Zero manutenzione e rispetto dell’ambiente. Così il sintetico batte il teak

IL REGALO PERFETTO!

Regala o regalati un abbonamento al Giornale della Vela cartaceo + digitale e a soli 69 euro l’anno hai la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi.

Si può avere una coperta bella da vedere come il teak, ma più green e rispettosa dell’ambiente, senza bisogno di manutenzione. Tutto questo grazie ad un prodotto sintetico, che può rivestire coperte e accessori a bordo. Lo installa Refit Style e lo trovi in esposizione alla Milano Yachting Week.

ENTRA SUBITO NELLO STAND DI REFIT STYLE ALLA MILANO YACHTING WEEK

Perché scegliere il sintetico

I vantaggi del sintetico sono molti., a partire dal fatto che oggi trovare del teak di alta qualità è difficilissimo. In più è molto costoso, oltre ad essere una scelta molto poco green. Per continuare con le caratteristiche meccaniche del “teak sintetico” Permateek che sono nettamente migliori. Per non parlare della manutenzione che è praticamente nulla, eliminando non solo il tempo che si perde mantenere in buone condizioni il teak, ma anche per l’uso di prodotti altamente inquinanti che si devono usare per far si che non diventi un “brutto legnaccio” in coperta. E poi l’estetica. Basta guardare nello stand le immagini del rivestimento sintetico Refit Style in posa, per rendersi conto della bellezza del prodotto, paragonabile a quella del teak. Ma il vantaggio è anche la scelta di poter scegliere tra infinite possibilità di tonalità di colore.

Teak vs Sintetico in 10 punti

Ecco come nello stand di Refit Style sintetizzano i vantaggi del sintetico rispetto al tradizionale teak:

1-Manutenzione pari a zero: non necessita di trattamenti particolari.

2-Estetica eccellente, paragonabile a quella del legno tradizionale.

3-Ampia scelta di colori: 15 con 3 diversi colori di fuga per ognuno.

4-Temperatura in esposizione al sole equiparata al legno vero.

5-Colore stabile nel tempo: non varia nel corso degli anni.

6-Ottima tenuta antiscivolo e gradevole sensazione tattile.

7-Prodotto autoestinguente e cattivo conduttore del calore.

8-Assenza di infiltrazione di muffe e acqua.

9-Maggior resistenza agli urti ed usura.

10-Assistenza e possibilità di riparazione di parti danneggiate.

I servizi su misura di Refit Style

Refit Style ha il suo punto di forza nei servizi e nelle metodologie di applicazione. Per approfondire cliccate qui:

Scopri come installarlo sulla tua barca

Per scoprire come funziona Refit Style e contattare direttamente un responsabile clicca QUI e riempi il form mail del produttore nel suo stand alla Milano Yachting Week.


ABBONATI E SOSTIENICI!

I giornalisti del Giornale della Vela, si impegnano ogni giorno a garantire informazione di qualità, aggiornata e corretta sul mondo della nautica in modo gratuito attraverso i siti web. Se apprezzi il nostro lavoro, sostienici abbonandoti alla rivista. L’abbonamento annuale costa solo 49 euro e ti facciamo un bel regalo

SCOPRI IL CANALE YOUTUBE DEL GIORNALE DELLA VELA

Ogni giorno interviste, prove di barche, webinar. Tutta la vela, minuto per minuto. Ma in video! CLICCA QUI per iscriverti, è gratis!

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Per rimanere aggiornato su tutte le news dal mondo della vela, selezionate dalla nostra redazione, iscriviti alla newsletter del Giornale della Vela! E’ semplicissimo, basta inserire la tua mail qui sotto, accettare la Privacy Policy e cliccare sul bottone “Iscrivimi”. Riceverai così sulla tua mail, due volte alla settimana, le migliori notizie di vela! E’ un servizio gratuito e ti puoi disiscrivere in qualsiasi momento, senza impegno!


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*

 

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri l’ultimo numero

Sei già abbonato?

Ultimi annunci
I nostri social

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ti facciamo un regalo

La vela, le sue storie, tutte le barche, gli accessori. Iscriviti ora alla nostra newsletter gratuita e ricevi ogni settimana le migliori news selezionate dalla redazione del Giornale della Vela. E in più ti regaliamo un mese di GdV in digitale su PC, Tablet, Smartphone. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “iscrivimi”. Riceverai un codice per attivare gratuitamente il tuo mese di GdV!

Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


In evidenza

Può interessarti anche

Speciale Porti 2024

Porti italiani. Questa è la top 20 del 2024

Con un totale di oltre 112mila posti barca l’Italia si conferma una destinazione top per il turismo nautico europeo e mondiale. Ma se dalla quantità si passa alla qualità dell’offerta di “accoglienza” sul mare, si scopre che sono solo 88

HP Watermaker SCA 100

Sette domande al dissalatore. Ecco cosa sapere su questo accessorio

  Il dissalatore è diventato un accessorio imprescindibile per molti armatori, sempre più desiderosi di averlo a bordo delle loro barche. Questa crescente richiesta può essere attribuita a diversi fattori. Innanzitutto, l’uso delle imbarcazioni si sta evolvendo: non sono più

Registrati



Accedi