Ti piace volare facile? Con l’Ufo eccoti servito. Ecco perché

ufo
L’Ufo in navigazione foiling a Venezia (foto di Giacomo Barbaro)

Gli italiani vogliono volare in barca, sempre di più. Non è un caso, infatti, che l’Ufo, il cat volante di tre metri ideato negli USA, abbia un nuovo rivenditore italiano che, tra l’altro, è l’unico in Europa.

Ufo, il mini-cat volante alla portata di tutti

Sea Change di Marcella Motta. Si tratta di una piccola grande barca, adatta a tutti, grandi e piccini.

Facile e leggero

Ci spiega la CEO Motta: “L’Ufo è facile e leggero, adatto anche ai giovanissimi, realizzato dallo statunitense David Clark: è la barca ideale per progredire nel mondo del foil perché è estremamente sicuro anche nella fase di apprendimento. Ma senza rinunciare alla velocità, all’adrenalina e alla performance. 

Si arma in pochi minuti e vola in tutte le andature: lo abbiamo testato all’isola d’Elba e con soli 7-8 nodi di vento si è alzato in volo, con una persona di 70 kg a bordo! Il suo peso ridotto (solo 32 Kg, armato 50, ndr), l’albero smontabile in 3 parti che sta nel baule dell’auto e i foil rimovibili e sollevabili, consentono di trasportarlo facilmente vararlo da uno scivolo o dalla spiaggia”.

In volo o dislocante? L’Ufo se la cava bene

L’Ufo ha tanti vantaggi. In primis, appunto, timone e deriva sollevabili che non solo ne facilitano il varo, ma il fatto che possa navigare bene anche in dislocamento lo rendono la barca scuola perfetta. “A differenza di altri foiler più ‘race’ pensati in primis per volare piuttosto che navigare in modalità dislocante, l’Ufo se la cava bene in entrambe le configurazioni.

L’Ufo in navigazione dislocante è come un normale catamarano

In volo è stabile grazie al sensore che autoregola l’inclinazione del foil centrale (l’altra appendice, ovviamente, è rappresentata dal timone), quando si appoggia sull’acqua naviga come un catamarano tradizionale. Se vi stancate e volete navigare più easy, potete farlo. E non solo: il suo essere dislocante lo rende facilmente trainabile dal gommone e quindi ideale per le scuole di vela”.

Foto di Giacomo Barbaro

Vetroresina, Carbonio, Alluminio

Veniamo ai materiali di costruzione: lo scafo ultraleggero è in vetroresina, con rinforzi in carbonio. L’albero in tre parti e il boma in stile “wishbone” sono in carbonio, come peraltro i profili dei foil (mentre pala del timone e deriva sono in alluminio).

ufo
Il dettaglio del foil centrale

Un’altra interessante caratteristica è che l’Ufo, proprio come avviene per una delle derive più diffuse al mondo, il Laser, può essere armato con due rande, una normale di 7,8 mq e una “mini” di 6 mq, ideale per i bambini.

ufo
Il dettaglio del foil del timone

Quanto costa l’Ufo

Insomma, finalmente volare è davvero facile e per tutti. E ora la domanda importante: caro Ufo, ma quanto mi costi? Il prezzo di una barca completa, con rigging e vela pronta a volare, è di 8.980 euro + IVA. Ready to fly? Fateci un pensierino!

Ufo, la scheda

  • Lunghezza 324 cm
  • Pescaggio foil 115 cm
  • Peso scafo 32 kg
  • Larghezza 172 cm
  • Sup. velica 7.8 m2 / 6 m2
  • Peso totale 50 kg

CLICCA QUI PER INFO E PROVE

 


ABBONATI E SOSTIENICI!

I giornalisti del Giornale della Vela, si impegnano ogni giorno a garantire informazione di qualità, aggiornata e corretta sul mondo della nautica in modo gratuito attraverso i siti web. Se apprezzi il nostro lavoro, sostienici abbonandoti alla rivista. L’abbonamento annuale costa solo 49 euro e ti facciamo un bel regalo

SCOPRI IL CANALE YOUTUBE DEL GIORNALE DELLA VELA

Ogni giorno interviste, prove di barche, webinar. Tutta la vela, minuto per minuto. Ma in video! CLICCA QUI per iscriverti, è gratis!

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Per rimanere aggiornato su tutte le news dal mondo della vela, selezionate dalla nostra redazione, iscriviti alla newsletter del Giornale della Vela! E’ semplicissimo, basta inserire la tua mail qui sotto, accettare la Privacy Policy e cliccare sul bottone “Iscrivimi”. Riceverai così sulla tua mail, due volte alla settimana, le migliori notizie di vela! E’ un servizio gratuito e ti puoi disiscrivere in qualsiasi momento, senza impegno!


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*

 


ENTRA NEL CLUB DEL GIORNALE DELLA VELA
Ti piace il nostro punto di vista sul mondo della vela? Allora non devi far altro che entrare nel club e iscriverti alla nostra newsletter gratuita, per ricevere ogni settimana le migliori news di vela selezionate dalla nostra redazione. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “Iscrivimi”.


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


C’è di più! Sul nostro canale YouTube ti aspetta tutta la vela, minuto per minuto. Ma in video!

ISCRIVITI GRATIS

ABBONATI E SOSTIENICI

Hai visto quanta carne al fuoco? Se apprezzi il nostro lavoro abbonati al Giornale della Vela. Non solo ricevi a casa la rivista ma ti facciamo un regalo unico: accedi all’archivio storico digitale del Giornale della Vela e leggi centinaia e centinaia tra i migliori articoli apparsi sulle pagine del GdV dal 1975 ai giorni nostri!

ABBONATI SUBITO


 

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Continua a leggere

Millevele

Affonda una barca sotto il temporale durante la Millevele

Lazy, una barca di 8,55 metri, è affondata sotto la pioggia durante la storica veleggiata che si svolge ogni anno nel Mar Ligure, la Millevele. Stamattina, sabato 24 settembre, la pioggia ha travolto la città di Genova e i dintorni. Seguendo

TECNICA Come e dove montare un secondo strallo a bordo

Se con un genoa parzialmente avvolto, con pochi metri quadri di tela esposti, si può sostenere un’andatura portante con 50 nodi di vento, con la stessa vela ridotta non è ipotizzabile bolinare, sia pur con angoli larghi. Occorre dunque armare

Torna su