developed and seo specialist Franco Danese

Nuova Patente Nautica FAQ. Tutto quello che devi sapere oggi

Previsioni on demand. Con questo abbonamento sai sempre che tempo fa!
11 marzo 2022
Torna la VELA Cup! La prima tappa è in programma tra meno di 2 mesi a Chiavari
12 marzo 2022

nuova patente nauticaSegnatevi in rosso questa data, signori: 13 maggio 2022. Perché, finalmente, entreranno in vigore le modalità d’esame per la nuova patente nautica. Contattando scuole nautiche ed esperti del settore abbiamo stilato questa serie di “FAQ” per sviscerare tutto quello che vi serve sapere se avete intenzione di conseguire l’abilitazione al comando di unità da diporto. 

Nuova Patente Nautica, tutto quello che devi sapere

Voglio prendere la patente nautica. A chi mi devo rivolgere?

Con la nuova legge, salvo modifiche future, gli unici enti a certificare la preparazione per l’ammissione agli esami sono le scuole nautiche autorizzate.

Posso prepararmi da privatista presso la LNI o altri centri?

La preparazione personale può avvenire presso centri esterni o privatamente, ma per poter accedere all’esame occorrerà – a meno che non cambi qualcosa – passare per una scuola nautica, l’unica abilitata alla certificazione di cinque ore di pratica di manovra effettivamente svolta e propedeutiche all’esame teorico e pratico. La certificazione firmata dal legale rappresentante della scuola nautica, andrà consegnata alla commissione (dal candidato o dalla sua scuola nautica) il giorno dell’esame teorico.

Le modalità d’esame teorico cambieranno a seconda della Regione o Provincia?

No, dal 13 maggio 2022 avremo un esame unico, con quesiti ministeriali sia per la patente nautica entro 12 miglia che per quella senza alcun limite dalla costa, un esame oggettivo e chiaro per tutti.

Come faccio a prepararmi al quiz?

La buona notizia è che non dovrete più acquistare libri e manuali. Sul sito del MIT (a questo link) si trovano facilmente tutte le domande con le relative soluzioni.

Dove avverrà l’esame teorico?

Presso la più vicina sede della Motorizzazione (solo per patente nautica entro 12 miglia dalla costa) o presso le Capitanerie di porto (sia per patente nautica entro 12 miglia sia per patente nautica senza alcun limite dalla costa). Questo dipenderà dalle disponibilità di date e del personale.

C’è una prova orale?

No. Questo per evitare disuguaglianze e garantire l’oggettività dell’esame teorico.

Come sono state aggiornate le domande dei quiz?

I quiz sono stati aggiornati e resi al passo coi tempi e più pratici. Non ci sono più elementi di navigazione mercantile, la nomenclatura delle singole componenti degli scafi in legno, i segnali per la comunicazione “fra navi” con bandiere, i quesiti su metacentro, baricentro, spostamento del “carico” e gli elementi di fisica navale. Le domande sulle parti dei motori vengono limitate al funzionamento generale e alle piccole avarie che possono prevedere un intervento non specialistico, oltre a tenere conto delle novità tecnologiche come le trasmissioni (IPS, Pod ecc.) e i nuovi motori fuoribordo.

La sezione “meteorologia e maree” è stata focalizzata sugli elementi effettivamente utilizzabili dal diportista durante la navigazione. Ci sono nuove domande, supportate da immagini grafiche, sulle operazioni di ormeggio e disormeggio, un’intera nuova sezione sulle manovre, quesiti sulle dotazioni di sicurezza non obbligatorie ma consigliate e sulla tutela dell’ambiente e la navigazione nelle Aree marine protette. Nella sezione “Vela” sono stati cancellati i quiz inerenti le derive e le attrezzature desuete e introdotti quesiti sulle vele diventate di uso comune sulle imbarcazioni da crociera e domande dedicate alla navigazione con cattivo tempo.

Come avviene l’esame teorico?

Il nuovo esame prevede, per tutti i tipi di patente nautica di categoria A, sia per il conseguimento della entro dodici miglia sia per l’abilitazione a senza alcun limite dalla costa:

– il quiz base, composto da un database nazionale di 1472 domande, del quale cui vengono somministrati 20 quesiti a risposta multipla, in cui soltanto una delle 3 alternative di risposte proposte è corretta. Sono permessi soltanto 4 errori, al quinto errore si viene respinti – tempo massimo concesso 30 minuti;

– il quiz vela, composto da un data base di 252 quesiti, di cui vengono somministrate n° 5 domande a risposta singola, vero o falso, è permesso soltanto un errore, al secondo errore si è respinti – tempo massimo concesso 15 minuti.

Il quiz vela, ovviamente, non verrà somministrato a chi decide di conseguire l’abilitazione limitata alle sole unità a motore.

C’è un quiz preliminare di carteggio da sostenere?

Propedeutico alla fase a quiz di cui sopra, è previsto:

– per patente nautica entro 12 miglia dalla costa, un esercizio su elementi base di carteggio nautico, 5 quesiti in cui si può errare una sola risposta, alla seconda si è espulsi dall’esame e non si accede alla fase a quiz – tempo concesso 20 minuti;

– per patente nautica senza alcun limite dalla costa, prova di carteggio nautico composta da 4 esercizi in cui se ne può sbagliare soltanto uno, al secondo esercizio errato si è respinti e non si accede alla fase a quiz – tempo concesso 60 minuti.

In queste prove, per garantire l’equità, sono state codificate delle tolleranze ai margini di errore.

Cosa succede se mi bocciano alla prova di carteggio propedeutica o al quiz vela?

C’è la possibilità di conseguire comunque l’abilitazione inferiore. Qualora il candidato respinto a una prova d’esame patente nautica, decida di avvalersi dell’abilitazione inferiore (ad esempio se respinto alla senza limiti decide di svolgere l’esame per la entro 12 miglia, oppure respinto al quiz vela decide di conseguire la patente nautica limitata alle sole unità a motore,) e qualora venga nuovamente respinto alla prova inferiore nella stessa seduta d’esame, il successivo tentativo (dopo 30 giorni) verrà effettuato con esame patente nautica per l’abilitazione richiesta nell’originaria istanza d’esame presentata all’ufficio.

Ho passato l’esame teorico. Posso sostenere l’esame pratico lo stesso giorno?

L’esame teorico e l’esame pratico sono svolti con commissioni distinte, quindi in giornate diverse; tuttavia, se a livello periferico ci fossero esigenze oggettive, gli uffici coinvolti potranno adottare misure alternative.

Dove avviene l’esame pratico?

Per patente nautica entro 12 miglia dalla costa, in mare, nei laghi, solo per abilitazione motore anche nei fiumi. Per patente nautica senza alcun limite dalla costa, in mare.

Chi mi fa l’esame?

Per la patente per la navigazione a motore, saranno presenti un istruttore, scelto dall’elenco delle Città Metropolitane e un esaminatore scelto dalla Motorizzazione o dalla Capitaneria.

Per la patente con “l’estensione” vela, l’esaminatore sarà viene supportato dal cosiddetto esperto velista formato da un CIN (Centro di Istruzione Nautica, come la LNI o la FIV): superando l’esame pratico della vela, avrete in automatico anche l’abilitazione alla conduzione a motore.

Se vengo bocciato alla pratica, devo rifare la teoria?

No. Circa il riporto della teoria, qualora il candidato venga respinto per due volte alla prova pratica, entro 30 gg deve ripresentare una nuova istanza d’esame per poter mantenere valida la prova scritta superata con la precedente istanza d’esame.

Quanto mi costa prendere la patente nautica?

I costi fissi, relativi a tasse e bolli, sono di 106,23 euro. A questo va aggiunto il costo della visita medica, che presso le ASL o le scuole nautiche autorizzate, viene circa 70 euro. Un buon corso presso una scuola nautica, invece, ha un prezzo medio dai 1.000 ai 1.500 euro. Quindi a seconda di dove deciderete di prendere la patente nautica, avrete un costo da sostenere compreso tra 1.200 ai 1.700 euro. 


ABBONATI E SOSTIENICI!

I giornalisti del Giornale della Vela, si impegnano ogni giorno a garantire informazione di qualità, aggiornata e corretta sul mondo della nautica in modo gratuito attraverso i siti web. Se apprezzi il nostro lavoro, sostienici abbonandoti alla rivista. L’abbonamento annuale costa solo 49 euro e ti facciamo un bel regalo

SCOPRI IL CANALE YOUTUBE DEL GIORNALE DELLA VELA

Ogni giorno interviste, prove di barche, webinar. Tutta la vela, minuto per minuto. Ma in video! CLICCA QUI per iscriverti, è gratis!

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Per rimanere aggiornato su tutte le news dal mondo della vela, selezionate dalla nostra redazione, iscriviti alla newsletter del Giornale della Vela! E’ semplicissimo, basta inserire la tua mail qui sotto, accettare la Privacy Policy e cliccare sul bottone “Iscrivimi”. Riceverai così sulla tua mail, due volte alla settimana, le migliori notizie di vela! E’ un servizio gratuito e ti puoi disiscrivere in qualsiasi momento, senza impegno!


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*

 

4 Comments

  1. Davide ha detto:

    in sostanza non cambia molto rispetto a quando l’ho fatta io 9 anni fa: corso presso societa velica, presentato come allievo di scuola vela abilitata convenzionata, giornata di esercitazione in mare pre esame, o meglio in giro per il porto di genova, esame teorico con carteggio e qualche domandina orale, esame in barca con domande su nodi e componenti e prova pratica. La differenza nelle procedure con la nuova modalita’ descritta in articolo mi pare minima

  2. andrea ha detto:

    Io non ho mai capito se uno che ha una patente nautica “solo motore”, può condurre una imbarcazione di 12 metri predisposta per andare a vela senza ovviamente issare le vele ed andare con il solo motore.

  3. giuseppe sironi ha detto:

    Buongiorno
    coloro che hanno “inoltrato” domanda d’esame per la patente nautica entro il 12 maggio 2022 possono sostenere l’esame con il vecchio sistema.?
    Grazie
    Saluti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi