Zero fatica o poco ingombro? Con il winch Unipower 500 di Harken non devi scegliere!

IL REGALO PERFETTO!

Regala o regalati un abbonamento al Giornale della Vela cartaceo + digitale e a soli 69 euro l’anno hai la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi.

harken-unipower-500-diagramma

La gamma di winch motorizzati Unipower di Harken ha da qualche tempo un nuovo arrivato: l’Unipower 500. Questi winch sono famosi per una caratteristica che consente di risparmiare spazio sotto alla coperta: il motore è integrato quasi interamente nel tamburo. Il modello di winch Unipower 500 è consigliato per imbarcazioni a vela di lunghezza compresa tra 10 e 14 metri.

Unipower 500 – Winch motorizzato prodotto da Harken

Un winch motorizzato consente di ridurre al minimo la fatica quando si gestiscono le manovre a bordo. L’Unipower 500 ha anche un secondo vantaggio, oltre a ridurre la fatica riduce anche l’ingombro, ed è quindi perfetto per piccole barche o per chi non vuole fare interventi di refit troppo invasivi. Rispetto ad altri winch elettrici, l’Unipower 500 permette di risparmiare tanto spazio sottocoperta (come si vede nella foto), non solo verticalmente ma anche orizzontalmente. Si installa molto facilmente sporgendo di appena 10 centimetri sotto al piano di coperta, e il suo funzionamento a velocità singola si regola automaticamente in base al carico. Questo winch self-tailing è adatto a cime e scotte di diametro compreso tra gli 8 e i 13 millimetri ed è disponibile con finitura in alluminio (peso 6,7 kg) o cromata (peso 8,3 kg). Un ultimo dettaglio molto importante è la possibilità di usare il winch anche manualmente, con la classica maniglia, qualora non ci fosse energia elettrica a bordo per alimentare il motore da 12v o 24v.

Unipower 500 – Scoprilo al salone

Per scoprire tutte le caratteristiche del winch elettrico Unipower 500 di Harken puoi fare una visita al Salone Digitale della Milano Yachting Week. All’interno dello stand di Harken trovi tanti accessori e attrezzature per la tua barca a vela, e puoi contattare direttamente il produttore riempiendo il form mail.

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri l’ultimo numero

Sei già abbonato?

Ultimi annunci
I nostri social

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ti facciamo un regalo

La vela, le sue storie, tutte le barche, gli accessori. Iscriviti ora alla nostra newsletter gratuita e ricevi ogni settimana le migliori news selezionate dalla redazione del Giornale della Vela. E in più ti regaliamo un mese di GdV in digitale su PC, Tablet, Smartphone. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “iscrivimi”. Riceverai un codice per attivare gratuitamente il tuo mese di GdV!

Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


In evidenza

Può interessarti anche

Coppia motore, cosa è e come funziona

Nel mondo dei motori, entro e fuoribordo, sui depliant e sulle presentazioni dei modelli appare sempre lei. La parola “coppia motore”: viene spesso dato per scontato che chi legge sappia di cosa si stia parlando, ma un piccolo ripasso non

Registrati



Accedi