BARCHE USATE Ecco il posto giusto dove trovarle, provarle e venderle!

IL REGALO PERFETTO!

Regala o regalati un abbonamento al Giornale della Vela cartaceo + digitale e a soli 69 euro l’anno hai la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi.

barche usate nautiliaEravamo ancora dentro il tunnel buio del Covid che già alcuni comparti economici avevano preso la rincorsa al rialzo. La voglia repressa di libertà all’aria aperta aveva fatto impennare la domanda di: case con giardino, camper, biciclette e anche di imbarcazioni. Un mediatore marittimo aveva confessato la sua meraviglia per aver venduto dei natanti “impossibili“ addirittura al primo prezzo esposto senza sconti, tanta era stata la smania di evadere e di sfuggire il contatto con altre persone .

Tutti vogliono le barche usate

Si stava realizzando la tempesta perfetta poiché, mentre nel Sud Italia e nelle due isole maggiori le società di charter rastrellavano il nuovo, agevolato dal credito d’imposta al quaranta per cento, tutte le imbarcazioni usate andavano a ruba favorite dai ritardi delle consegne delle barche nuove per esuberanza di ordini. Altri espositori però hanno confermato che quanto avvenuto non è stato del tutto positivo, in quanto questi ritardi nelle consegne hanno fatto scarseggiare il numero delle imbarcazioni usate che avrebbero dovuto essere poste in vendita.

Nautilia, unica vetrina “live” di barche usate

Ed è con queste premesse che ad Aprilia Marittima, pur percependo un certo fermento per il tradizionale appuntamento autunnale con “Nautilia”, gli espositori per ora sono timidi nell’esprimere giudizi.

barche usate nautilia

Il Nautilia è rimasta l’unica grande vetrina dell’usato nautico, aperta in una posizione strategica dell’Alto Adriatico, che è l’affaccio al mare del Bacino Danubiano e il crocevia tra Est e Ovest. Il nome “Nautilia”, un neologismo sincratico che snobba l’inflazione anglofona dei “boat show”, è stato ideato da Gennaro Coretti, Velista dell’anno 2021 ed è un acronimo poiché unisce alla radice “nautica”, “l’utilis” latino che vuol dire vantaggioso e profittevole.

Infatti gli organizzatori, Eugenio Toso e Stefano Rettondini avevano fin dall’inizio intuito i bisogni dei mediatori marittimi e avevano assecondato le giuste pretese degli acquirenti di imbarcazioni usate.

I 35 anni di Nautilia

Questo salone espositivo che compirà 35 anni di attività, che si tiene in Aprilia Marittima di Latisana (UD) nelle giornate del 15-16-17 e 21-22-23 ottobre, si sarebbe potuto chiamare anche “Nautilia Viva” poiché la mostra delle barche a terra risolve astutamente il 50% della trattativa di vendita che si basa su due paletti fondamentali: la prova in mare e la visita, appunto, dell’opera “viva”, cioè della carena e dei propulsori fuori dall’acqua.

Nautilia 2022 potrebbe diventare ancora più importante per il mercato delle imbarcazioni usate a causa della guerra in Ucraina che purtroppo sta compromettendo e ritardando le consegne di imbarcazioni nuove.

Un aspetto da non sottovalutare è che in tal modo si favorisce lo scambio di quelle usate.

Chi vorrà acquistare un natante o desidererà sostituire la propria barca per la primavera del 2023 dovrà venire ad Aprilia Marittima per cercare nell’immenso piazzale dei Cantieri ciò che desidera.

È difficile oggi avanzare previsioni dopo il grande trambusto del Covid che, comunque, non ha interrotto questa rassegna, anche se la ressa di visitatori si era per ovvii motivi, ridotta, nonostante che l’offerta di 200 imbarcazioni esposte, avesse tenuto alta la bandiera di questa, ripetiamolo, unica fiera nazionale d’imbarcazioni usate.

A Nautilia puoi esporre anche come privato

Eugenio Toso, che con il figlio Nicola è l’anima e il motorino di avviamento di questa esposizione precisa che ”Nautilia è rimasta un unicum nel settore della nautica italiana e forse anche Europea, poiché nessuno, che io sappia, può vantare di aver offerto fino a un massimo di 400 imbarcazioni usate in una sola volta ” e sottolinea che “un fenomeno più recente, che l’interesse per questa mostra, si è manifestato con la partecipazione diretta di privati, i quali hanno chiesto di esporre in vendita la propria barca.

Eugenio e Nicola Toso

Una volta si diceva che, dopo il mitico Nautico di Genova, dove ci si andava solo per farsi gli occhi sul nuovo, chi non aveva abbastanza disponibilità per concludere l’acquisto, si organizzava per venire al “Nautilia” dove avrebbe trovato l’affare “utilis“, cioè vantaggioso e profittevole per le proprie tasche.

È prevedibile che, nello scenario attuale, l’onda lunga del Covid che ancora alimenta la voglia di evadere, coincidente con gli impicci della guerra che sottraggono ricambi e accessori attuate le industrie produttrici, manterranno ancora alta la domanda di imbarcazioni usate, per cui sarà opportuno accaparrarsi la migliore posizione fuor d’acqua al Nautilia per chi avesse già pronte le offerte.

Le cifre di Nautilia 2022

BARCHE/ TIPOLOGIA e MARCHI: circa 300 barche esposte; nessuna fiera presenta un così alto numero di barche usate di qualità riunite in un unico salone di cui il 75/80% a motore e il 20/25% a vela.

Carrellabili dai 4 ai 6 mt. per favorire i giovani; Natanti dai 6 agli 8 mt. e Imbarcazioni a vela e a motore dai 10 ai 20 metri;

Sono rappresenti in fiera 40/50 marchi delle più note aziende costruttrici.

15/25 anni è l’età media delle barche sul mercato e le loro condizioni sono migliori del passato.

BROKER E MEDIATORI MARITTIMI: circa 40 espositori per la maggior parte Broker e mediatori marittimi dell’area alto Adriatico, nelle ultime edizioni anche una parte di privati che espongono direttamente.

VISITATORI/TIPOLOGIA: circa 10.000 visitatori provenienti per il 65/70% dalle varie regioni Italiane 30/35% dall’Austria Germania e Slovenia.

AREA DI ESPOSIZIONE: 50.000 mq. di piazzali a terra con oltre 1 000 mt. lineari di banchine attrezzate.

BARCHE INVENDUTE: Molte trattative nate in autunno al Nautilia, si perfezionano poi in primavera e per questo motivo in febbraio abbiamo studiato la manifestazione Porte aperte all’usato” per dar modo ai potenziali acquirenti di chiudere la trattativa ed avere l’imbarcazione pronta per l’estate.

CANTIERISTICA POST VENDITA: Tramite i Cantieri di Aprilia, specializzati nel “refitting”, Nautilia fornisce ai nuovi acquirenti un efficiente servizio post-vendita per ogni loro necessità di manutenzione sulle numerose specialità, tra le quali falegnami, pittori ,meccanici ed elettromeccanici, velai, lavorazioni inox e altri.

Per informazioni: www.nautilia.com – Ente Fiera Cantieri di Aprilia – Via del Coregolo, 19 – 33053 – LATISANA (Udine) info@nautilia.com – tel. 0431-53146

 

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri l’ultimo numero

Sei già abbonato?

Ultimi annunci
I nostri social

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ti facciamo un regalo

La vela, le sue storie, tutte le barche, gli accessori. Iscriviti ora alla nostra newsletter gratuita e ricevi ogni settimana le migliori news selezionate dalla redazione del Giornale della Vela. E in più ti regaliamo un mese di GdV in digitale su PC, Tablet, Smartphone. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “iscrivimi”. Riceverai un codice per attivare gratuitamente il tuo mese di GdV!

Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


In evidenza

Può interessarti anche

Classic IOR iconiche: Aiutateci a trovarle e celebrarle

Tra il finire degli anni ‘60 e l’inizio degli anni ‘90 troviamo quella che fu, forse per nostalgia, forse per merito, la Golden Age della vela, quasi un trentennio di scoperte, regate eccezionali e di barche inimitabili. Fu il tempo

Registrati



Accedi