Arriva il nuovo Solaris 50. Bello, extralarge ricco di novità

Arriva il nuovo 50 piedi di Solaris con tante novità, nel rispetto della tradizione del cantiere italiano. Il nuovo Solaris 50 (5,50 m x  4,78 m) si colloca nel segmento dei 50 piedi, in grandissimo fermento, con novità a raffica e una competizione nel segmento “premium” mai vista. Due esempi: appena usciti, il nuovo Arcona 50 e l’Hallberg-Rassy 50.

Quando si potrà vedere il nuovo Solaris 50 in acqua? Dal 21 al 25 aprile, al Marina Monfalcone. In calce vi spieghiamo come partecipare all’evento.

Nuovo Solaris 50, tutti i segreti del nuovo “premium” Made in Italy

Come sono riusciti quelli di Solaris a rinnovare il loro 50 piedi che ha avuto grande successo e a differenziarsi dalla concorrenza? Aggiornando il design della coperta e della tuga e, soprattutto, aumentando sensibilmente gli spazi esterni e interni rispetto al precedente modello.

Diciamolo subito, il nuovo Solaris 50 sembra veramente un superyacht in misura ridotta. Ma ha mantenuto quel look di eleganza misto a sensazione di velocità, quella semplicità nelle linee che ha resa famosa l’ultima generazione delle barche costruite nel modernissimo cantiere di Aquileia, appena rinnovato e ingrandito.

Il nuovo Solaris 50 visto da fuori

Si capisce subito guardando le linee di prua del Solaris 50 che la ricerca è stata di aumentare i volumi. Basta vedere lo scalino a prua, appena sopra la linea di galleggiamento, che serve ad aumentare i volumi interni. Ma l’effetto visivo, grazie al raccordo che vede sfumare lo scalino mano a mano che si va verso poppa, rende piacevole l’effetto.

Come in tutti gli altri Solaris la pulizia di coperta è proverbiale, con i passavanti extralarge che rendono la circolazione prua/poppa facile e senza intoppi. Nuova è l’estetica della tuga bassa e armoniosa che si prolunga, con tanto di finestratura, nei paramare. L’effetto è al contempo armonioso e pratico. Un nuovo family feeling insomma.

Dai disegni si nota quanto lavoro di progettazione sia stato riservato al pozzetto, un vero salone all’aperto, con la scelta di uno o due tavoli.

E arriviamo alla zona di governo del Solaris 50, con le due ruote del timone poste sui due bordi esterni per facilitare al massimo l’accesso alla plancetta di poppa. Due gradini, a prua delle colonnine del timone, creano un ambiente di estrema sicurezza e confort in navigazione, con una maggiore facilità di spostamento in coperta, permettendo comodamente di muoversi senza intoppi.
L’interruzione delle passeggiate prima della zona di governo permette di avere anche pulpito e draglie più basse a poppa, così da ottenere una perfetta visuale verso prua e sulle vele.

Altro punto di forza il garage con ingresso longitudinale del tender, soluzione unica su yachts di queste dimensioni, che facilita l’impiego del tender in salita e discesa dall’acqua.

Il Solaris 50 visto sottocoperta

La prima considerazione scendendo sottocoperta del nuovo Solaris 50 è per lo spazio che si trova e si apprezza. Grazie soprattutto alla larghezza massima della barca che è di ben 4,78 metri. Una misura che gli fa vincere la classifica dimensionale tra i 50 piedi sul mercato. Basta pensare che rispetto al precedente modello del cantiere è più largo di ben 23 centimetri. E si vedono.

Combinato con l’inusuale larghezza dello scafo anche a prua, di cui vi abbiamo già parlato, si trova una cabina armatoriale di dimensioni da superyacht. Riguardo ai layout, si possono scegliere due soluzioni con due o tre bagni, sempre con tre cabine. Nella soluzione a tre bagni la cucina si sviluppa in dinette, a parete, fronteggiante il divano/zona pranzo e relax.

Le due cabine di poppa hanno l’opzione con letto matrimoniale o con due letti separati. Lo spazio, come dicevamo, vista la larghezza extralarge del Solaris 50, non manca di certo.

In acqua dal 21 aprile

Quando si potrà vedere il nuovo Solaris 50 in acqua? Dal 21 al 25 aprile, al Marina Monfalcone. Potrete salire anche a bordo dei Solaris 60 e 64. Per prenotare una visita, o avere info sull’evento, scrivete a events@solarisyachts.com

Le caratteristiche del nuovo Solaris 50

Lunghezza fuoritutto: m. 15,50
Larghezza massima: m. 4,78
Dislocamento: 15.900 kg
Zavorra: 4.850 kg
Pescaggio: 2,80 m (optional 2,35 m)
Superficie velica: 155 mq
Motore: Volvo 50 hp (optional 75 hp) con Saildrive
Acqua: 510 litri
Carburante: 370 litri
Design: Javier Soto Acebal
Interior design: Roseo Design
www.solarisyachts.com

QUI SCOPRI DI PIU’ SUL NEW SOLARIS 50


ABBONATI E SOSTIENICI!

I giornalisti del Giornale della Vela, si impegnano ogni giorno a garantire informazione di qualità, aggiornata e corretta sul mondo della nautica in modo gratuito attraverso i siti web. Se apprezzi il nostro lavoro, sostienici abbonandoti alla rivista. L’abbonamento annuale costa solo 49 euro e ti facciamo un bel regalo

SCOPRI IL CANALE YOUTUBE DEL GIORNALE DELLA VELA

Ogni giorno interviste, prove di barche, webinar. Tutta la vela, minuto per minuto. Ma in video! CLICCA QUI per iscriverti, è gratis!

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Per rimanere aggiornato su tutte le news dal mondo della vela, selezionate dalla nostra redazione, iscriviti alla newsletter del Giornale della Vela! E’ semplicissimo, basta inserire la tua mail qui sotto, accettare la Privacy Policy e cliccare sul bottone “Iscrivimi”. Riceverai così sulla tua mail, due volte alla settimana, le migliori notizie di vela! E’ un servizio gratuito e ti puoi disiscrivere in qualsiasi momento, senza impegno!


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*

 

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Continua a leggere

Cape 31

Cape 31, il monotipo superveloce di Mills (9m) arriva in Italia

Sbarca in Italia un monotipo che all’estero, soprattutto in Inghilterra, sta riscuotendo un ottimo successo. Stiamo parlando del Cape 31 (9,55 x 3,05 m), disegnato da Mark Mills. Uno scafo veloce, divertente, marino, trasportabile via terra e di semplice gestione:

Torna su