Il Comet 50 Verve-Camer vince la Regata Brindisi-Corfù 2022

Il Comet 50 Verve-Camer al comando di Giuseppe Greco si aggiudica lo scettro della regata internazionale Brindisi-Corfù. Alle sue spalle Buena Vista e Iron Butterfly. Alla competizione hanno preso parte 79 equipaggi.

Una lunga rotta dall’Italia alla Grecia con un bel Maestrale gagliardo a spingere sulle vele. Certo si sono divertiti parecchio i 79 equipaggi che quest’anno erano schierati al via della 36° edizione della regata internazionale Brindisi-Corfù. La competizione, organizzata dal Circolo della vela di Brindisi, inizialmente doveva partire domenica 12 giugno, ma proprio a causa delle forti raffiche del vento il comitato di regata è stato costretto a posticipare il via al giorno dopo.

Così la mattina del 13 giugno alle ore 11 la flotta di equipaggi ha tagliato la linea del via dal porto esterno di Brindisi, fra la diga di Punta Riso e Costa Morena est. Il Maestrale ha continuato a soffiare, ma meno turbolento per la gioia degli equipaggi. Quest’anno, per la prima volta, le barche si sono inizialmente diretti verso il litorale Nord, fino a raggiungere una boa piazzata al largo di Apani. Da lì si sono quindi dirette verso il porto di Kassiopi, sull’isola greca di Corfù, meta finale della traversata.

A Idrusa la vittoria in tempo reale

A vincere la classifica in tempo reale è stata Idrusa, l’imbarcazione diretta dallo skipper Paolo Montefusco che al termine di una traversata di circa 11 ore è arrivata per prima al porto di Kassiopi alle ore 16,49 (ora italiana, 17,49 ora locale). Idrusa, come da tradizione fra le favorite, aveva preso il comando della regata internazionale fin dalla partenza. Sempre in tempo reale al secondo posto è arrivata Buena Vista dello skipper nonché armatore Luigi Pannarale, che ha tagliato il traguardo alle 17,52 (18,52 ora locale). Infine in terza posizione è giunta Verve Camer. Il Comet 50 R al comando dello skipper-armatore Giuseppe Greco arrivata alle 18,10 (19,10 ora locale).

Il podio della Brindisi-Corfù in tempo compensato

Dopoché tutti gli equipaggi sono arrivati a Corfù, compresi gli ultimi che hanno tagliato il traguardo alle prime ore del mattino del 14 giugno, i giudici di gara hanno lavorato di gran lena per potere ufficializzare la classifica della regata. E alla fine ad aggiudicarsi la vittoria di questa 36° edizione della Brindisi-Corfù è stata l’imbarcazione Verve-Camer, prima in tempo compensato. Il Comet 50 R di Giuseppe Greco ha impiegato 12 ore per raggiungere la meta. Al secondo posto si è piazzato Buena Vista, l’Fy61 dell’armatore, nonché skipper, Luigi Pannarale, iscritta al Cus di Bari. Mentre sul terzo gradino del podio è arrivato Iron Butterfly dell’armatore Pano Atanas Vladimirov e condotta dallo skipper Marko Marinovic.

Si chiude così con tante emozioni, tante miglia e tanto divertimento uno degli eventi di altura più attesi dell’Adriatico. Appuntamento per tutti al 2023!

CLASSIFICHE COMPLETE BRINDISI-CORFU’ 2022

CLASSE A

Verve – Camer, Giuseppe Greco, Comet 50 R; 2 Buena Vista, Luigi Pannarale Fy61; 3 Idrusa, Paolo Montefusco, Maxi One Design; 4 Adrenalina, Bruno Bucciarelli, Xp-44; 5 Night Shadow, David Mizrahi, Botin & Carkeek; 6 Seaternity, Sebastian Iomag Hoff, Sunbeam 46; 7 Ahinama, Massimo Peschiulli, Hanse 540.

CLASSE B

1 Grande Cesare, Giusuè Barsotti, Grand Soleil 40 S; 2 Shaula, Dario Gaetani, Grand Soleil 40; 3 Obelix, Giuseppe Ciaravolo, X-41; 4 Soft, Satanassi/Distante/Piccinni Dufour 40; 5 Great Expectations, Casciaro/Chiarello/Longo, X-412 Mk II;6 Costa Del Salento, Todisco Fioravanti, Dufour 40; 7 Seraphin, Jean-Francois Person, Opium 39; 8 Gaia, Pierpaolo Madini, Comet 45 S; 9 Alakaluf, Michele Alfano, First 40.7; 10 Beer O´Clock, Ilias Tefas, Oceanis 43; 11 Flash, Milizia/Nardone/Foggetti, Farr 39; 12 Miros, Giuseppe Pezzuto, Bavaria 46; 13 Shamadi, Egidio Lopane X-482; 14 Flying Teapot, Gianni Famecco, Grand Soleil 46; 15 Morgan, Andrea Labia, Grand Soleil 40 C ;16 Primadonna, Mario Pedone, One Off 44; 17 Morgana, Barrcano Paolo, Sun Odyssey 42; 18 Igarape´, Marino Zigrossi, Sun Odyssey 49i;19 Baron Ass. Gv3 Silvio Barone, Oceanis 461;20 Zoe, Mario Zaetta, Oceanis 46;21 Cariad Bach,Davies William Gouvia, A 40; 21 Skyros, Stamatios Moraitis, First 47.7; 21 Blu Fanta´, Federico Sia Galiano, First 40.7;21 X-Mas, Rella/Bizzarro Millenium 40; 21 Occhi Dolci, Ambrosone/Azzolini Oceanis 43; 21 Xeinos, Zoran Varga, Comet 50.

