developed and seo specialist Franco Danese

Napoleone, così il condottiero diventa esempio per gli skipper

posidonia
Occhio a dove cali l’ancora. Fai come Luna Rossa, salva la Posidonia
18 maggio 2022
Ecco come opera la prima rete di porti del Mediterraneo!
18 maggio 2022

napoleone parte verso la Francia dal'Elba

Napoleone salpa verso la Francia dall’Elba

Nato a Ajaccio in Corsica in una umile casa nell’angiporto, Napoleone Bonaparte ha avuto un rapporto speciale con il mare. Basta ricordare i suoi soggiorni forzati all’Isola d’Elba e poi nella sperduta Sant’Elena. Per non parlare della sua navigazione nell’inverno del 1815 quando, approfittando dello scirocco, sfuggi agli Inglesi e salpo con il due alberi Inconstant lungo 30 metri, per sbarcare in Costa Azzurra a San Juan e via terra tornare a Parigi.

Napoleone ispirazione per gli skipper

Con questo approccio, incuriositi, abbiamo affrontato, un nuovo volume appena edito, “Rivoli, la nascita di un condottiero” (Laurus Robuffo editore, lo potete acquistare QUI) scritto da Andrea Rispoli, di professione generale dei Carabinieri, ma per passione uno dei più massimi esperti di Napoleone.

E abbiamo riscoperto, grazie a Rispoli, il genio militare, strategico, umano di Napoleone. La battaglia si svolge in terra italiana a Rivoli Veronese, sul lato est del lago di Garda nel 1797. Bonaparte ha 27 anni ed è al comando delle truppe francesi dell’Armata d’Italia. Si scontra con le forze austriache del generale Alvinczy. La vittoria francese arrivò in giornata, la conquista di Mantova due giorni dopo e, con tutta la pianura padana sottomessa, la via era libera per procedere verso l’Austria.

Leggendo dal resoconto dettagliato e ricco di aneddoti dell’autore Rispoli, come Napoleone con trategia, arguzia e perizia, ma soprattutto capacità di comando e rapidità di decisioni ha vinto questa battaglia che è entrata nella storia, ci è venuto in mente un parallelismo legato al mare.

Napoleone ha agito come un bravo comandante di una barca, come deve fare un bravo skipper. Con decisione ma anche con rispetto per il suo equipaggio.


ABBONATI E SOSTIENICI!

I giornalisti del Giornale della Vela, si impegnano ogni giorno a garantire informazione di qualità, aggiornata e corretta sul mondo della nautica in modo gratuito attraverso i siti web. Se apprezzi il nostro lavoro, sostienici abbonandoti alla rivista. L’abbonamento annuale costa solo 49 euro e ti facciamo un bel regalo

SCOPRI IL CANALE YOUTUBE DEL GIORNALE DELLA VELA

Ogni giorno interviste, prove di barche, webinar. Tutta la vela, minuto per minuto. Ma in video! CLICCA QUI per iscriverti, è gratis!

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Per rimanere aggiornato su tutte le news dal mondo della vela, selezionate dalla nostra redazione, iscriviti alla newsletter del Giornale della Vela! E’ semplicissimo, basta inserire la tua mail qui sotto, accettare la Privacy Policy e cliccare sul bottone “Iscrivimi”. Riceverai così sulla tua mail, due volte alla settimana, le migliori notizie di vela! E’ un servizio gratuito e ti puoi disiscrivere in qualsiasi momento, senza impegno!


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*

 

1 Comment

  1. Nuvola ha detto:

    Anche Alessandro Magno è stato un ottimo esempio: conduceva il suo cavallo Bucefalo con una maestria a cui Soldini ancora si ispira per il suo trimarano
    Non possiamo poi non ricordare Giulio Cesare che con il guado del Rubicone ha insegnato a generazioni di skipper ad affrontare i problemi tirando un dado
    E come non citare tra i maestri di tutti i velisti il grande Reinhold Messner, apparentemente un grande scalatore, ma una volta ha raccontato di aver preso un traghetto per la Sardegna e che l’esperienza lo aveva entusiasmato
    Infine una menzione anche per nonna Giuseppina, detta Nini, che per paura del mare non ha mai messo piede su una barca in vita sua, ma sicuramente sarebbe potuta essere una grande skipper almeno come Napoleone, se ne avesse avuto l’occasione: come conduceva lei l’organizzazione della cena di natale, nemmeno Max Sirena ne sarebbe stato capace

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi