developed and seo specialist Franco Danese

Duemila anni di storia in 18 miglia. Questa è la VELA Cup Venezia

Barcando, catamarani comodi e sicuri per crociere senza pensieri
27 giugno 2022
Gerys 4.7, quando il foil è anche per le scuole vela
28 giugno 2022

vela cup venezia

Appuntamento il 23 luglio per la VELA Cup Venezia / Round the Lido Race

Vi abbiamo già detto come il percorso della TAG Heuer VELA Cup / Round The Lido Race in programma il 23 luglio (ci sarà anche la Elan Cup) sia di quelli imperdibili ma è giunto il momento di raccontarvelo nel dettaglio. Perché non capita tutti i giorni di navigare nella storia, in sole 18 miglia.

vela cup venezia

VELA Cup Venezia – Il percorso

VELA Cup Venezia, 2.000 anni di storia in 18 miglia

La manifestazione è aperta a tutte le barche e multiscafi, cabinati e aperti, senza limitazione d’età, senza utilizzo di certificati di stazza e ci sono tantissimi premi (vi ricordiamo che le imbarcazioni del cantiere Elan hanno l’iscrizione gratuita – qui i premi della Elan Cup – e c’è l’ormeggio gratuito per tutte le barche che vengono da fuori Venezia).

ISCRIVITI SUBITO ALLA VELA CUP VENEZIA / ROUND THE LIDO RACE


Vela Cup Venezia, la partenza in Laguna

Si partirà, tutti insieme, alle ore 12 davanti all’Isola di San Giorgio, in Laguna. Qui non solo si trova la sede a mare della Compagnia della Vela di Venezia, ma si può godere di un panorama unico della Serenissima sul canale di San Marco.

vela cup venezia

Il panorama su San marco che si gode dall’Isola di San Giorgio, sede a mare della Compagnia della Vela di Venezia

Davanti alle barche si staglierà l’Isola di San Servolo, caratterizzata da un vasto complesso architettonico e da un bellissimo parco, fu per un millennio sede monastica e in seguito ospedale per i malati mentali fino a quando la riforma della psichiatria ne causò la chiusura nel 1978.

vela cup venezia isola di San Clemente

VELA Cup Venezia / Round the Lido Race – Il passaggio costeggiando l’isola di San Clemente

Si prosegue nel canale Orfano, costeggiando prima l’isola di S. Clemente (abitata fin dal XII secolo, quando un mercante veneziano fondò una chiesa con annesso un ospitale per pellegrini e soldati in attesa di imbarcarsi verso la Terra Santa) e poi quella abbandonata di Santo Spirito, abitata nei secoli da vari ordini monastici e poi trasformata prima in deposito militare da Napoleone e infine in polveriera durante la Seconda Guerra Mondiale.

isola di santo spirito vela cup venezia

Il passaggio davanti all’isola di Santo Spirito

Poveglia, la prima isola di “quarantena marittima”

Navigando nel canale di Santo Spirito, le barche arriveranno poi all’isola di Poveglia, abitata fin dai tempi dei antichi romani e che è celebre per essere stata una delle prime isole di “quarantena marittima” (fin dalla fine del ‘700), dove sostavano per quaranta giorni gli equipaggi e le navi mercantili in arrivo dall’oriente, in attesa di entrare nella Serenissima.

poveglia 5 vela cup venezia

L’X-41 Sideracordis passa davanti all’isola di Poveglia

Pensate che l’isola ha conservato la sua funzione per tutto l’Ottocento e fino al secondo dopoguerra!

Poi via, lungo il canale di Malamocco, uno dei borghi più antichi di Venezia, nella parte meridionale dell’isola del Lido. E’ abitato da tempo immemore. Il toponimo è citato per la prima volta nel Pactum Lotharii dell’840 come Madamaucum; nel secolo successivo sono invece attestate le forme Metamaucus e Mathemauco.

Sapete che c’è un oasi WWF protetta?

Qui, davanti al porto degli Alberoni, ci sarà il primo “checkpoint”, ovvero lo spazio delimitato da due boe attraverso il quale le barche dovranno necessariamente transitare. A dritta delle barche gli ottagoni, le strutture difensive della Serenissima.

ottagono vela cup

Le barche passano davanti a un ottagono, tipica struttura militare difensiva veneziana.

