Il nuovo Arcona 50 firmato Jeppesen e la sfida lanciata a X-Yachts

C’era molta attesa per la presentazione dei primi disegni del nuovo Arcona, primo progetto dopo l’ingresso nel team progettuale del danese Niels Jeppesen, ex “guru” e fondatore di X-Yachts. Partiamo dalla prima notizia, sarà un 50 piedi, l’Arcona 50, ed è quindi la nuova ammiraglia della gamma del marchio svedese.

Sarà una barca piuttosto orientata alla crociera, ma con un occhio attento alle doti di navigazione a vela, come avviene da sempre nei modelli Arcona. L’estetica è quella che si richiama al mondo dei performance-cruiser, con volumi generosi ma equilibrati, uscite di prua quasi inverse e accattivanti anche per chi ama le barche sportive.

Per quanto riguarda il “tocco” di Jeppesen, che ha concepito il progetto della barca in collaborazione con Ariadna Pons (anche lei ex X-Yachts), non si può non notare una certa assonanza con le linee degli ultimi X-Yachts. Il punto luce sulla faccia anteriore della tuga, la tuga stessa leggermente bombata o le uscite di poppa morbide e alte sull’acqua ricordano quanto visto sull’X 4.9 del marchio danese.

Un segnale che nel mercato del Nord Europa la sfida tra Arcona e X-Yachts è qualcosa adesso di concreto e gli svedesi, dopo avere portato in casa loro il fondatore di X-Yachts, vogliono provare ad attaccare i danesi nel settore delle barche da crociera di qualità e di “stampo nordico”.

Per quanto riguarda i numeri tecnici della barca non è ancora stato reso noto il dislocamento, la superficie velica di bolina invece sarà di 140 mq, ai quali si aggiungeranno 212 mq di asimmetrico alle andature portanti. L’Arcona 50 verrà proposto in tre differenti versioni di pescaggio a partire da 2,2 metri, poi ci sarà il 2,4 e la versione a 3 metri. Il baglio massimo di 4,60 metri, con 14,99 di lunghezza fuori tutto, promette volumi interni importanti e in linea con le caratteristiche della barca.

Con ogni probabilità l’Arcona 50 farà il suo esordio ufficiale in pubblico in occasione dei prossimi saloni autunnali o al prossimo Boot di Dusseldorf.

www.arconayachts.se 


ABBONATI E SOSTIENICI!

I giornalisti del Giornale della Vela, si impegnano ogni giorno a garantire informazione di qualità, aggiornata e corretta sul mondo della nautica in modo gratuito attraverso i siti web. Se apprezzi il nostro lavoro, sostienici abbonandoti alla rivista. L’abbonamento annuale costa solo 49 euro e ti facciamo un bel regalo

SCOPRI IL CANALE YOUTUBE DEL GIORNALE DELLA VELA

Ogni giorno interviste, prove di barche, webinar. Tutta la vela, minuto per minuto. Ma in video! CLICCA QUI per iscriverti, è gratis!

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Per rimanere aggiornato su tutte le news dal mondo della vela, selezionate dalla nostra redazione, iscriviti alla newsletter del Giornale della Vela! E’ semplicissimo, basta inserire la tua mail qui sotto, accettare la Privacy Policy e cliccare sul bottone “Iscrivimi”. Riceverai così sulla tua mail, due volte alla settimana, le migliori notizie di vela! E’ un servizio gratuito e ti puoi disiscrivere in qualsiasi momento, senza impegno!


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*

 

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Scopri l’ultimo numero

Sei già abbonato?

Ultimi annunci
I nostri social
In evidenza

Può interessarti anche

Rendering del nuovo CNB 78

CNB 78, il super 23 metri di Briand costruito in Italia

CNB presenta al salone di Düsseldorf il mock-up del nuovo 78 piedi, che sostituirà il CNB 76. La nuova barca, al momento ancora in progetto, verrà costruita ad Aquileia (Udine), il cantiere CNB infatti ora è parte del gruppo Solaris.

Torna su