Class 30: a breve in acqua, 25 armatori già interessati

APPROFITTANE SUBITO! Abbonati al Giornale della Vela cartaceo + digitale e a soli 69 euro l’anno ricevi la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi. Scoprili qui >>

Alcuni mesi fa vi avevamo parlato dell’iniziativa de L’Union Nationale pour la Course au Large, UNCL, ovvero del “concorsone” per progettare il Class 30, quella che i promotori hanno definito come “lo yacht del domani che avrà l’obiettivo di formare le generazioni future e garantire il lungo termine di alcuni dei migliori eventi offshore”. 

Il progetto è stato assegnato allo studio VPLP, ed ecco i primi renders ufficiali della futura barca.  Uno scafo da regata offshore, che sembra ispirato alle ultime tendenze in tema di open dal mondo Mini e Class 40.

PROGETTO E COSTI DEL CLASS 30

La barca è ora completamente definita tecnicamente e commercialmente (prezzo base della versione Club senza vele 94.500 euro tasse escluse, versione One Design senza vele 132.500 euro tasse escluse + optional).

Uno scafo da regata offshore, che sembra ispirato alle ultime tendenze in tema di open dal mondo Mini e Class 40. Il dislocamento ridotto di 2.700 kg associato ad un’ampia superficie alle andature portanti di 105 m2 promette bellissime surfate. I primi 25 armatori confermati che si sono assicurati un posto nella sequenza di produzione riceveranno una proposta di contratto di vendita all’inizio di maggio.

Il primo scafo dovrebbe andare in acqua entro il 2022, ed esordire in regata nel 2023 in Francia. Non sono ancora stati resi noti tutti i numeri tecnici del progetto. Per info sulle vendite  class30@uncl.com


ABBONATI E SOSTIENICI!

I giornalisti del Giornale della Vela, si impegnano ogni giorno a garantire informazione di qualità, aggiornata e corretta sul mondo della nautica in modo gratuito attraverso i siti web. Se apprezzi il nostro lavoro, sostienici abbonandoti alla rivista. L’abbonamento annuale costa solo 49 euro e ti facciamo un bel regalo

SCOPRI IL CANALE YOUTUBE DEL GIORNALE DELLA VELA

Ogni giorno interviste, prove di barche, webinar. Tutta la vela, minuto per minuto. Ma in video! CLICCA QUI per iscriverti, è gratis!

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Per rimanere aggiornato su tutte le news dal mondo della vela, selezionate dalla nostra redazione, iscriviti alla newsletter del Giornale della Vela! E’ semplicissimo, basta inserire la tua mail qui sotto, accettare la Privacy Policy e cliccare sul bottone “Iscrivimi”. Riceverai così sulla tua mail, due volte alla settimana, le migliori notizie di vela! E’ un servizio gratuito e ti puoi disiscrivere in qualsiasi momento, senza impegno!


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*

 

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

1 commento su “Class 30: a breve in acqua, 25 armatori già interessati”

  1. Un altro 30′ piedi da regata come il Dehler 30, il Farr 30 o L30 che doveva andare direttamente alle Olimpiadi…A un costo superiore (e, forse, molto superiore) ai centomila euro! Improponibile…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Scopri l’ultimo numero

Sei già abbonato?

Ultimi annunci
I nostri social
In evidenza

Può interessarti anche

Allures 51.9

Tutti i segreti di Allures Yachting e il suo 51.9 (16 m)

Ve l’avevamo presentata qualche anno fa allo stand virtuale della Milano Yachting Week, Allures 51.9 è l’ammiraglia bluewater cruiser del cantiere capostipite del gruppo Grand Large Yachting, quarto costruttore francese di yacht. Nel corso degli anni, il gruppo ha acquisito

Solaris 39

Solaris 39, uno IOR sempreverde (con costruzione al top)

Nei primi Anni ‘80, sull’onda delle introduzioni sorte con il finire del decennio precedente, iniziano a mutare linee e volumi, nascono imbarcazioni più ‘moderne’, con scafi più filanti e galleggiamenti più vicini al fuoritutto. Sono gli anni dello IOR (International

Torna su