Dove sono i porti eco in Italia premiati con la Bandiera Blu

Sono 82 i porti e i marina turistici italiani che nel 2022 hanno ricevuto la Bandiera Blu, sinonimo di acque pulite, servizi eccellenti e comportamenti ecosostenibili. Vale la pena allora inserirli nei programmi di crociera.

Nei sogni del velista che parte per una crociera c’è sicuramente quello di approdare in un porto o in un marina turistico che rispetta l’ambiente e che si fa promotore della salvaguardia del Mediterraneo. Una struttura che offre tutti i servizi necessari a chi viaggia per mare, dalla corrente elettrica, all’acqua dolce, dai servizi igienici al rifornimento di carburante. Ma anche che si impegna a far sì che tutto questo abbia il minore impatto ambientale educando i diportisti a comportamenti ecosostenibili.

In Italia a disposizione dei velisti si contano 537 porti turistici e approdi, per un totale di 160.000 posti barca. Ecco, quelli che rispondono a quel sogno del diportista comune ad oggi sono solo 82. Un po’ pochi, sinceramente. Si tratta di quelli che nel 2022 hanno ottenuto la Bandiera Blu, un riconoscimento promosso ogni anno dalla l’organizzazione internazionale no-profit Fee, Foundation for Environmental Education con sede in Danimarca per premiare quegli approdi turistici che possono vantare le acque migliori, il maggior rispetto dell’ambiente e servizi di qualità.

La Liguria si conferma in testa alla classifica delle Regioni Blu

A livello regionale, guida la classifica la Liguria con 14 approdi insigniti della prestigiosa bandiera, seguita dal Friuli-Venezia Giulia con 13 porti e dalla Sardegna con 10 approdi meritevoli di vessillo. Seguono poi la Campania (9), Puglia, Veneto e Toscana a parimerito con 7 strutture, le Marche (6), Calabria, Lazio e Sicilia con 2, e infine Emilia Romagna, Basilicata e Abruzzo con un solo approdo da sogno.

La campagna 2022 della Foundation for Environmental Education ha premiato un solo approdo in più rispetto al 2021. Si tratta del Marina del Nettuno, struttura realizzata in Sicilia nel 1998 e attualmente gestita dalla Comet di cui è presidente l’imprenditore Ivo Blandina. Per il resto si confermano altri casi virtuosi, come Marina Cala de’ Medici o il Marina di Varazze che da rispettivamente 12 e 14 anni consecutivi ottengono l’ambita bandiera, oppure Marina D’Arechi, alla sua ottava bandiera consecutiva. Marina di Loano ne ha conquistate 10.

Come ottenere la Bandiera Blu: criteri e controlli

Ma come fa un porto italiano a ricevere il riconoscimento della Bandiera Blu? I criteri secondo cui l’organizzazione non governativa, ogni anno, assegna il riconoscimento sono 33. Tra questi c’è la balneabilità delle acque (secondo i dati Arpa), che non devono essere visivamente inquinate. Anche le fognature non devono sversare all’interno del porto e in generale la struttura deve essere dotata di attrezzature per la raccolta di residui di olio, vernici e prodotti chimici nonché di salvagente e attrezzature di pronto intervento. La direzione dell’approdo deve inoltre fornire informazioni ambientali e prendere parte a campagne per la sostenibilità ambientale.

Sono criteri sempre aggiornati e quest’anno, in linea con l’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile la novità è stata l’introduzione nelle schede di valutazione dell’impegno sociale e l’inclusività: un nuovo parametro fissato per favorire ulteriormente il percorso di crescita degli approdi italiani che ambiscono alla Bandiera Blu.

L’approdo che intende candidarsi per la Bandiera Blu in pratica partecipa a una sorta di “esame” inserito in un protocollo che prevede rigidi sistemi di controllo. Gli ispettori scelti dall’organizzazione danese passano quindi al setaccio ogni aspetto della conduzione del porticciolo. Oltre alla giuria nazionale e internazionale, contribuiscono nella procedura di assegnazione anche altre istituzioni come il ministero dell’Ambiente, quello delle Politiche agricole e il Coordinamento degli assessorati regionali al turismo.

Le Bandiere Blu forniscono ormai da molti anni anche ai velisti una sorta di mappa virtuale per programmare le soste delle proprie crociere. Fanno bene, perché scegliendo questi approdi in qualche modo si contribuisce alla salute del nostro mare.