Prima di uscire in mare aperto, dalle bocche del porto di Malamocco (dove sarà situato il secondo checkpoint), si circumnaviga la punta sud dell’isola del Lido, dove si trova l’oasi WWF Dune degli Alberoni, che ospita rarissimi esemplari di uccelli, anfibi e dove si possono incontrare anche piccole tartarughe marine.

dune degli alberoni vela cup venezia

Le Dune degli Alberoni. Qui è possibile osservare uccelli e anfibi rarissimi (foto via Creative Commons)

ISCRIVITI SUBITO ALLA VELA CUP VENEZIA / ROUND THE LIDO RACE

Via, in mare aperto!

Adesso il gioco si fa più “aperto”, costeggiando il Lido (sulla piaggia se guardate bene troverete delle singolari capanne costruite dai veneziani!) e regatando in mare aperto (a far da sfondo hotel pazzeschi come il mitico Excelsior fino al terzo checkpoint, poco prima dell’entrate nel porto del Lido.

Lungo la costa del Lido di Venezia, si erge maestoso il celebre Hotel Excelsior. Lo riconoscerete da lontano!

La VELA Cup Venezia termina nel cuore della città

Si rientra in laguna passando davanti al “bacan”, ovvero la spiaggia dei veneziani, davanti al forte di Sant’Andrea (opera cinquecentesca dell’architetto veronese Michele Sanmicheli) e si conclude la veleggiata passando per il canale di San Niccolò, costeggiando la splendida isola della Certosa e arrivando nel bacino di San Marco, nel cuore della città.

vela cup venezia

La VELA Cup Venezia / Round The Lido Race si chiude nel bacino di San Marco

Ve lo avevamo detto. 18 miglia, 2.000 anni di storia! Cosa state aspettando a iscrivervi?

ISCRIVITI SUBITO ALLA VELA CUP VENEZIA / ROUND THE LIDO RACE


Tutto quello che devi sapere sulla TAG Heuer VELA Cup 2022

CHI PUO’ PARTECIPARE – Ogni tipo di barca senza limiti di età, non è richiesto nessun certificato. Vince chi arriva primo, con divisioni per classi omogenee di lunghezza, categorie “Crociera” (vela bianche)” e “Regata” (con gennaker/spi).

ORMEGGI GRATUITI – Per le barche che partecipano e arrivano da “fuori”.

DURATA E PERCORSO – Ciascuna delle “Regate” non dura più di 3-4 ore. Il percorso è costiero.

GLI EQUIPAGGI – Non è necessario essere dei velisti esperti per partecipare, non si usano le “regole di regata” ma quelle della navigazione.

PREMI – Vengono premiati i primi di ogni classe nelle categorie “Crociera” e “Regata” con preziosi piatti serigrafati. Il vincitore assoluto in tempo compensato tra tutti i partecipanti vince il prestigioso orologio TAG Heuer Aquaracer e per il primo in tempo reale antivegetativa Speedy da Veneziani. Ricchissimi premi a sorteggio tra tutti i partecipanti alla premiazione che si svolge la sera stessa, in palio di Garmin un ricevitore satellitare InReachMini 2, un Sup gonfiabile di Vetus, guanti impermeabili da Plastimo, coltello multiuso da Letherman, un magico mezzo marinaio arrotolabile da Seably.

GIFT BAG – Ogni barca iscritta riceve una ricchissima gift bag con istruzioni di regata e numeri adesivi, T shirt della TAG Heuer Vela Cup. TAG Heuer offre anche bandiera di strallo, braccialetti per l’equipaggio e cappellini. Trovate anche utili gadget di Garmin, Plastimo, Vetus, Veneziani, Seably.

ISCRIZIONI – Partecipare è facile, iscriviti su www.velacup.it o direttamente in banchina.

INFO: www.velacup.it e www.giornaledellavela.com

LE TAPPE 2022 – 7/8 maggio – Liguria di Levante, Chiavari-Golfo del Tigullio, Marina Calata Ovest; 4/5 giugno Puglia, Brindisi, Marina di Brindisi; 23/24 luglio Venezia, Compagnia della Vela; 27/28 agosto Sardegna (Costa Smeralda), Cala dei Sardi.

ISCRIVITI SUBITO ALLA VELA CUP DI VENEZIA / ROUND THE LIDO RACE

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi