 51 i progettisti Berret e Racoupeau hanno trovato la soluzione per installare i pannelli solari senza compromettere design e vivibilità degli spazi. L’hanno fatto sul flybridge, che oltre all’ampio spazio prendisole accoglie una serie di pannelli solari che riescono a produrre fino a 2000 watt di energia.

Aura 51 – Com’è fatto e dove puoi vederlo


Aura 51 – Esterni

Fountaine Pajot Aura 51 - Flybridge
Fountaine Pajot Aura 51 – Flybridge

Sul piano di coperta a prua dell’Aura 51 troviamo la rete, immancabile sui catamarani Fountaine Pajot, e una zona lounge aggiuntiva molto spaziosa, ricavata all’interno di una sorta di pozzetto di prua. Qui oltre alle sedute prendisole troviamo un comodo tavolino, che permette di avere due zone relax-aperitivo separate: una a poppa e una a prua. Il flybdrige è davvero molto spazioso e consente di rilassarsi come se ci si trovasse su una terrazza vista mare.


Aura 51 – Interni

Fountaine Pajot Aura 51 - Salone
Fountaine Pajot Aura 51 – Salone

I layout disponibili per l’Aura 51 sono 4, e in tutti quanti ogni cabina ha il bagno privato, anche nella configurazione a 6 cabine. Il salone è molto luminoso anche in condizioni di scarsa luce naturale, grazie all’ampia vetrata. La cucina è situata a metà tra interno ed esterno, così da favorire il doppio utilizzo e cenare o pranzare sia all’aperto che riparati. Le cabine sono tutte molto confortevoli, quella armatoriale è il fiore all’occhiello, soprattutto nella versione Full Maestro è una vera suite e occupa tutto lo scafo di babordo.


Aura 51 – Scoprilo in anteprima

Prima di vederlo dal vivo ai Saloni, visita l’Aura 51 alla Milano Yachting Week, il Salone Nautico Digitale aperto tutto l’anno. Da lì puoi anche contattare Race Nautica semplicemente riempiendo il form mail.

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri l’ultimo numero

Sei già abbonato?

Ultimi annunci
I nostri social

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ti facciamo un regalo

La vela, le sue storie, tutte le barche, gli accessori. Iscriviti ora alla nostra newsletter gratuita e ricevi ogni settimana le migliori news selezionate dalla redazione del Giornale della Vela. E in più ti regaliamo un mese di GdV in digitale su PC, Tablet, Smartphone. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “iscrivimi”. Riceverai un codice per attivare gratuitamente il tuo mese di GdV!

Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


In evidenza

Può interessarti anche

Big del Lusso

Ai big del lusso piace sempre di più la nautica

Sono sempre di più i “big del lusso” che investono nella nautica. I big del lusso nella nautica L’ultimo che ha reso pubblica una partecipazione nel mondo della nautica è Toni Belloni, ex membro del cda del gigante del lusso

Registrati



Accedi