 

ELENCO APPRODI BANDIERA BLU 2022

ABRUZZO

Pescara – Marina di Pescara (A.S.P.T)

BASILICATA

Policoro – Marina di Policoro

CALABRIA

Cosenza – Darsena turistica Porto di Cetraro

Roccella Jonica – Porto delle Grazie

CAMPANIA

Capri – Porto Turistico di Capri

Procida – Yachting Santa Margherita Procida

Pozzuoli – Sudcantieri

Casamicciola Terme – Cala degli Aragonesi

Agropoli – Porto turistico di Agropoli

Salerno – Marina D’Arechi

Centola – Porto turistico di Palinuro

Camerota – Marina di Camerota

Pollica – Porto Turistico di Acciaroli

EMILIA ROMAGNA

Misano Adriatico – Portoverde

FRIULI VENEZIA GIULIA

Grado – Porto San Vito

Monfalcone – Marina Hannibal

Trieste – Lega Navale Italiana

Duino Aurisina – Portopiccolo Marina

Lignano Sabbiadoro – Marina Uno

Giorgio di Nogaro – Marina Sant’Andrea

Lignano Sabbiadoro – Marina Punta Verde

San Giorgio di Nogaro – Cantieri Marina San Giorgio

Aprilia Marittima – Marina Capo Nord

Aprilia Marittima – Marina Punta Gabbiani

Lignano Sabbiadoro – Marina Punta Faro

Latisana – Darsena Aprilia Marittima

Lignano Sabbiadoro – Darsena Porto Vecchio

LAZIO

Sperlonga – Porto di Sperlonga

Gaeta – Base Nautica Flavio Gioia

LIGURIA

Chiavari – Marina di Chiavari

Imperia – Goimperia

Bordighera – Porto di Bordighera

San Lorenzo al Mare – Marina di San Lorenzo

Stefano al Mare – Marina degli Aregai

La Spezia – Porto Lotti

Portovenere – Porticciolo di Portovenere

La Spezia – Porto Mirabello

Andora – Marina di Andora

Alassio – Porto Luca Ferrari

Savona – Vecchia Darsena

Varazze – Marina di Varazze

Celle Ligure – Cala Cravieu

Loano – Marina di Loano

MARCHE

Ancona – Marina Dorica

Numana – Porto Turistico di Numana

Senigallia – Porto della Rovere

San Benedetto del Tronto – Circolo Nautico Sambenedettese

Porto S.Giorgio – Marina di Porto S.Giorgio

Fano – Marina dei Cesari

PUGLIA

Polignano a Mare – Cala Ponte Marina

Bisceglie – Porto turistico Marina Resort Bisceglie Approdi

Brindisi – Marina di Brindisi

Rodi Garganico – Porto Turistico Rodi Garganico

Manfredonia – Marina del Gargano

Marina di Leuca – Porto turistico Marina di Leuca

Melendugno – Porto Turistico di San Foca

SARDEGNA

Quartu S. Elena – Marina di Capitana

S.Maria Navarrese – Marina di Baunei e S. Maria Navarrese

Arzachena – Porto Cervo Marina

La Maddalena – Cala Gavetta

Arzachena – Marina dell’Orso Poltu Quatu

Olbia – Marina di Portisco

Olbia – Marina di Portorotondo

Palau – Porto Turistico Comunale di Palau

Teresa Gallura – Marina di S. Teresa Gallura

Castelsardo – Porto Turistico di Castelsardo

SICILIA

Capo D’Orlando – Capo D’Orlando Marina

Messina – Marina del Nettuno

TOSCANA

Monte Argentario – Marina Cala Galera

Grosseto – Porto della Maremma/Marina di San Rocco

Castiglione della Pescaia – Marina Punta Ala

Rosignano Marittimo – Marina Cala dè Medici

Marciana Marina – Marciana Marina

Porto Azzurro – Marina Porto Azzurro

Pisa – Porto di Pisa

VENETO

Rosolina – Marina di Albarella

San Michele al Tagliamento – Marina Resort Portobaseleghe

Venezia – Venezia Certosa Marina

Jesolo – Porto Turistico di Jesolo

Caorle – Darsena dell’Orologio

Cavallino Treporti – Marina del Cavallino

Chioggia – Darsena Le Sa


ENTRA NEL CLUB DEL GIORNALE DELLA VELA
Ti piace il nostro punto di vista sul mondo della vela? Allora non devi far altro che entrare nel club e iscriverti alla nostra newsletter gratuita, per ricevere ogni settimana le migliori news di vela selezionate dalla nostra redazione. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “Iscrivimi”.


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


C’è di più! Sul nostro canale YouTube ti aspetta tutta la vela, minuto per minuto. Ma in video!

ISCRIVITI GRATIS

ABBONATI E SOSTIENICI

Hai visto quanta carne al fuoco? Se apprezzi il nostro lavoro abbonati al Giornale della Vela. Non solo ricevi a casa la rivista ma ti facciamo un regalo unico: accedi all’archivio storico digitale del Giornale della Vela e leggi centinaia e centinaia tra i migliori articoli apparsi sulle pagine del GdV dal 1975 ai giorni nostri!

ABBONATI SUBITO


 

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Continua a leggere

Millevele

Affonda una barca sotto il temporale durante la Millevele

Lazy, una barca di 8,55 metri, è affondata sotto la pioggia durante la storica veleggiata che si svolge ogni anno nel Mar Ligure, la Millevele. Stamattina, sabato 24 settembre, la pioggia ha travolto la città di Genova e i dintorni. Seguendo

TECNICA Come e dove montare un secondo strallo a bordo

Se con un genoa parzialmente avvolto, con pochi metri quadri di tela esposti, si può sostenere un’andatura portante con 50 nodi di vento, con la stessa vela ridotta non è ipotizzabile bolinare, sia pur con angoli larghi. Occorre dunque armare

Torna su