Italia Yachts 20.98, il video: ecco come sarà il mini maxi

L’annuncio era arrivato al Salone di Cannes, dove Italia Yachts aveva reso noto il progetto del primo mini maxi della sua storia. Adesso sono stati diffusi maggiori dettagli di quello che sarà l’Italia Yachts 20.98, la nuova ammiraglia del cantiere.

In un video ufficiale di presentazione della barca vengono svelati alcuni dei “segreti” del progetto firmato dal Cossutti Yacht Design. Una barca decisamente in stile Italia Yachts, potremmo definire così queste prima immagini del mini maxi, che non svelano tutto ma ci fanno già capire che la barca avrà uno stile sportivo. Si nota infatti un bordo libero moderato, che sale leggermente verso prua, spezzato sulle fiancate da lunghe finestre che sembrano rendere la silouette della barca filante.

IY 20.98, IL VIDEO

Ci sono almeno altri due elementi che contraddistinguono l’estetica esterna della barca e in un certo modo la definiscono, ovvero la forma della tuga e la presenza di una delfiniera dalla lunghezza pronunciata a prua. La tuga è affusolata e armonizzata sul piano di coperta, bassa, e come nei mini maxi si ferma a poppa dell’albero  per lasciare il resto del ponte totalmente pulito. La delfiniera invece “tradisce” le intenzioni sportive, con un bompresso così pronunciato la barca avrà l’obiettivo di essere performante nelle andature portanti sotto asimmetrico. Per la conduzione ovviamente ci sarà una doppia ruota in pozzetto, ma la pala del timone è singola, accoppiata con una chiglia a T che verrà proposta in vari pescaggi.

Attesa in acqua entro un anno, l’Italia Yachts 20.98 sarà una barca molto importante per il cantiere italiano, che potrebbe sancirne l’ingresso in una nuova fascia di mercato.

SCHEDA TECNICA ITALIA YACHTS 20.98

Lunghezza fuori tutto: 21.75 m

Lunghezza scafo: 20.15 m

Larghezza: 5.35 m

Dislocamento: 23.000 kg

Pescaggio chiglia fissa: 3.80 m

Pescaggio chiglia telescopica: 2.50 – 4.10 m

Zavorra (chiglia fissa): 7.400 kg

Superficie velica

Randa 152 m2

Fiocco 113 m2

Gennaker: 425 m2

ABBONATI E SOSTIENICI, TI FACCIAMO DUE REGALI!

I giornalisti del Giornale della Vela, si impegnano ogni giorno a garantire informazione di qualità, aggiornata e corretta sul mondo della nautica in modo gratuito attraverso i siti web. Se apprezzi il nostro lavoro, sostienici abbonandoti alla rivista. L’abbonamento annuale costa solo 49 euro e ti facciamo due regali!

SCOPRI IL CANALE YOUTUBE DEL GIORNALE DELLA VELA

Ogni giorno interviste, prove di barche, webinar. Tutta la vela, minuto per minuto. Ma in video! CLICCA QUI per iscriverti, è gratis!

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Per rimanere aggiornato su tutte le news dal mondo della vela, selezionate dalla nostra redazione, iscriviti alla newsletter del Giornale della Vela! E’ semplicissimo, basta inserire la tua mail qui sotto, accettare la Privacy Policy e cliccare sul bottone “Iscrivimi”. Riceverai così sulla tua mail, due volte alla settimana, le migliori notizie di vela! E’ un servizio gratuito e ti puoi disiscrivere in qualsiasi momento, senza impegno!


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*

 

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Scopri l’ultimo numero

Sei già abbonato?

Ultimi annunci
I nostri social
In evidenza

Può interessarti anche

Neo 570c

Neo 570c, il fast cruiser (17 m) fuori dal coro

Ci sono progetti nuovi e ci sono progetti innovativi. Come anche ci sono tutti quei progetti che stanno un po’ a metà, galleggiando nel mezzo, sfiorando l’uno o l’altro limite. E poi c’è il nuovo Neo 570c, che gioca in

Quanto costa il tagliando del motore entrobordo?

APPROFITTANE SUBITO! Abbonati al Giornale della Vela cartaceo + digitale e a soli 69 euro l’anno ricevi la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi. Scoprili qui >> Quanto

Peggy, il Pogo 30 della vittima

Muore impiccato all’albero. Ecco cosa è successo

Tra domenica 15 e lunedì 16 gennaio, diverse unità di soccorso spagnole sono state impegnate a largo di Gran Canaria per soccorrere un membro dell’equipaggio di Poppy, un Pogo 30, rimasto impigliato nel sartiame e appeso all’albero. Nulla da fare

Cinque emergenze a bordo e come risolverle

Ci sono situazioni in cui nessuno vorrebbe mai capitare, dalle più semplici e banali a quelle più pericolose. Ecco perché bisogna essere sempre pronti a risolvere le diverse emergenze a bordo. Prepararsi accuratamente prima di salpare è già un ottimo

Torna su