Ruoli di bordo, l’elogio del troppo bistrattato drizzista

C’è un ruolo in barca, negli equipaggi che fanno le regate, che viene troppo spesso sottovalutato. Questo è il drizzista, a volte snobbato come ruolo poco nobile ma in realtà è uno dei cardini di ogni equipaggio che funzioni come si deve. Andiamo a vedere quindi cosa fa il drizzista e perché è importante.

IL DRIZZISTA, COSA FA

Pensare che semplicemente issi e ammaini le vele lavorando dagli stopper, telecomandato a distanza, è riduttivo. Il drizzista è il “fluidificante” delle manovre, ogni cosa passa da lui e per questo motivo deve essere una persona che abbia ben chiaro cosa succede, e quando, durante una regata, sia essa tra le boe (ancora più importante il ruolo) o in offshore.

Il drizzista non solo issa e ammaina le vele seguendo gli uomini all’albero e a prua, ma regola anche la tensione delle drizze. Il bravo drizzista è colui che sa, guardando le vele, quanta tensione debba dare alla drizza in base al vento senza venire per forza imbeccato dai tailer o dal randista.  Per questo motivo chi fa questo ruolo deve comunque avere idea di come si regoli una vela o di cosa abbiano bisogno gli uomini a prua, e agire di conseguenza. Quando si fa l’ammainata a una boa per esempio, oltre ad avere messo in chiaro la drizza dello spinnaker/gennaker pronto a spararla, il drizzista bravo anticipa la mossa di riprendere le tensioni di randa e fiocco, in modo tale da iniziare la bolina subito con le vele della giusta forma in base al vento, agevolando così il lavoro di tutto il resto dell’equipaggio. Agire in anticipo è il mantra di questo ruolo: preparare per tempo la drizza da ammainare, anticipare la tensione di quella che lavorerà sul lato successivo, il drizzista “accorda” la barca a ogni bordo della regata e il suo ruolo è imprescindibile.

CHI METTERE ALLE DRIZZE

Troppo spesso si tende a mettere alle drizze la persona meno esperta, con l’obiettivo poi di guidarla a distanza. Non è l’approccio più corretto. Normalmente si arriva alle drizze dopo avere fatto prime esperienze come aiuto a prua o il jolly in pozzetto, in modo da avere un’idea di come debbano girare le manovre in barca e affrontare le drizze con i giusti tempi. Si tratta di un ruolo troppo cruciale da affidare a una persona alle primissime esperienze.

Per quanto riguarda le caratteristiche fisiche del drizzista, è importante sapere che si tratta di una posizione dove occorrerà prepararsi per avere esplosività nelle braccia e rapidità di esecuzione. Nelle issate di gennaker il drizzista infatti segue a gran bracciate l’uomo all’albero che issa e non dovrà mai essere in ritardo per non fare andare la drizza in bando a piede durante l’issata. Uomo o donna che ci sia alla drizze, è bene che sia in buona forma fisica e con la capacità di mantenere l’attenzione ai dettagli e prevedere le dinamiche di bordo.

Mauro Giuffrè


AIUTACI A TENERTI SEMPRE AGGIORNATO

I giornalisti del Giornale della Vela, si impegnano ogni giorno a garantire informazione di qualità, aggiornata e corretta sul mondo della nautica in modo gratuito attraverso i siti web. Se apprezzi il nostro lavoro, sostienici abbonandoti alla rivista. L’abbonamento annuale costa solo 49 euro e ti facciamo due regali!

SCOPRI IL CANALE YOUTUBE DEL GIORNALE DELLA VELA

Ogni giorno interviste, prove di barche, webinar e tutta la vela, minuto per minuto. Ma in video! CLICCA QUI per iscriverti, è gratis!

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Per rimanere aggiornato su tutte le news dal mondo della vela, selezionate dalla nostra redazione, iscriviti alla newsletter del Giornale della Vela! E’ semplicissimo, basta inserire la tua mail qui sotto, accettare la Privacy Policy e cliccare sul bottone “Iscrivimi”. Riceverai così sulla tua mail, due volte alla settimana, le migliori notizie di vela! E’ un servizio gratuito e ti puoi disiscrivere in qualsiasi momento, senza impegno!


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Continua a leggere

Torna su