CLASSE C

1 Iron Butterfly, Vladimirov Panos Atanas, Sun Fast 3600; 2 Excellent, Ricco/Carriere/Senafè Bavaria, 38 Match; 3 Alfa 2, Giuseppe Cazzato, Grand Soleil 341; 4 Canopus, Marina Militare First 36.7; 5 Lea, Gianniello Danilo Elan 7 Sd; 6 Il Rais, Cuppone Luigi X-412 MK; 7 Coco Loco, Nikola Zuber, First 35; 8 Oltremare, Anna Rosaria Cazzato, Dufour 385; 9 Kalipso, Afoi Livani Oceanis 400; 10 Ederan, Pietro Caliandro, First 36.7; 11 Blu Ray, Gianluigi Pignatelli, Grand Soleil 37 12 Anda Ya, Fantozzi Luigi J-105; 13 Cincin, Francesco Saverio Grossi, Bavaria 40 Cruiser; 14 Jolly Roger, Giovanni Bocelli, Grand Soleil 40; 15 Cobalt, Guido Paganelli, Sun Odyssey 44; 16 Marilena, Enrico Scassa, Zuanelli 401; 17 Ciottola, Antonio Sticchi, Nova 37; 18 Granbazza, Travaini/Berga, Hanse 411; 19 Cocobill II, Sarailidis Nikolas, Figaro II; 19 La Pirata, De Mauro Sergio Bavaria 38 Holiday; 19 Take Five, Innocenzo Pio Siggillino, First 36.7; 19 X-Lion, Leone Pelle, X-35; 19 L´Ottavo Peccato, Fabio Granieri, M37; 19 Blue Bone, Primablu, Sun Odyssey 43; 19 Neapolis, Vito Micelli, Oceanis 393; 19 Unpopergioco, Niki Vescia, Italia Yachts 9.98.

CLASSE D

1 Alinaturali, Sandro Colucci, Elan 36; 2 Gioia Mia, Antonio Lezzi, Feeling 32; 3 Era Ora, Dario Pinto, Sun Odyssey 37; 4 Sloe Genie, William Farmer Gouvia, Elan 333; 5 Stropolo, Filippo Vena, Elan 333; 6 Diamir, Tiziana Auletta, Elan S3; 7 Ariaamara, Mariani Nicola, Elan 333; 8 Cheren, Francesco Paolo Curatoli, Comet 31 S; RET Orfeo, Stefano Greco, Sweden Yacht 340; RET Linda, Scarano Roberta, Oceanis373 Clipper; RET Chita, Trus Nikola Lahorkotor, Amon 940.

CLASSE MULTIHULL

1 Evoluzione, Giuseppe Divella, Lady Hawke 37 Sport; 2 Artemis, Torquato Bertani, Outremer 51; 3 Double Trouble, Carmine Vetrugno, Prototype; 4 Hakuna Matata, Cesare Antonio Pasculli, Maldives 32; 5 Maui, Sail On Maui Smare´, Prototype; 6 Lo Spirito Di Stella, Andrea Stella, Mattia 56; 7 Turbolenta, Marcello Bellacicca, F9ax; 8 White Whale Met, Raffaele Brancati, Cateco 43; 8 Bellamente, Massimiliano Pezzuto, Nautitech Open 46.

