developed and seo specialist Franco Danese

Patente Nautica, è caos: tagliata fuori la Lega Navale Italiana

dufour 530
Dufour 530: scopri come cambia anima nelle sue tre versioni
11 febbraio 2022
COSA FARE SE… la randa non scende?
13 febbraio 2022

patente nautica carteggio

Patente Nautica – La squadretta e il compasso a punte secche, strumenti da utilizzarsi nella prova di carteggio all’esame della patente nautica.

Un pasticcio burocratico investe i candidati della nuova patente nautica soci della Lega Navale Italiana. Il nuovo  requisito di ammissione all’esame prevede di certificare presso una scuola nautica cinque ore pratiche in barca, ma la Lega Navale Italiana non viene intesa dalle capitanerie come scuola nautica abilitata. I candidati LNI che si sono preparati in questi mesi si trovano impossibilitati a iscriversi alle prossime sessioni di esame… 

Patente Nautica, la LNI non può certificare le uscite in mare


Abbiamo parlato già delle novità relative alla nuova patente nautica, in questo articolo . ll decreto MIMS 10/08/2021 prevede che, “È ammesso all’esame il candidato che abbia effettuato almeno cinque ore complessive di manovre …. su imbarcazioni o navi da diporto utilizzate per l’insegnamento professionale, attestate da una scuola nautica.” Peccato che non citando esplicitamente i CIN, Centri Istruzione Nautica della Lega Navale Italiana, questi siano all’improvviso rimasti tagliati fuori.

I CANDIDATI ALL’ESAME COSTRETTI A RIMANDARE LA SESSIONE

Le Capitanerie di Porto non riconoscono oggi i CIN della Lega Navale come abilitati a certificare le 5 ore di pratica, e rifiutano di iscrivere i candidati che si sono preparati in questi mesi presso le LNI. I CIN della Lega Navale,  al momento, non sapendo come fare, si son trovati costretti a rimandare per intero alla prossima sessione tutti i candidati.

DIMENTICANZA O ERRORE INTERPRETATIVO?

La presidenza della Lega Navale si sta attivando in questi giorni per capire se una circolare del ministero, possa chiarire che i CIN sono equivalenti a scuola nautica, che nell’intenzione del legislatore, le 5 ore certificate siano da intendersi prerequisito  per i soli candidati che si presentano da privatisti.

IL PARADOSSO DEGLI ESPERTI VELISTI

Paradossale che i CIN non possano certificare le ore dei propri candidati, e che proprio da quei CIN provengono gli istruttori “esperti velisti” che le scuole Nautiche devono avere a organico per poter fare i corsi. I CIN sono poi attualmente obbligati ad avere una unità adeguata per il tipo di patente che sia di proprietà ad uso esclusivo per la scuola nautica.

Sperando che la situazione per i candidati soci LNI si sblocchi presto…. vi terremo aggiornati.

Luigi Gallerani

EDIT – Nell’articolo citavamo il fatto che i quiz si tenessero ancora con le vecchie domande, ma oggi alle 15 Confindustria Nautica ha comunicato che ‘Il Direttore generale del Trasporto marittimo del MIMS, Teresa Di Matteo, ha firmato il decreto contenente l’elenco unico nazionale dei quiz di teoria e degli esercizi di carteggio del nuovo esame per la patente nautica. Entreranno in vigore 60 giorni dopo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale e fino ad allora sarà applicata la disciplina vigente‘.

Tecnicamente, quindi, dovremo ancora aspettare due mesi ma poi, sulla questione quiz, la vicenda è conclusa. Un importante passo e per fermare la decrescita di nuovi ‘patentati’, dimezzati negli ultimi 20 anni, anche scoraggiati da domande nozionistiche e mnemoniche prive di attinenza con la ‘pratica’.

Dei contenuti dei nuovi quiz, che finalmente non avranno parti relative alla navigazione mercantile, né parleremo in un nuovo articolo.

 


ABBONATI E SOSTIENICI, TI FACCIAMO DUE REGALI!

I giornalisti del Giornale della Vela, si impegnano ogni giorno a garantire informazione di qualità, aggiornata e corretta sul mondo della nautica in modo gratuito attraverso i siti web. Se apprezzi il nostro lavoro, sostienici abbonandoti alla rivista. L’abbonamento annuale costa solo 49 euro e ti facciamo due regali!

SCOPRI IL CANALE YOUTUBE DEL GIORNALE DELLA VELA

Ogni giorno interviste, prove di barche, webinar. Tutta la vela, minuto per minuto. Ma in video! CLICCA QUI per iscriverti, è gratis!

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Per rimanere aggiornato su tutte le news dal mondo della vela, selezionate dalla nostra redazione, iscriviti alla newsletter del Giornale della Vela! E’ semplicissimo, basta inserire la tua mail qui sotto, accettare la Privacy Policy e cliccare sul bottone “Iscrivimi”. Riceverai così sulla tua mail, due volte alla settimana, le migliori notizie di vela! E’ un servizio gratuito e ti puoi disiscrivere in qualsiasi momento, senza impegno!


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*

 

2 Comments

  1. Roby ha detto:

    Buonasera, non ho ben compreso quando dite che “Entreranno in vigore 60 giorni dopo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale” ciò vuol dire che non sono stati ancora pubblicati in gazzetta ufficiale, ma tra 60 giorni da data articolo di oggi? grazie

  2. Domenico Argento ha detto:

    La superficialità e spesso anche l’incompetenza del governo e dell’amministrazione pubblica sono una vera piaga per i Cittadini Onesti. Il caso della patente nautica e del coinvolgimento in negativo della Lega Navale Italiana è però, forse, a mio parere, frutto anche di male fede volta a privilegiare le lobby di natura economica a danno delle associazioni di volontariato. Da molti anni, poi, la presidenza nazionale della L.N.I. si dimostra debole e sempre molto tiepida nell’intervenire presso gli stessi ministeri da cui discende la nomina di questo importante Ente Morale non Economico fondato sul volontariato e finanziato dal tesseramento dei Soci. Accetterò di buon grado di essere smentito a breve dai fatti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi