NODI Le due soluzioni giuste per fare su una cima

fare su una cimaUna cima a riposo abbandonata sulla coperta, non è solo antiestetica e pericolosa perché ci si potrebbe inciampare. E’ anche un grosso problema quando la dovrete riutilizzare, magari in tutta fretta come spesso accade in barca. La possibilità che la cima sia piena di annodamenti spontanei, che ne rendono impossibile l’uso, sino a quando non la si è sbrogliata perdendo parecchio tempo, è altissima.

Per questo i marinai predicano sempre di addugliare (riporre a matassa) qualsiasi cima, così da averla sempre pronta all’uso, fissandola con delle semplici e pratiche legature. Ecco due soluzioni per addugliare una cima tratte dal nostro manuale dei nodi!

DUE SOLUZIONI PER ADDUGLIARE UNA CIMA

Cliccate sull’immagine per ingrandirla


ABBONATI E SOSTIENICI!

I giornalisti del Giornale della Vela, si impegnano ogni giorno a garantire informazione di qualità, aggiornata e corretta sul mondo della nautica in modo gratuito attraverso i siti web. Se apprezzi il nostro lavoro, sostienici abbonandoti alla rivista. L’abbonamento annuale costa solo 49 euro e ti facciamo un bel regalo

SCOPRI IL CANALE YOUTUBE DEL GIORNALE DELLA VELA

Ogni giorno interviste, prove di barche, webinar. Tutta la vela, minuto per minuto. Ma in video! CLICCA QUI per iscriverti, è gratis!

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Per rimanere aggiornato su tutte le news dal mondo della vela, selezionate dalla nostra redazione, iscriviti alla newsletter del Giornale della Vela! E’ semplicissimo, basta inserire la tua mail qui sotto, accettare la Privacy Policy e cliccare sul bottone “Iscrivimi”. Riceverai così sulla tua mail, due volte alla settimana, le migliori notizie di vela! E’ un servizio gratuito e ti puoi disiscrivere in qualsiasi momento, senza impegno!


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*

 

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

2 commenti su “NODI Le due soluzioni giuste per fare su una cima”

  1. “Buono il metodo di “addugliamento” mostrato nella prima immagine a sinistra guardando (il secondo, mostrato a dritta mi sembra un pò complicato), però bisogna cominciare col dire che la cima va avvolta lasciando il calumo della lunghezza della volta la quale va effettuata sempre girando in senso orario….”

  2. La cima addugliata per la spiegazione nei disegni, non è stata sfrullata tra indice e pollice in modo che la matassa non risulti a otto (8) ma un bello zero (0)
    Costa fatica lo so, ma la cima risulterà ben addugliata ed in ordine, sia che rimanga in coperta sia appesa nel gavone.
    Loredana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Continua a leggere

Torna su