CLASSE ORC OVERALL

1 Verve – Camer, Giuseppe Greco, Comet 50 R; 2 Buena Vista, Luigi Pannarale, Fy61; 3 Iron Butterfly, Vladimirov Panos Atanas Sun Fast 3600; 4 Grande Cesare, Giusuè Barsotti, Grand Soleil 40 S; 5 Idrusa, Paolo Montefusco, Maxi One Design; 6 Adrenalina, Bruno Bucciarelli, Xp-44; 7 Shaula, Dario Gaetani, Grand Soleil 40; 8 Obelix, Giuseppe Ciaravolo, X-41; 9 Soft, Satanassi/Distante/Piccinni, Dufour 40; 10 Great Expectations, Casciaro/Chiarello/Longo, X-412 Mk II; 11 Excellent, Ricco/Carriere/Senafè, Bavaria 38 Match; 12 Costa Del Salento, Todisco Fioravanti, Dufour 40 Mod; 13 Alfa 2, Giuseppe Cazzato, Grand Soleil 341; 14 Seraphin, Jean-Francois Person, Opium 39; 15 Canopus, Marina Militare, First 36; 16 Gaia, Pierpaolo Madini, Comet 45 S; 17 Alakaluf, Michele Alfano, First 40.7; 18 Beer O´Clock, Ilias Tefas Nio Prevezas Oceanis 43; 19 Night Shadow, Mizrahi David Scow/Nsss Botin & Carkeek; 20 Flash, Milizia/Nardone/Foggetti, Farr 39; 21 Miros, Giuseppe Pezzuto, Bavaria 46; 22 Lea, Danilo Gianniello, Elan 7 Sd; 23 Il Rais, Cuppone Luigi X-412 Mk; 24 Shamadi, Egidio Lopane, X-482; 25 Alinaturali, Sandro Colucci, Elan 36; 26 Gioia Mia, Antonio Lezzi, Feeling 32; 27 Era Ora, Dario Pinto, Sun Odyssey 37; 28 Sloe Genie, William Gouvia Farmer Elan 333; 29 Flying Teapot II, Gianni Famecco, Grand Soleil 46; 30 Coco Loco, Nikola Zuber, First 35; 31 Morgan, Andrea Labia Grand Soleil 40 C; 32 Oltremare, Anna Rosaria Cazzato, Dufour 385 GL; 33 Stropolo, Filippo Vena, Elan 333; 34 Kalipso, Afoi Livani & Sia Oceanis 400; 35 Ederan, Pietro Caliandro, First 36.7; 36 Diamir, Tiziana Auletta, Elan S3; 37 Blu Ray, Gianluigi Pignatelli, Grand Soleil 37; 38 Anda Ya, Luigi Fantozzi, J-105; 39 Ariaamara, Mariani Nicola Elan 333; 40 Cincin, Francesco Saverio Grossi, Bavaria 40 Cruiser; 41 Jolly Roger, Giovanni Bocelli, Grand Soleil 40; 42 Cobalt, Guido Paganelli, Sun Odyssey 44; 43 Primadonna, Mario Pedone, One Off 44; 44 Marilena, Enrico Scassa, Zuanelli 401; 45 Morgana, Paolo Barracano, Sun Odyssey 42 I; 46 Ciottola, Antonio Sticchi, Nova 37; 47 Granbazza, Travaini/Berga, Hanse 411; 48 Igarape´, Zigrossi Marino; Sun Odyssey 49ip; 49 Baron Ass. Gv3, Silvio Barone, Oceanis 461; 50 Zoe, Mario Zaetta Oceanis 46; 51 Seaternity, Hoff Sebastian Iomag, Sunbeam 46.1; 52 Cariad Bach, Davies William Gouvia, A 40 Dns 72; 52 Skyros, Stamatios Moraitis, First 47.7; 52 Cocobill II, Sarailidis Nikolas Nio Prevezas Figaro II; 52 La Pirata, Sergio De Mauro, Bavaria 38; 52 Blu Fanta´ Sia, Federico Galiano, First 40.7; 52 X-Mas, Rella/Bizzarro, Millenium 40; 52 Take Five, Innocenzo Pio Siggillino, First 36.7; 52 X-Lion, Leone Pelle, X-35; 52 L´Ottavo Peccato, Fabio Granieri, M37; 52 Cheren, Francesco Paolo Curatoli, Comet 31 S; 52 Blue Bone, Primablu, Sun Odyssey 43; 52 Orfeo, Greco Stefano, Sweden Yacht 340; 52 Linda, Roberta Scarano, Oceanis 373 Clipper; 52 Ahinama, Massimo Peschiulli, Hanse 540; 52 Neapolis, Vito Micelli, Oceanis 393; 52 Unpopergioco, Vescia Niki, Italia Yachts 9.98; 52 Flying Dutchman, Antonio Tomaselli, Bavaria 37 Cruiser.

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Continua a leggere

jeanneau open days

Jeanneau Open Days, vieni a scoprire tutta la gamma Sun Odyssey!

Arrivano gli Open Days di Jeanneau sabato 8 e domenica 9 ottobre all’interno del Marina di Nettuno (Roma).  8-9 ottobre, perché partecipare ai Jeanneau Open Days Un weekend, finalmente lontani dal “caos” dei Saloni nautici (che quest’anno sono stati letteralmente

leatherman kit manutenzione

Come rendere “immortale” il tuo multifunzione Leatherman

Finita l’estate e il tempo delle crociere, arriva il fatidico momento dei check prima di mettere a riposo la vostra barca. Ma attenzione. Non si tratta di effettuare controlli solo sull’imbarcazione, scafo e rigging. Particolare cura va dedicata anche alla

Torna su