GC32 Racing Tour, spettacolo ‘volante’ a Riva del Garda

IL REGALO PERFETTO!

Regala o regalati un abbonamento al Giornale della Vela cartaceo + digitale e a soli 69 euro l’anno hai la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi.

I catamarani in gruppo alla prima tappa del GC32 Racing Tour 2022 /© Sailing Energy

A Riva del Garda sono arrivati i catamarani volanti, li abbiamo visti in gara giovedì 26 maggio per la prima giornata di regate del GC32 Racing Tour 2022. Questi 32 piedi in carbonio regalano spettacolo a chi assiste alle regate, volando sull’acqua a 40 nodi grazie ai foil. E anche nella prima tappa del circuito ci sono state grandi emozioni.

È iniziato il GC32 Racing Tour 2022

Il GC32 del Denmark SailGP Team Rockwool

Nonostante la giornata poco ventosa, una vera rarità da queste parti, si sono svolte due prove complete. Il team svizzero Black Star Sailing Team è stato protagonista: dopo aver vinto la prima prova, infatti, il GC32 guidato da Christian Zuerrer ha scuffiato ed è stato costretto a ritirarsi. La seconda prova è stata vinta dal team francese Zoulou Sailing, che sommando i punti ottenuti con il terzo posto della prima prova guida momentaneamente la classifica, dopo il primo giorno di regate. Con i due secondi posti ottenuti nelle due prove, il team danese Rockwool con a bordo l’equipaggio di SailGP si posiziona in testa alla classifica assieme al francese Zoulou Sailing. La seconda giornata di regate è stata più fortunata, con più vento e con Alinghi Red Bull Racing  SUI 8 che al momento conduce la classifica dopo 8 prove.

Rockwool e One Ocean Foundation insieme per salvare il mare

L’equipaggio del Denmark SailGP Team Rockwool insieme a Riccardo Bonadeo e Jan Pachner di One Ocean Foundation

Finita la prima giornata di regata il Denmark SailGP Team ha presentato inoltre un’importante partnership, quella con One Ocean Foundation. Presenti a Riva del Garda il CEO di Rockwool Jens Birgersson e il Presidente di One Ocean Foundation Riccardo Bonadeo, insieme al segretario generale Jan Pachner. La collaborazione nasce dalla comunità di intenti di Rockwool, industria che realizza lana di roccia per l’edilizia, da anni attenta al tema della sostenibilità, e la Fondazione che dal 2017 si occupa di portare avanti diversi progetti per la salvaguardia dell’Oceano. Tutti gli atleti del team danese diventano di fatto ambasciatori di One Ocean Foundation, e durante tutte le tappe del circuito SailGP in giro per il Mondo raccoglieranno campioni di acqua da analizzare. Questa attività permetterà a One Ocean Foundation di verificare l’impatto diretto e indiretto delle industrie sugli Oceani, analisi condotta anche sulla stessa Rockwool, per certificare l’impatto dei processi produttivi dell’azienda.

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri l’ultimo numero

Sei già abbonato?

Ultimi annunci
I nostri social

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ti facciamo un regalo

La vela, le sue storie, tutte le barche, gli accessori. Iscriviti ora alla nostra newsletter gratuita e ricevi ogni settimana le migliori news selezionate dalla redazione del Giornale della Vela. E in più ti regaliamo un mese di GdV in digitale su PC, Tablet, Smartphone. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “iscrivimi”. Riceverai un codice per attivare gratuitamente il tuo mese di GdV!

Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


In evidenza

Può interessarti anche

INEOS Britannia, a fuoco la barca di Sir Ben Ainslie

INEOS Britannia, a fuoco la barca di Sir Ben Ainslie

Il team di America’s Cup INEOS Britannia sta attraversando un periodo burrascoso, e non solo sul mare. Dopo un po’ di delusione nelle regate preliminari di America’s Cup, con un ultimo e penultimo posto alle tappe di Vilanova e Jeddah,

Torna su

Registrati



Accedi