developed and seo specialist Franco Danese

Mini patente nautica, non se n’è più saputo niente. Meglio così… o no?

TAG Heuer VELA Cup di Chiavari: domani la grande festa della vela. Iscriviti last minute!
6 maggio 2022
VIDEO. Velista dell’Anno TAG Heuer: benvenuti agli Oscar della vela
6 maggio 2022

mini patente nautica

Vi ricordate? Alla fine del 2020 era arrivata, da parte dell’Assonautica Venezia, la proposta di una mini patente nautica, pensata per avvicinare al mondo del diporto anche i più giovani, ma non solo. Un’idea che aveva come obiettivo quello di formare una nuova generazione di diportisti più consapevoli e in grado di andare in mare con maggiore sicurezza. Ma anche avvicinare un pubblico di diportisti che, per svariate ragioni rinuncia a fare la patente classica, con una più semplice, ma più limitante.

Una proposta ovviamente caduta nel dimenticatoio (nel bel mezzo della pandemia) e non presa in considerazione dai nostri politici. Ecco come avrebbe dovuto funzionare. Leggete e poi fateci sapere se secondo voi la proposta era valida e veramente funzionale allo sviluppo della nautica nel nostro paese e quindi vada nuovamente rilanciata, oppure se ha fatto la fine che si merita.

La mini-patente nautica

La proposta di Assonautica Venezia per la cosiddetta “mini patente nautica”. In sostanza è un’abilitazione per condurre unità da diporto sotto i 10 metri di lunghezza al galleggiamento, (i natanti), e motori con una potenza fino a 120 cavalli, per chi ha compiuto 18 anni. Una versione “light” della patente entro le 12 miglia per avvicinare un numero consistente di diportisti che per questioni di tempo, denaro e difficoltà rinuncia a prendere la patente.

A questo si aggiungerebbe anche un patentino nautico, conseguibile dai 14 anni. Le potenze sarebbero ovviamente equiparate all’età: un breve corso, un esame e la possibilità di portare in sicurezza piccoli natanti con potenza ridotta. L’idea ricalca quella per motocicli e ciclomotori per cui fino ai sedici anni non si possono guidare mezzi superiori ai 50cc. Una sorta di patentino, ma per i natanti.

In questa mini patente non sarebbero previste infatti né le prove di carteggio e neppure lo studio dei fari. La barca sarebbe utilizzabile di fatto solo di giorno ed entro le 3 miglia dalla costa.

Una patente nautica alla portata di tutti

L’obiettivo? Creare cultura nautica insegnando quelle che sono le norme base per la sicurezza in mare con una versione più accessibile della patente classica.

Voi cosa ne pensate? Scriveteci a speciali@panamaeditore.it o commentate qui sotto!

 


AIUTACI A TENERTI SEMPRE AGGIORNATO

I giornalisti del Giornale della Vela, si impegnano ogni giorno a garantire informazione di qualità, aggiornata e corretta sul mondo della nautica in modo gratuito attraverso i siti web. Se apprezzi il nostro lavoro, sostienici abbonandoti alla rivista. L’abbonamento annuale costa solo 49 euro e ti facciamo anche due regali!

SCOPRI IL CANALE YOUTUBE DEL GIORNALE DELLA VELA

Ogni giorno interviste, prove di barche, webinar. Tutta la vela, minuto per minuto. Ma in video! CLICCA QUI per iscriverti, è gratis!

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Per rimanere aggiornato su tutte le news dal mondo della vela, selezionate dalla nostra redazione, iscriviti alla newsletter del Giornale della Vela! E’ semplicissimo, basta inserire la tua mail qui sotto, accettare la Privacy Policy e cliccare sul bottone “Iscrivimi”. Riceverai così sulla tua mail, due volte alla settimana, le migliori notizie di vela! E’ un servizio gratuito e ti puoi disiscrivere in qualsiasi momento, senza impegno!


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi